Archivio
  15.6.02 - 18.6.02

 Precedente Seguente

 

  Arti

Complimenti Mr Okwui Enwezor!
The New York Times 18.6.2002

Documenta passa l'esame a pieni voti
Mai la critica è stata tanto unanime nel valutare positivamente una edizione di Documenta. Mai il catalogo dei partecipanti aveva preso in considerazione una varietà di artisti così ampia, tanto da offrire effettivamente veramente universale dello stato dell'arte contemporanea.
Frankfurter Allgemeine Zeitung 16.6.2002

 

  Spettacolo

Pina Bausch a Parigi con Agua
Pina Bausch e il suo Tanztheater di Wuppertal presentano a Parigi dal 18 al 30 giugno lo spettacolo Agua, concepito durante un soggiorno della coreografa e danzatrice in Brasile a Rio, San Paolo e soprattutto a Bahia.
Le Monde 17.6.2002

 

  Cinema

Hollywood in debito di fantasia
Gli ultimi 4 film di grande successo nel genere fantastico sono stati Harry Potter e la pietra filosofale, Il Signore degli Anelli, Star Wars L'attacco dei cloni e Spider Man.
Di questi, solo Star Wars è nato come film, mentre gli altri 3 sono trasposizioni di opere letterarie e di fumetti. Una rivincita del libro e della capacità della parola scritta di trasportare il lettore in mondi fantastici, dunque?
The New York Times 16.6.2002

 

  Beni culturali

Il libro elettronico ha successo in biblioteca
Più di 7.300 biblioteche USA mette a disposizione dei lettori attraverso i loro website da alcune centinaia a diverse migliaia di libri in formato elettronico. I lettori sembrano apprezzare molto la possibilità di avere i testi 24 ore al giorno 7 giorni alla settimana. Il libro elettronico, che non ha avuto lo sperato successo commerciale, trova una nuova possibilità di diffusione attraverso le biblioteche.
Gli editori tremano.
The New York Times 17.6.2002

Verso l'approvazione della convenzione Unesco per la protezione del patrimonio subacqueo
Dal 17 al 20 giugno a Kingston, Giamaica, sarà messa definitivamente messa a punto dall'Unesco la Convenzione per la protezione del patrimonio culturale subacqueo. Perché abbia validità, essa dovrà essere approvata da 20 nazioni, la qual cosa non sembra essere problematica perché 88 stati si sono già dichiarati favorevoli.
Scopo della convenzione è la protezione dai pirati tanto dei vascelli e delle navi affondate e del loro contenuto, quanto degli edifici o delle città costiere sprofondate sotto il livello dell'acqua.
Le Figaro 17.6.2002

La distruzione delle country house
Più di 1.000 country house sono state demolite nel 20esimo secolo, grossomodo una ogni 6. Il risultato è stato una tragedia culturale e per l'architettura che non ha paragoni in Inghilterra dopo la distruzione dei monasteri avvenuta nel 16esimo secolo. Straordinarie collezioni d'arte furono disperse, alcuni dei giardini e dei paesaggi più formidabili furono abbandonati, e alcuni dei più begli edifici del paese furono rasi al suolo.
Le cause di tutto questo sembrerebbero essere la morte dei proprietari, la carneficina della Prima guerra mondiale che ha ucciso molti degli eredi delle proprietà, le requisizioni durante la Seconda guerra mondiale. 
Ma scavando un po' di più, si scopre che le country house hanno perso la loro importanza parallelamente alla diminuzione del potere dei proprietari terrieri, i Lord, in conseguenza delle riforme della vita polita inglese in senso democratico.
Quando ciò accadde all'inizio del 20esimo secolo, molti dei proprietari che possedevano diverse country house acquisite grazie ai matrimoni tra famiglie nobili, spinti dall'aggrazio dei costi e delle imposte, hanno venduto quelle che ritenevano in sovrappiù. Queste sono poi state demolite dai nuovi possessori. Solo negli anni '60, quando ormai molto del danno era fatto, è stata iniziata una politica volta ad arginare i fenomeno attraverso aiuti finanziari e regolamentazioni più severe.
Telegraph 15.6.2002

 
  Musei

Jack Lohman nominato direttore del Museum of London
Jack Lohman, attualmente direttore di Iziko, una organizzazione che gestisce 15 musei a Cape Town tra cui il South African Museum e il South African National Gallery, è stato scelto per dirigere il Museum of London, in sostituzione di Simon Thurley, diventato diretore di English Heritage.
Lohoman ha una vasta esperienza cosmopolita. Di origini polacche, ha lavorato nei musei di 4 continenti. Pur non essendo uno specialista della storia di Londra, la sua esperienza nella organizzazione e nella presentazione delle collezioni può essere difficilmente eguagliata.
The Art Newspaper 15.6.2002

 
  Architettura

Rem Koolhaas un genio poco adatto a fare le cose in grande
Come architetto Rem Koolhaas è un precursore. Come pianificatore urbano un irresponsabile.
Nonostante l'incontestabile genialità delle sue intuizioni teoriche e la sorprendente innovatività delle sue realizzazioni, la prova che Koolhaas ha dato di sé come pianificatore urbano nel progetto di Euralille, l'hub dei trasporti realizzato a Lille, Francia, ha fallito lo scopo di rivitalizzare quella parte della città: prestando, come sua abitudine, poca attenzione ai dettagli, ha creato un ambiente povero e deprimente.
The American Prospect 17.6.2002

 

 
torna all' inizio della pagina