Arti

Archivio soggetti

  Novembre - Dicembre 01

Precedente Seguente

Panem et circenses
Pubblicata la classifica delle mostre più visitate d'Italia nel 2001. Roma piazza 12 mostre nelle prime 20 posizioni. Il primato spetta a Sangue e arena al Colosseo sui giochi dei gladiatori: 1.327.000 visitatori con una media quotidiana di quasi 7.500 ingressi.
Mentre l’anno scorso 11 città si dividevano i primi venti posti, quest’anno sono soltanto 5: Roma, Venezia, Milano, Treviso e Padova. Sono scomparse Bergamo, Brescia, Genova, Torino, Trieste, Mantova, e soprattutto Firenze.
KwArt 21.12.2001

Donna barbuta sempre piaciuta. L'impietoso Freud ritrae la regina d'Inghilterra
Da lui c'era da aspettarsi il peggio. Famoso per i suoi ritratti di nudi nei quali i corpi sono spietatamente analizzati nelle oro forme, Lician Freud non solo non ha spogliato la regina Elisabetta, ma ha mostrato un approccio meno caustico del solito alla modella, che appare, con grande sollievo dei monarchici, coronata. Giusto un riflesso del vestito sul mento e collo danno una leggera impressione di barba....
The Guardian 21.12.2001

Eurostile
Che cosa rappresenta l'iconografia sugli euro? Leggi qui per saperlo.
Exibart 20.12.2001

Mobili provenienti dalla famiglia Rothschild all'asta di nascosto
Da Drouot a Parigi sono andati all'asta mobili antichi di provenienza misteriosa, ma, con ogni probabilità, parte del patrimonio espropriato dai nazisti ai Rothschild. Il catalogo della vendita tace sulla origine dei pezzi.
Liberation 20.12.2001

L'arte per ragazzi può non essere infantile
Una mostra di arte contemporanea per ragazzi che colpisca anche gli adulti. Seeing, la mostra aperta presso la Boone Children's Gallery del Los Angeles County Museum of Art, sembra raggiungere l'obiettivo che gli organizzatori si erano posti commissionando nove installazioni ad artisti residenti nell'area di Los Angeles, normalmente non avvezzi a produrre per i ragazzi. Le regole che i curatori avevano imposto erano tre: che le opere esprimessero il concetto del vedere; che esse incorporassero un oggetto della collezione permanente del museo; che esse fossero ugualmente attrattive per i ragazzi e per gli adulti. Gli artisti hanno assolto il compito con successo affiancando alle modalità di relazione con l'arte tipiche dei ragazzi una complessità comparabile con quella di una mostra destinata al pubblico adulto.
Los Angeles Times 19.12.2001

Quando le parole perdono senso: l'avanguardia non è d'avanguardia
Flaminio Gualdoni, nel suo pamphlet Il trucco dell'avanguardia, sostiene che l’avanguardia ha vissuto, fra l’inizio e la fine del ’900, un ribaltamento radicale. Nasce minoritaria, aggressiva, orgogliosa in fondo di essere emarginata rispetto alle mode. E si ritrova a incarnare l’arte ufficiale: da antagonista a unità di misura del gusto dominante. 
Corriere della sera 17.12.2001

Sotheby's verrà messa in vendita
La mossa, annunciata ieri dal consiglio di amministrazione, segue la condanna del presidente Alfred Taubman per frode. In prima fila per l'acquisto viene indicata la Phillips de Pury & Luxembourg, società d'aste rivale che fa capo a Lvmh e che sta conducendo una politica aggressiva per guadagnare quote di mercato ai due giganti Sotheby's e Christie's.
Il Sole 24 ore 14.12.2001 

L'aereo spia fatto a pezzi diplomaticamente indifendibile. Censurato!
Alla esposizione di scultura franco-cinese in corso a Shenzhen, Huang Yong Ping, artista francese le cui opere sono state esposte alla Biennale di Venezia del 1999 e a quella di Shanghai l'anno passato, aveva scelto di rappresentare l'aereo spia americano, al centro di un incidente diplomatico tra USA e Cina questa primavera, diviso in 5 pezzi collocati in scatole da imballaggio per la restituzione. 
La diplomazia francese ha ritenuto l'opera indifendibile dopo gli attentati dell'11 settembre. Di conseguenza, i francesi hanno chiesto e ottenuto il ritiro dell'opera, la cui realizzazione era stata finanziata dal museo di Shenzhen.
Ugualmente, dal catalogo è sparita l'intervista a Huang Yong Ping, nella quale egli si dichiarava critico verso lo strapotere USA nel mondo.
Liberation 12.12.2001

Libertà di provocare o autocensura? Un nuovo puritanesimo si affaccia nel mondo delle arti

Questo avrei saputo farlo anch'io! Sì, ma non l'hai fatto!
L'opera con la quale Martin Creed ha vinto il Turner Prize è costituita da lampade che si accendo e spengono collocate in una stanza vuota alla Tate Gallery. Che cosa fa di essa un'opera d'arte? Sicuramente il contesto induce questa percezione, ma una realizzazione tanto minima pone il problema della capacità del pubblico di leggere un'opera d'arte abbandonando schemi interpretativi preconcetti, la percezione dell'arte come espressione delle capacità realizzative e manuali dell'artista, la presentazione evidente dei significati.
The Guardian 11.12.2001

"Appoggio gli artisti che hanno qualcosa da dire e hanno le palle per farlo"
Parole sante quelle pronunciate da Madonna nel consegnare a Martin Creed l'assegno di 20.000 sterline (60 milioni di lire) del Turenr Prize. A ben vedere, la pop star ha efficacemente sintetizzato la ben più prolissa motivazione stilata dai giudici del premio che, tra l'altro, recita: "I giudici hanno ammirato la sua audacia nel presentare alla mostra un solo lavoro e hanno sottolineato la sua forza, rigore, spirito e sensibilità per il luogo."
The Guardian 10.12.2001

Martin Creed vince il Turner Prize
"Quello che Creed ha fatto è stato di rendere minima l'arte minimalista dematerializzandola - togliendola dal mondo della cultura capitalistica frenetico e commercializzato."  Al Turner Prize Creed ha presentato una installazione intitolata The Lights Going On and Off, costituita da una stanza vuota con delle luci che si accendono e spengono.
BBC News 9.12.2001

Domenica si assegna il Turner Prize: mondo dell'arte in fibrillazione
Alla presenza di Madonna, domenica verrà annunciato il vincitore del premio più mediatico dell'arte contemporanea inglese.
The Time 7.12.2001

Sotheby's e Christie's: il duopolio del gatto e della volpe
Per fare fronte al calo dei profitti che Sotheby's e Christie's hanno subito tra il 1992 e il 1994, Sir Anthony Tennant, presidente di Christie's, e A. Alfred Taubman, suo omologo di Sotheby's si sono accordati per imporre ai clienti alte commissioni, non facendosi concorrenza nel mercato dell'arte da essi dominato. 
Il sistema funzionò alla perfezione anche perché altri scandali - contrabbando illegale di opere dall'Italia, scavi archeologici illegali in Italia e India - contribuirono a tenere lontana l'attenzione. 
La bomba scoppiò alla vigilia di Natale del 1999, quando si apprese che Christopher Davidge, amministratore delegato di Christie's, stava lasciando il suo posto con una liquidazione di 8 milioni di dollari (16 miliardi di lire). Subito dopo si seppe che Christie's aveva raggiunto un accordo con il dipartimento anti-trust della giustizia USA secondo il quale egli avrebbe testimoniato, in cambio dell'immunità, riguardo all'esistenza dell'accordo. Questa mossa ha consentito a Davidge di sfruttare i vantaggi offerti dalla legge USA a chi per primo confessa una violazione delle leggi anti-trust, e di non essere processato. Di conseguenza Christie's ha lasciato il concorrente Sotheby's nei guai fino al collo, sia sotto il profilo giudiziario che commerciale.
The Guardian 7.12.2001

A. Alfred Taubman, ex-presidente di Sotheby's, condannato per truffa
A. Alfred Taubman, ex-presidente e principale azionista di Sotheby's, è stato giudicato colpevole dal tribunale di Manhattan di aver mantenuto artificialmente alti i prezzi delle commissioni di vendita accordandosi segretamente con la società d'aste concorrente Chrisite's. 
Taubman rischia fino a tre anni di reclusione e una pesante multa. L'entità della condanna verrà stabilita il 2 aprile 2002. 
La sentenza colpisce pesantemente Sotheby's, la cui vendita, della quale si mormora da molto tempo, sembra ormai inevitabile.
The Art Newspaper 6.12.2001

Torino capitale italiana dell'arte contemporanea
Torino è sempre di più un punto di riferimento in Italia per l’arte contemporanea d’avanguardia e di ricerca. Nel mese di novembre la città ha offerto una incredibile quantità di eventi concomitanti, inaugurando una serie di mostre ed iniziative pubbliche di particolare interesse, alcune delle quali saranno ancora in corso nei prossimi mesi.
Exibart 4.12.2001

Sotheby’s annuncia perdite per 41,3 milioni di dollari nel terzo trimestre
Le perdite sono causate dal calo degli introiti del 12%, da 254,7 milioni di dollari dei primi 9 mesi dello scorso anno a 225,2 del 2001. Nonostante i recenti licenziamenti abbiano fatto risparmiare 50 milioni di dollari, le spese che maggiormente incidono sul bilancio sono quelle degli stipendi per gli specialisti al servizio della casa d'aste. Accanto ad esse, pesa molto anche la colossale multa per violazione della legge anti-trust, comminatale per aver stretto con  Christie's un patto per mantenere alti i prezzi delle commissioni.
The Art Newspaper 4.12.2001

Ritratto di Omai di Joshua Reynolds venduto per 10,34 milioni di sterline
All'asta da Sotheby’s il quadro ha raggiunto la quotazione record per Reynolds di oltre 31 miliardi di lire. L'acquirente è stato il gallerista londinese,  specializzato in pittura inglese degli ultimi 3 secoli, Guy Morrison che lo ha giudicato il più interessante pezzo messo sul mercato negli ultimi 25 anni. Morrison ha affermato di non avere un acquirente per questo livello di prezzo.
The Art Newspaper 3.12.2001

"New York non è un città americana ma una città universale"
Lo sostiene l'artista francese Noël Pasquier, a New York l'11 settembre per una esposizione, che prosegue: "Ho avuto l'impressione che fosse tutto il mondo a crollare." La sua testimonianza rappresenta una delle possibili reazioni di fronte all'attacco alle torri gemelle della numerosa comunità di artisti non americani residente a New York, le cui posizioni sono meno vicine al patriottismo espresso dalla maggioranza dei loro colleghi USA.
Le Monde 28.11.2001

Sotheby's e Christie's finalmente conquistano Parigi
Dopo 400 anni di monopolio statale delle aste e dopo lunghe esitazioni nella approvazione definitiva delle regole per il settore, Sotheby's terrà giovedì la sua prima asta ufficiale in terra francese, precedendo di pochi giorni Christie's.
Le Monde 27.11.2001

35 sterline per acquistare un'opera d'arte al buio
La Secret exhibition del Royal College of Art di Londra mette in vendita per 35 sterline (120 mila lire) opere d'arte tanto di artisti famosi quanto di sconosciuti studenti. Il nome dell'artista è svelato solo dopo l'acquisto.
BBC News 21.11.2001

Montezemolo illustra l´edizione 2002 di ArteFiera
Con queste parole Luca di Montezemolo, presidente di Bologna Fiere e della Ferrari, presenta nel tempio berlinese dell´arte contemporanea l´edizione 2002 di Arte Fiera, la mostra-mercato che si terrà a Bologna dal 24 al 28 gennaio 2002: "Abbiamo scelto Berlino per presentare la più importante manifestazione italiana d´arte contemporanea perché la capitale tedesca è da sempre sede di una cultura architettonica e pittorica d´avanguardia. Sono molti gli artisti e i critici italiani che hanno rapporti con la Germania. Inoltre proprio alla Neue Nationalgalerie di Berlino, nel `94 fu ospitata una mostra della Ferrari."
La Stampa 20.11.2001

Allo Smart di Amsterdam le nuove tendenze interpretate da giovani artisti di tutto il mondo
L' edificio è un ex ospedale psichiatrico, trasformato con lentezza e tenacia nel più esteso laboratorio creativo di Amsterdam, da un gruppo di ragazzi convinti che la città avesse bisogno di maggiore sperimentazione artistica. Il nome Smart dietro all'apparente traduzione letterale, (intelligente, sveglio, acuto) nasconde un altro significato: le prime due lettere indicano lo Stedelijk Museum, istituzionalmente deputato all'arte contemporanea, che seguite dalla parola art, sembrano svelare il desiderio di rappresentarne una versione aggiornata alle tendenze più attuali. L'impressione generale infatti, è che lo Stedelijk di Rudy Fuchs stia trasformandosi in un museo tradizionalmente inteso, dedito alla conservazione dell'arte moderna piuttosto che alla divulgazione di quella contemporanea.
Allo Smart si cerca invece di intervenire nella fase iniziale di questo processo produttivo, cominciando con l'ospitare nelle sale ampie un tempo adibite ai pazienti, artisti in cerca di uno studio dove lavorare senza doversi preoccupare dell'affitto. Sulle porte, i nomi di molti artisti arrivati da paesi diversi: asiatici, europei e anche qualche olandese.
Il Manifesto 20.11.2001

Presentata ARCO 2002
La 21esima edizione della fiera spagnola di arte si terrà a Madrid dal 14 al 19 febbraio 2002. Vi prenderanno parte 256 gallerie provenienti da 32 paesi. La fiera sarà centrata sul tema del rapporto tra le opere e lo spazio che le accoglie. L'Austria è stata scelta come paese invitato.
El Mundo 19.11.2001

Artisti contemporanei a congresso contro la divisione in discipline dell'arte.
Al terzo Congrès interprofessionnel de l'art contemporain, tenutosi a Nantes, è tempo di bilanci. A 20 anni dall'istituzione dei Fonds régional d'art contemporain, il congresso ha dato la parola agli artisti. Questi hanno sostenuto, tra l'altro, l'idea che la creazione artistica sembra essere una entità trasversale sempre meno afferrabile e circoscrivibile in confini certi, definibile piuttosto per negazione: né arte, né musica, né danza, né teatro, né cinema, né opere. Assecondando questa tendenza, il ministro Catherine Tasca ha annunciato la creazione di un fondo per il sostegno alle arti trans: transdisciplinari, tra(n)sgressive.
Liberation 17.11.2001

30 milioni di dollari all'anno risparmiati grazie agli accordi sottobanco tra Christie's e Sotheby's
La cifra è stata calcolata durante il processo in corso all'ex presidente di Sotheby's, A. Alfred Taubman, accusato di essersi accordato sui prezzi delle commissioni con il concorrente.
Art net Magazine 16.11.2001

Turner Prize: il più importante premio per le arti contemporanee. Sarà poi vero?
Secondo il bando, il premio è assegnato ad un artista sotto i 50 anni per una strabiliante esposizione del suo lavoro avvenuta prima del 24 maggio 2001. Tuttavia, a guardare la lista degli artisti selezionati, si direbbe che essi devono rispettare ben altri criteri e che solo un certo tipo di creatori può aspirare al premio. Gli altri, in particolare coloro che non fanno parte del novero dei veramente contemporanei, sono tagliati fuori.
Financial Times 13 .11.2001

Male la vendita di Impressionisti da Sotheby's
La vendita di 38 pezzi di Impressionisti - Pissarro, Degas and Picasso - e di artisti moderni ha dato un risultato di 33,1 milioni di dollari, al di sotto dei 38 milioni previsti. 13 opere sono rimaste invendute. Il pezzo più quotato è stato La Rue Saint-Lazare di Pissarro, venduto per 6,6 milioni di dollari (14 miliardi di lire).
The New York Times 8.11.2001 (*)

Asta sorprendente da Christie's
Record per un Léger e un Miró battuti all’asta da Christie’s a New York. Le Moteur di Léger ha toccato i 16,7 milioni di dollari (oltre 33 miliardi di lire) mentre Il ritratto di Mme K di Miró è stato acquistato per 12,6 milioni di dollari (oltre 25 miliardi di lire). Il totale delle vendite è stato di 108,9 milioni di dollari. Christopher Burge, presidente onorario di Christie's, ha detto: "Visti gli eventi di New York e nel mondo, che avrebbero potuto preludere a un periodo difficile, le vendite sono andate contro ogni regola."
The New York Times 7.11.2001 (*)

Biennale d'arte di Venezia si è chiusa con una serie di record
Record per la superficie espositiva conquistata, record per le presenze di partecipazioni nazionali (63, il più alto nella sua storia) e infine, il più gradito di tutti, record degli ultimi venti anni per il numero di visitatori: 243.000 circa gli ospiti paganti, con un incremento del 24% rispetto alla precedente edizione del 1999. Di questi, la metà erano giovani under 26. Quale è stata la formula vincente della Biennale 2001? Certamente la figura carismatica e "anarchica", non legata a cordate particolari, del curatore svizzero Szeemann, cui va aggiunta una buona dose di preveggenza che strisciava tra le opere degli artisti in mostra, magici anticipatori del proprio tempo, nel bene e nel male.
Il Manifesto 7.11.2001

Due ex-responsabili vaticani accusati di vendere capolavori erroneamente attribuiti ai Maestri antichi
Monsignor Michele Basso, ex-amministratore del Capitolo di San Pietro, e Monsignor Mario Giordana, già in forza all'ambasciata vaticana in Italia, sono stati accusati di aver tentato di vendere a istituzioni quali il Metropolitan Museum di New York e la National Gallery di Washington opere falsamente attribuite a Michelangelo, Guercino e Giambologna. Il procuratore Francesco Polino ha rimandato a giudizio 14 persone con l'accusa di frode.
The Guardian 7.11.2001

L'arte presa dai nazisti agli ebrei sul mercato dopo la restituzione
Il 6 novembre sarà battuto all'asta a new York un Klimt già proprietà della famiglia ebrea austriaca Danilowatz fino al 1939 e poi dal 1961 in esposizione alla Galerie Belvedere di Vienna. I mercanti d'arte, Sotheby's e Christie's in testa, stanno iniziando ad offrire sul mercato le opere prese con la forza dai nazisti a collezionisti ebrei. Dopo la restituzione dei quadri agli eredi, molte delle famiglie che ora li possiedono non sono in grado di tenerli, vuoi per l'alto costo della custodia, vuoi per il grande numero di discendenti che hanno titolo per loro possesso. La vendita diventa dunque la soluzione più consona alla situazione. Le case d'asta, sempre in cerca di oggetti di valore in un mercato che ne offre molto pochi, sono ben felici di approfittare della situazione. Meno contenta l'opinione pubblica austriaca, che vede molti capolavori prendere la strada dell'estero, rinfocolando sentimenti anti-ebrei.
The Art Newspaper 5.11.2001

Arte o showbiz?
La annunciata presenza di Madonna il 9 dicembre alla consegna del Turner Prize segna una svolta che sposta il focus dell'avvenimento sul piano dello spettacolo. È questo il canto del cigno di Londra centro dell'arte contemporanea? La Tate Modern è il sipario che si chiude su un decennio sensazionale?
Telegraph 3.11.2001

Ottimismo alla Fiera di Colonia
La 35esima edizione della più antica fiera d'arte manda un segnale di ottimismo e di tenuta del mercato.
El Pias 2.11.2001

Grandi manovre per le case d'asta francesi
La fine del monopolio pubblico delle aste d'arte ha scosso il mercato francese. Le 10 più grandi case d'asta sono state oggetto degli appetiti dei maggiori gruppi mondiali del settore e, per converso, la fusione è per loro la più sicura possibilità di restare sul mercato. Di esse, 5 hanno già stretto accordi o sono state acquistate da Bernard Arnault,  Francois Pinault, Artcurial, Sotheby’s e Christie’s. Le rimanenti stanno suscitando l'interesse di Pierre Bergé, già direttore dell'Opera Bastille, e manager di Yves St Laurent per 30 anni, attualmente, dopo la cessione delle altre attività del gruppo di YSL a François Pinault, alla guida della sua divisione Haute Couture.
The Art Newspaper 2.11.2001

Un quadro di Andrea del Sarto ricompare dopo 350 anni
Una Madonna con il Bambino di Andrea del Sarto, mai più visto in pubblico dopo l'esecuzione di Carlo I nel 1649, è ricomparsa a Londra. Il quadro è stato acquistato da un collezionista americano credendolo una copia.
BBC News 1.11.2001

La dispersione dell'arte afgana
Già prima della guerra e della distruzione dei Buddha di Bamiyan, l'arte afgana è stata oggetto di contrabbando e vendita illegale fuori dal suo paese di origine. Pezzi pregiati cominciano discretamente a fare la loro comparsa sul mercato USA ed europeo.
The New York Times 1.11.2001 (*)

L'archivio degli articoli sulla dispersione dell'arte afgana pubblicati da The Art Newspaper.

 

(*) Gli articoli del New York Times sono disponibili registrandosi gratuitamente.