L'Università Statale degli studi Milano, Dipartimento di Filosofia, ha organizzato nello scorso Ottobre un Convegno di studi su

 

La Filosofia del Web
Tempo e connessione: i fondamenti dell'ipertestualità
tra ermeneutica e decostruzione

Il convegno è stato promosso dalla cattedra di Filosofia Teoretica del Prof. Paolo D'Alessandro in seguito ad un percorso di ricerca che negli ultimi anni è stato coltivato attraverso corsi, seminari e laboratori. La vocazione ermeneutica e decostruzionista dell'approccio teoretico adottato ha condotto verso un incontro critico, cioè analitico, con i concetti di RV (realtà virtuale), WWW (worl wide web) e ipertesto.

La ricerca condotta ha sollevato, pertanto, questioni che, pur rimanendo nell'ambito dell'ermeneutica, riguardano le cosiddette nuove tecnologie e la realtà mutevole da esse condizionata. Si sono risvegliate così delle domande fondamentali intorno alla filosofia, al suo ruolo e al suo stesso futuro.

Motivo di fondo del convegno è stata la problematica dell'ipertestualità, come nuova dimensione di scrittura non-alfabetica, e del suo possibile rapporto con la filosofia. Ma, nel corso dei lavori, è emersa spontaneamente dagli interventi dei relatori un'altra fondamentale questione: la possibilità di un pensiero filosofico intorno alla nuova realtà digitale e all'interazione dell'uomo con essa.

Home