Spettacolo

Archivio soggetti

  Ottobre 01

Seguente

BBC Radio 3 partner del London Jazz Festival: un segno di apertura al nuovo clima culturale
Il significato della trasmissione dal vivo a BBC Radio 3 di 20 ore di musica jazz, world music, reading di poesia è quello dell'irruzione nel tempio della cultura classica alta del nuovo artistico. Sebbene questa mossa possa sembrare la reazione di chi è sotto pressione per migliorare i dati di ascolto, tuttavia essa chiarisce la situazione reale nella quale si trovano i festival musicali e le istituzioni artistiche: i mutamenti tellurici nella definizione della cultura sono stati registrati nelle istituzioni culturali londinesi di tendenza, ma non, ad esempio, dal  Covent Garden o dalla Albert Hall. I curatori del Festival di Salisburgo o della Carnegie Hall  appartengono ad una scuola obsoleta ed ortodossa: quello che serve ora è una nuova generazione di curatori e di critici che sfidino piuttosto che conservare le tradizioni artistiche e culturali. Nel flusso dei cambiamenti culturali, la musica seria deve abbandonare la sicurezza della tradizione, alterare il suo contesto e sfidare i suoi criteri, oppure morirà.
Telegraph 31.10.2001

Quasi pronto il Teatro degli Arcimboldi
Il teatro degli Arcimboldi alla Bicocca - ex area della Pirelli - farà le veci della Scala mentre questa chiuderà dal 1 gennaio 2002 al 7 dicembre 2004 per restauri. "Il nuovo teatro è venuto su con una certa velocità, ed ora è quasi pronto, imponente, candido, lucente, una specie di grandiosa fortezza a spigoli triangolari, di cristallo, luce e alti muri bianchi: dentro 2383 posti (500 più che alla Scala) divisi in una platea a due livelli e due gallerie, e poi tre bar, tre foyer, due ristoranti e gabinetti a iosa (quasi assenti alla Scala, vera tragedia per i meno giovani). Il palcoscenico è grande come quello della Scala, cioè immenso, le colonne sono luminose, il soffitto è bianco, le poltrone di velluto rosso, le pareti di legno rosso."
La Repubblica 25.10.2001

Due lady al comando delle più prestigiose scuole di teatro scozzesi
Donna Soto-Morettini e Maggie Kinloch sono da quest'autunno al capo delle più prestigiose scuole di teatro della Scozia, la Royal Scottish Academy of Music and Drama di Glasgow e la Queen Margaret University College's School of Drama di Edimburgo. Un evento nuovo nella storia delle scuole del Regno Unito. Le due direttrici si propongono di lavorare in accordo in modo complementare per raggiungere l'eccellenza.
The Herald 23.10.2001

Una nuova casa per Shakespeare
Il progetto di creazione di un centro teatrale a Stradford-on-Avon, presentato settimana scorsa dalla Royal Shakespeare company, sta suscitando un acceso dibattito. In particolare desta preoccupazione il previsto abbattimento del teatro costruito nel 1932, necessario per fare posto agli edifici previsti dal piano di sviluppo. Nell'articolo Jonathan Pope, direttore del progetto, spiega come si è giunti a questa complicata decisione, dopo aver vagliato 29 differenti soluzioni. In particolare egli mette l'accento sulla valutazione, emersa al termine del processo di consultazione pubblica, che l'attuale edificio è inadatto a svolgere il suo ruolo di teatro. 
Guardian 23.10.2001

Kevin Murray, senatore democratico della California, appoggia le rivendicazioni dei musicisti
Il senatore intende presentare una legge che potrebbe liberare i musicisti dai contratti pluriennali, che essi giudicano ingiusti. La questione è stata sollevata, tra gli altri artisti, da Courtney Love e Don Henley.
BBC News 22.10.2001

In Italia crollano le vendite di CD. Intanto il loro prezzo sale oltre le 40 mila lire
Secondo la società di revisione Price WaterhouseCooper, complici Napster e i cd pirata, venduti in ogni angolo di strada a prezzi stracciati (10mila lire contro le 40mila dei negozi) il mercato nei primi sei mesi dell'anno è calato del 9,44% per unità vendute. Secondo stime presentate nei giorni scorsi dalla società di consulenza Understanding & Solution  solo nel 2000 in Italia sono stati immessi sul mercato 125 milioni di cd vergini contro 35 milioni di cd registrati. I negozianti lamentano un incremento del prezzo dei cd tra le 500 e le mille lire per le major del mercato, che si tradurrà nell'abbattimento della barriera delle 40mila lire.
La Repubblica.com 16.10.2001

Sulla musica online la UE propensa a schierarsi in favore delle etichette indipendenti
I servizi di distribuzione di musica online Pressplay e MusicNet - di proprietà delle 5 magiori etichette discografiche più altre società del settore multimediale - potrebbero non ricevere l'approvazione dell'UE a causa della loro posizione dominante sul mercato.
BBC News 15.10.2001

Affinità elettive tra Salonicco e Marsiglia in nome della musica del sud del mondo
Mylos e i e Dock des Suds sono fatti per incontrarsi e collaborare. Entrambi sono dei centri culturali che riutilizzano strutture industriali abbandonate, ed entrambi, il primo a Salonicco, il secondo a Marsiglia, offrono uno spaccato della cultura del Mediterraneo e del sud del mondo. L'incontro e lo scambio di artisti è avvenuto in occasione della Fiesta des Suds in corso a Marsiglia, durante la quale si sono messe le basi per la creazione del Forum européen des festivals des musiques du monde, rete di coordinamento per la diffusione della cultura del sud.
Liberation 13.10.2001

Il sito della Fiesta des Suds.

Le difficili scelte dei registi d'opera
Nelle dispute sul il teatro d'opera, i registi hanno preso il posto di direttori, cantanti e dive. L'allestimento è diventato il soggetto maggiormente enfatizzato da pubblico e analizzato critica. Il modernismo ha molte facce e i registi devono affrontare scelte difficili. Se rispettano troppo la tradizione, sono tacciati di scarsa immaginazione. Se percorrono strade troppo ardite, rischiano l'accusa di iconoclastia. L'equilibrio è la sfida. 
Andante ottobre 2001 

Fissata il 21 aprile 2002 l'inaugurazione dell'Auditorium di Roma
In quella data si chiuderà l’affannosa e intricata vicenda legata al grande centro musicale della Capitale.  Per farla funzionare questa struttura si è pensato a un modello gestionale nuovo. Verrà fondata una associazione di cui faranno parte il Comune, l’Accademia di S. Cecilia e Musica per Roma. Queste tre entità nomineranno un responsabile del cartellone generale, tenendo conto dell’attività delle due istituzioni facenti parte del consiglio direttivo, ma accogliendo anche le proposte delle altre realtà musicali romane o le ipotesi fatte da imprenditori privati.
Il Sole 24 Ore.com ottobre 2001

Teatro dell'Opera a caccia del pubblico
Al cartellone 2001 del Teatro dell'Opera era stato rimproverato un eccesso di ricercatezza. Saggiamente, per la stagione 2002 il "lirico" romano ha adottato una linea diversa. Sono almeno otto i titoli popolari o di repertorio: Trittico e Racconti di Hoffmann, Adriana Lecouvreur e Vedova allegra, Don Giovanni e Pagliacci, Elisir d'amore e Madama Butterfly. Non mancano lavori nuovi e rari ma l'orientamento è quello di riavvicinare il grande pubblico. Aumenta sensibilmente, poi, il numero delle rappresentazioni (oltre 110) e dei balletti rispetto alla stagione in corso. E in cantiere c'è il progetto, per l'estate, di un'opera a Piazza del Popolo.
Il Messaggero 9.10.2001

In UK miliardi per le strutture per la danza ma pochi soldi a danzatori e coreografi
Rimesso a nuovo anche grazie ad un finanziamento della National Lottery di 5,3 milioni di sterline (16 miliardi di lire), domani sarà riaperto The Place, uno dei templi della danza a Londra.  22 milioni di sterline, di cui 12 dai fondi della lotteria nazionale, sono stati spesi per rinnovare il Laban Centre, e, sempre nella capitale, 8 milioni di sterline sono andati al Stratford Circus. Entrambi sono istituzioni dedicate alla danza. In Scozia, a Glasgow ed a  Edimburgo sono in costruzione strutture destinate alla danza, così come Leeds. Rimane tuttavia il dubbio che questa ricchezza di strutture possa effettivamente dare una spinta al mondo della danza: infatti, nonostante tutto, i migliori coreografi si trovano ancora a dover affrontare gravi difficoltà logistiche, e i lavoratori della danza sono tra i peggio pagati del Regno Unito. La loro paga settimanale varia da un minimo di 275 sterline (825 mila lire) a un massimo di 375 (1.125.000 lire).
Telegraph 9.10.2001

La curiosa gestione dei diritti da parte della SIAE
La trasmissione RAI Report ha puntato l'indice sulle modalità di gestione dei diritti d'autore da parte della Società italiana autori editori. Ne è uscito, ad esempio, che la sigla di Onda verde. Viaggiare informati rende agli autori un miliardo all’anno, più o meno quanto l’esecuzione italiana dell’opera omnia dei Beatles. Il diritto d’autore è una sacrosanta conquista, ma come sempre, in Italia, la legge non è uguale per tutti. Ad esempio, la SIAE pare avere una particolare attenzione per tutto ciò che riguarda la musica e la tv, un po’ meno per il resto. La SIAE, più che occuparsi delle opere di Mario Luzi o di Alda Merini, sembra interessata al business delle suonerie dei telefonini, alle musiche diffuse in sottofondo, a sospetti concerti eseguiti nelle chiese alle 9 del mattino senza pubblico. Il reportage di Bernardo Iovene ha permesso di alzare il velo su strani criteri di ripartizione degli introiti SIAE: nonostante tutto venga fatto secondo le regole, ma quello che l’inchiesta dimostra è che queste regole devono essere riviste al più presto. La SIAE amministra 1.000 miliardi all'anno.
Corriere della sera 5.10.2001

I teatri Off Broadway in difficoltà ma resistono
Grazie anche ad un pubblico fidelizzato con gli abbonamenti e a campagne di promozione con sconti sui biglietti - 50% in meno se si presenta il biglietto a dimostrazione che si è assistito ad un altro spettacolo - molti teatri Off-Broadway non sono stati costretti a chiudere.
The New York Times 4.10.2001 (*)

Broadway in ripresa
Secondo i dati della League of American Theatres and Producers la vendita di biglietti per gli spettacoli di Broaway è in ripresa. Alcuni show - 42nd Street, Cabaret e il debuttante Urinetown - hanno venduto tra l'80% e il 98% dei posti in sala. Anche il turismo segna un lieve progresso.
BBC News 3.10.2001

Love scatenata
Courtney Love, già protagonista di un processo contro la sua casa discografica accusata di averle riservato un trattamento sleale, ha iniziato un processo contro i componenti della band Nirvana e l'etichetta Universal Music Group per il possesso dei diritti della musica del gruppo. La Love è stata la moglie di Kurt Cobain, leader e cantante dei Nirvana, morto nel 1994.
BBC News 3.10.2001

Riaa e Mpaa trascinano in tribunale FastTrack
La Recording Industry Association of America e Motion Picture Association of America hanno intentato una causa legale contro FastTrack, società con sede ad Amsterdam, rea di aver messo a punto una tecnologia che consente lo scambio di file tra computer via Internet. La tecnologia di FastTrac è alla base dei diffusissimi programmi Kazaa e Morpheus.
La Repubblica.com 4.10.2001

Il sito di FastTrack.

Calano del 5% le vendite di CD
Sotto accusa la possibilità di copiare i CD utilizzando il PC. La vendita di CD-R è cresciuta dell'80%. Nella sola Germania, la vendita di CD è calata del 13% mentre la vendita di CD-R è cresciuta del 130%. Le case discografiche stanno studiando il sistema per rendere impossibile la copia.
Independent 2.10.2001

Una legge per limitare la forza delle major
Una legge proposta dal deputato democratico Rick Boucher cerca di limitare il potere delle major del disco nella creazione di siti per il download della musica introducendo regole a protezione dei siti indipendenti. Le case discografiche sono furiose.
BBC News 1.10.2001

 

(*) Gli articoli del New York Times sono disponibili registrandosi gratuitamente.