Media ed editoria

Archivio soggetti

  Luglio - Agosto 02

Precedente Seguente

Premio Goethe a Marcel Reich-Ranicki
L'ottantaduenne critico tedesco è stato insignito del Premio Goethe in riconoscimento della sua formidabile carriera. 
BBC News 29.8.2002

Libri come se piovesse
Se ne stanno pubblicando di ogni genere e su ogni aspetto che possa in qualche modo essere ricollegato alle Torri gemelle. L'inondazione dei libri che stanno uscendo in occasione del primo anniversario dell'11 settembre "pone importanti domande circa le nostre modalità per ricordare il passato: dov'è il confine tra preservare la memoria storica e guadagnare su un evento orribile. Leggere o guardare immagini sull'11 settembre riapre vecchie ferite oppure ci aiuta a farcene una ragione? Questi libri indicano come la nostra società auto-centrata, attenta al proprio equilibrio mentale e sovraccaricata di informazioni cerchi di digerire una tragedia nazionale. Essi ci ricordano anche di come i giornalisti siano stimolati a produrre le cose migliori dalle disgrazie altrui."
Il passato mostra che esiste un percorso comune nel modo in cui i grandi traumi storici sono assorbiti: si passa lentamente dalle testimonianze, alla ricerca storica per arrivare infine alla narrativa. Sembra tuttavia che sia ancora lontano il momento nel quale una tragedia delle proporzioni dell'11 settembre possa essere digerita al punto da essere tradotta in letteratura.
The New York Times 28.8.2002

Chi ha paura del lupo cattivo?
Il film Wolf trasmesso alle ore 0,26 del 6 giugno 2002 è stato visto da 51.890 bambini di età compresa tra i 4 e i 14 anni. Lo rivela una ricerca condotta dall'agenzia Klaus Davi & Co. con i pubblicitari della Grey Worldwide, rielaborando dati Auditel.
La ricerca conclude che oltre 5 milioni di bambini hanno visto oltre 200 ore di film violenti sulle reti Rai, Mediaset e La7 dal primo giugno al 19 agosto.
Corriere della sera 26.8.2002

Che lo possiamo torturare?
Nonostante lo shock e i buoni propositi fatti dopo l'11 settembre, le scene di tortura e sadismo proposte dai network televisivi USA nell'ultimo anno sono raddoppiate rispetto ai due anni precedenti.
Secondo un rapporto di The Parents Television Council, (PTC) negli ultimi 11 mesi le scene trasmesse sono state 70, contro 79 nei due anni precedenti. Sotto accusa anche i programmi dedicati all'attualità.
Christian Science Monitor 23.8.2002

Quante volte figlioli?
Secondo il Patriot act emanato dopo l'11 settembre 2001, l'FBI può chiedere alle librerie dati riguardo ai libri acquistati o prestati da chiunque sia sospettato di avere a che fare con il terrorismo. I librai sono obbligati a fornire le informazioni immediatamente, e solo in seconda battuta possono segnalare la cosa ai propri assistenti legali. In questo modo, il governo americano ha inteso rafforzare la capacità di indagine contro il terrorismo della sua agenzia investigativa.
Ora, l'House Judiciary Committee ha chiesto al Dipartimento della giustizia i dati riguardo all'applicazione di questa possibilità di indagine. Il Dipartimento si è rifiutato di fornire informazioni in merito. Ne è nata una azione di protesta sostenuta anche da American Booksellers Foundation for Free Expression, Association of American Publishers e PEN American Center.
Il loro timore è che sia in gioco la libertà di espressione, che potrebbe essere limitata dalla paura dei librai nel tenere materiale controverso.
Publishers Weekly 23.8.2002

Se ami un libro, lascialo libero
Non costringerlo negli spazi soffocanti di uno scaffale: leggilo, e poi abbandonalo sulla panchina del parco, in metropolitana, al caffè, in spiaggia, al cinema. La libreria più bella è il mondo intero, e qui i libri non costano un centesimo. Il bookcrossing è nato nell’aprile 2001 grazie a un 36enne di Kansas City, Ron Hornbaker, e oltre 30 mila persone in tutto il mondo hanno già trovato la sua idea tanto geniale e romantica da partecipare per puro amore della letteratura. Dal sito Bookcrossing.com si stampa una speciale targhetta (un libro con gambe in movimento), che viene lasciata tra le pagine del libro da abbandonare. Buongiorno - si legge sul marchio - leggimi e abbandonami ancora!.
Corriere della sera 22.8.2002

I politici tedeschi stroncano l'ultimo libro di Oriana Fallaci La rabbia e l'orgoglio
Secondo Guenther Beckstein, Csu, ministro dell'Interno bavarese: "Considerare per principio la cultura araba inferiore a quella europea, come fa Oriana Fallaci, appare come un'insopportabile tracotanza."
Il Messaggero 19.8.2002

Resa nota la lista dei 20 autori selezionati per il Booker Prize
Zadie Smith, William Boyd e Howard Jacobson sono gli autori più noti presenti nella lista dei 20 scelti per partecipare al Booker Prize 2002.
Il 24 settembre sarà resa nota la rosa dei 6 selezionati per contendersi la vittoria.
Nell'articolo la lista completa.
BBC News 19.8.2002

L’uomo che curava con i fiori di Audisio Di Somma vince il Bancarella
Il vincitore è stato da 143 librai e bancarellai di tutta Italia. Secondo si è classificato, con la metà dei voti, John Le Carré, grande favorito della vigilia con il romanzo Il giardiniere tenace (Mondadori). Terza Adele Grisendi con Bellezze in bicicletta (Sperling & Kupfer), quarta Marlisa Trombetta con La mamma cattiva (Marsilio), quinto Jan Rankin con Cerchi e croci (Longanesi), sesto Gisbert Haefs con Troia (Tropea editore).
Il Messaggero 22.7.2002

La catena di librerie berlinese Kiepert sull'orlo del fallimento
Non riuscendo a sopportare i costi di un piano di espansione dei punti vendita, la catena di librerie Kiepert ha depositato i libri contabili annunciando al personale nel contempo la difficile situazione economica.
La catena di librerie Kiepert è una istituzione a Berlino per la completezza del suo assortimento.
Ora, la società spera di salvare il negozio maggiore attraverso i ricavi della vendita degli altri.
Liberation 22.7.2002

Chiude Artsworld, canale digitale a pagamento dedicato alla cultura
Dopo 18 mesi di attività, il canale digitale a pagamento inglese Artsworld è costretto a chiudere per mancanza di abbonati.
Secondo i piani, sarebbero stati necessari 140.000 abbonati per raggiungere il pareggio, ma solo 100.000 persone sono state disposte a pagare 5,99 sterline (circa 10 euro) al mese per ricevere i programmi via satellite.
Artsworld riteneva possibile sfruttare una nicchia di mercato trasmettendo dal vivo spettacoli teatrali, di danza, opera e jazz, ma, a dire dei suoi dirigenti, è stato messo fuori mercato dalla concorrenza del canale culturale BBC4.
Guiardian 11.7.2002

Jean-Marie Messier si dimette dalla presidenza di Vivendi Universal
Alla guido del gruppo dal 1996, Messier si è dimesso travolto dalla disastrosa situazione economica della società.
Le Monde 2.7.2002

Si sgonfia l'affaire Walser
Con la pubblicazione il 26 giugno di Tod eines Kritikers - La morte di un critico - di Martin Walser si avvia alla conclusione la feroce polemica iniziata dopo che la Frankfurter Allgemeine Zeitung ha rifiutato di pubblicare il romanzo perché giudicato antisemita.
Le Monde 1.7.2002