Archivio
  18.5.02 - 24.5.02

 Precedente Seguente

 

  Arti

Callum Innes vince il Jerwood painting prize
All'artista minimalista scozzese sono andate le 30.000 sterline (48.000 euro) del premio.
BBC News 22.5.2002

Pulire a regola d'arte
Mierle Laderman Ukeles, 62 anni, è artist-in-residence del New York City Department of Sanitation dai primi anni '80. Detto in termini più vicini alla realtà italiana, è un po' come se, ad esempio, fosse l'artista ufficiale dell'AMSA, l'aziende municipale che raccoglie la spazzatura dalle case dei milanesi.
Mierle ha una storia che merita di essere raccontata. Originaria di Danver, arrivata a New York negli anni '60 per frequentare il college, Mierle si è trovata presto divisa tra due vite che non era in grado di conciliare: la prima legata alla sua famiglia e ai figli, la seconda al desiderio di essere un artista. Se si dedicava alla prima, viveva la frustrazione di non seguire la sua inclinazione; se si abbandonava a questa, la sua vita familiare andava a rotoli.
Stanca di questa situazione, Mierle ha deciso di unire le due cose: "Questo è stupido, si è detta, io sono l'artista e a me spetta decidere che cosa è Arte."
Detto fatto, ha raccolto le sue idee nel Manifesto for Maintenance Art, 1969, che è apparso sulla rivista di arte contemporanea Artforum. In esso Mierle ha scritto: "Sono un artista. Sono una donna. Sono una moglie. Sono una madre. (Messi in ordine casuale) Lavo come una pazza, pulisco, cucino, mi prendo cura, aiuto. E faccio anche arte, finora in separata sede. Ma ora io farò le stesse cose e le porterò alla coscienza mettendole in mostra come arte."
Da allora la carriera artistica di Mierle Laderman Ukeles è stata un susseguirsi di performance il cui scopo è di valorizzare il lavoro di quelli che si occupano delle pulizie, fino a diventare la portabandiera dei 10.000 lavoratori della raccolta dell'immondizia della città di New York.
The New York Times 20.5.2002

 

  Spettacolo

Bernard Haitink nominato direttore della Staatskapelle Dresden
Bernard Haitink, 73 anni, attualmente direttore della Royal Opera House di Londra, è stato nominato direttore della Staatskapelle di Dresda. Egli ricopre il posto resosi vacante in seguito alla scomparsa del maestro Giuseppe Sinopoli.
Haitnik dirigerà l'orchestra tedesca a partire dalla stagione 2002/2003.
Andante 23.5.2002

L'australiano Michael Lynch nominato direttore del South Bank Centre di Londra
Già direttore della Sydney Opera House, Michael Lynch, 51 anni, è stato scelto per dirigere uno dei centri culturali più importanti ed in crisi di Londra.
The Independent 23.5.2002

Video danza al festival Art Rock di Saint-Brieuc
Il duo di danzatori coreografi tedeschi Klaus Obermaier e Chris Haring si è esibito al festival Art Rock con il loro spettacolo intitolato DAVE (Digital Amplified Video Engine).
La performance si basa sui movimenti eseguiti in scena da Haring che sono ripresi ed elaborati da Obermaier. I movimenti sono poi proiettati su uno schermo. L'immagine riprodotta propone le metamorfosi possibili e impossibili del corpo del danzatore, superandone i limiti fisici e estetici, dissolvendola distinzione tra reale e virtuale attraverso la creazione di una fusione illusoria tra uomo e tecnologia.
Liberation 22.5.2002

Il Theater am Turm di Francoforte chiude all'avanguardia
In Germania non tornano i conti delle spese per la cultura e gli spettacoli d'avanguardia sono i primi a farne le spese.
Dopo la bancarotta del governo cittadino di Berlino anche a causa delle ingenti spese per le strutture culturali, dopo i tagli al bilancio della cultura operati da Amburgo e Brema, è ora la volta di Francoforte dove il Theater am Turm - TAT, già palcoscenico dell'avanguardia tedesca sul quale sono state rappresentati lavori di Joseph Beuys, Claus Peymann, Peter Handke, Rainer Werner Fassbinder, Ulrich Waller, Tom Stromberg, è destinato a ricoprire un ruolo subalterno al più tradizionale e finanziariamente più ricco Teatro municipale.
La situazione è l'effetto delle indecisioni dei politici locali, che non hanno saputo valorizzare l'esperienza del TAT decidendo se il teatro d'avanguardia fosse nelle priorità della città e quanto denaro avrebbero dovuto investire per sostenerlo.
Di fatto, il TAT è stato prima colpito dal taglio dei finanziamenti pubblici, poi snaturato nella sua identità dalla direzione artistica di Robert Schuster e Tom Kühnel, che hanno puntato su testi classici come Euripide e Brecht, cercando in questo modo di andare incontro ai gusti di un pubblico più vasto, ma di fatto tradendo la natura della storica sala. Il risultato di queste scelta artistica è che ora il ruolo del teatro si è ulteriormente ridotto: esso si dedicherà unicamente alla danza e a ospitare compagnie di giro.
Frankfurter Allgemeine Zeitung 20.5.2002

 

  Politiche culturali

Manchester si mette l'abito buono
Dopo Londra, è ora Manchester la città inglese ad essere protagonista di una sarabanda di inaugurazioni di nuovi edifici per la cultura e il tempo libero, finanziati con molti milioni di sterline provenienti dai fondi della lotteria nazionale.
La prima inaugurazione avverrà il 25 maggio, con l'apertura della vittoriana Manchester Art Gallery, rinnovata da Michael Hopkins; seguirà il 27 giugno quella del Piccadilly Gardens, un giardino urbano progettato da Tadao Ando; il 5 luglio aprirà lo Imperial War Museum of the North realizzato da Daniel Libeskind; chiuderà la serie il 25 luglio l'inaugurazione del City of Manchester Stadium, un progetto di Arup Associates.
È la prima volta dal 1939, da quando cioè l'architetto Owen Williams costruì il palazzo per il Daily Express, che Manchester occupa le cronache per la qualità degli edifici costruiti, e non per la loro bruttura, caratteristica delle maggiori realizzazioni degli anni Sessanta e Settanta.
Telegraph 24.5.2002

Beni culturali e naturali in garanzia per finanziare le grandi opere pubbliche
Qualora un decreto del ministro delle finanze Tremonti venisse approvato anche dal Senato, i beni culturali e naturali di proprietà dello stato potrebbero essere conferiti alla Patrimonio dello Stato SpA, società il cui compito è la vendita del patrimonio dello stato per ripianare il deficit.
Questa ipotesi ha sollevato la protesta di Comitato per la Bellezza, Fai, Greenpeace, Italia Nostra, Lac, Legambiente, Marevivo, Vas, Wwf.
Il ministro della cultura Giuliano Urbani ha assicurato che, anche qualora i beni culturali fossero venduti, questo non potrebbe avviene senza il consenso del suo ministero e comunque la vendita non modificherebbe i vincoli di protezione che gravano su di essi.
Le associazioni hanno ritenuto insufficienti le assicurazioni del ministro, e hanno sottolineato che, contrariamente a quanto avviene per i beni culturali, non è previsto nessun controllo da parte del ministero dell'ambiente sulla vendita dei beni naturali.
KW Art 21.5.2002

 

  Beni culturali

Pochi fondi e la collezione Fürstenberg prende il volo
A causa della carenza di fondi pubblici, la collezione di opere e oggetti d'arte che la famiglia Fürstenberg sta disperdendo all'asta non potrà essere acquistata dai musei pubblici del Baden-Württemberg.
Frankfurter Allgemeine Zeitung 23.5.2002

Ritrovato in Inghilterra il corpo di un eunuco del quarto secolo
La conoscenza della vita dei romani in Inghilterra nel quarto secolo d.C. ha trovato nuovo impulso dagli scavi del villaggio di Cataractonium, nei pressi di Catterick nel nord dello Yorkshire, lungo la via che univa Londra al Vallo di Adriano.
Tra i ritrovamenti più interessanti, il corpo di un prete castrato quasi certamente sepolto in abiti femminili. Il suo ritrovamento documenta la diffusione di un culto mistico, la cui esistenza è testimoniata anche da Ovidio, e del quale in Gran Bretagna sono stati trovati altri due reperti: un altare a Corbridge e una pinza per la castrazione ripescata nel Tamigi e ora al British Museum. 
I seguaci di questa religione, che si rifacevano al culto del dio Attis, castratosi per il rimorso di una relazione extra coniugale, erano numerosi e si stabilivano la dove erano accettati dalla popolazione che mal tollerava i loro riti, che secondo Ovidio comportavano alte grida.
Il corpo dell'eunuco era adornato con braccialetti e collane preziose, a testimonianza dell'elevato livello culturale raggiunto dalla civiltà tardo romana in Inghilterra.
Il ritrovamento, che è avvenuto in occasione dei lavori di costruzione di una strada ripropone l'importanza di una regolamentazione che punti a salvaguardare i siti archeologici accidentalmente scoperti durante i lavori di questo tipo, anteponendo le ragioni della ricerca storica a quelle della realizzazione delle opere previste.
The Guardian 22.5.2002

Le biblioteche inglesi subiscono la concorrenza delle librerie
Pur rimanendo a livelli di assoluto rispetto in termini assoluti, il servizio di pubblica lettura in Inghilterra sta faticando a tenere il passo dei cambiamenti nella offerta commerciale e nelle abitudini dei lettori.
Lo rivela una ricerca secondo la quale, nonostante il budget totale a disposizione delle biblioteche a livello nazionale sia rimasto immutato a 1,25 miliardi di euro, negli ultimi 10 anni il numero di visite alle biblioteche è calato del 17%, esse acquistano il 33% di libri in meno, mentre i prestiti sono diminuiti del 25% negli ultimi tre anni.
Secondo quanto affermato dal rapporto, i lettori pensano che le sale delle biblioteche siano scarsamente attraenti e confortevoli e lamentano di non essere in grado di trovare i libri più recenti e di maggior successo. Per contro, le biblioteche sono sempre più usate come luogo per attività organizzate della comunità locale, come sala di studio e per la possibilità che esse offrono di connettersi ad Interent: le biblioteche inglesi metto a disposizione 14.500 computer, 10.000 in più rispetto a 5 anni fa.
La survey ha messo in evidenza anche che i lettori preferiscono ora recarsi nelle librerie, dove non solo possono trovare libri a prezzi scontati, ma anche un bar ed un ambiente accogliente dove rimanere a sfogliare i volumi.
The Guardian 20.5.2002

Recuperati 9 quadri espressionisti rubati a Berlino
Sei opere di Erich Heckel, e una ciascuno di Emil Nolde, Ernst Ludwig Kirchner e Max Pechstein, rubate il mese scorso dal Bruecke museum sono state recuperate dalla polizia in un appartamento della stessa città. Quattro uomini e una donna, ritenuti responsabili del furto, sono stati arrestati.
BBC News 18.5.2002

L'esercito israeliano responsabile di distruzioni e danneggiamenti del patrimonio culturale in Palestina
L'UNESCO, l'organizzazione delle Nazioni Unite che si occupa di cultura, denuncia la deliberata distruzione ad opera dell'esercito israeliano di importanti monumenti nei territori palestinesi e nella striscia di Gaza.
In particolare, sono state distrutte, saccheggiate o fatte oggetto di atti vandalici moschee, case antiche, siti archeologici a Nablus, Betlemme e Hebron, alcuni dei quali erano stati recentemente restaurati con finanziamenti dell'Unione europea e dell'UNESCO .
Sempre secondo l'UNESCO, le distruzioni sono state compiute in modo deliberato contravvenendo a quanto stabilito dalla convenzione dell'Aia del 1954 per la protezione del patrimonio culturale in tempo di guerra, convenzione sottoscritta anche da Israele.
L'Ufficio per il patrimonio culturale mondiale dell'UNESCO ha definito l'accaduto "un crimine contro il patrimonio culturale dell'umanità."
The Art Newspaper 18.5.2002

 
  Musei

Più soldi e personale per il Prado
Eduardo Serra e Miguel Zugaza, rispettivamente presidente e direttore del Museo del Prado, hanno presentato il piano fino al 2004 per il rinnovo e il rilancio della istituzione madrilena.
Le parole d'ordine sulle quali si basa il progetto di ampliamento della sede e di ammodernamento delle attività e dei servizi sono: maggiore autonomia, più soldi e più personale.
In particolare, il budget del museo è stato portato dai 15 milioni di euro del 2000 ai 25,8 milioni del 2001; 3,5 milioni dell'aumento sono allocati per l'assunzione di 100 persone, tra cui 20 specialisti di alto livello come Gabriele Finaldi, attualmente conservatore per la pittura spagnola e italiana alla National Gallery di Londra, nominato vicedirettore responsabile per la conservazione.
Il progetto culminerà nel 2004 con l'apertura dei nuovi spazi ricavati nel chiostro e nella chiesa del padri gerosolimitani, attigua al museo.
El Pais 24.5.2002

Museo macchina da soldi
Uno studio condotto da Mt. Auburn Associates e da Economic Development Research Group e commissionato dal Museum of Fine Arts di Boston ha valutato l'impatto economico dell'istituzione nella regione.
Lo studio sottolinea, tra l'altro, che il museo con i suoi 1.351 impiegati si colloca tra i 33 più importanti datori di lavoro della città, e calcola che esso metta in moto un giro di affari annuale di 221 milioni di dollari. Ulteriori 148 milioni sono generati da attività collaterali.
Lo studio è stato presentato in occasione del lancio della campagna per raccogliere 425 milioni di dollari per costruire una nuova ala del museo. Tuttavia, nonostante le cifre molto positive in esso contenute, le istituzioni pubbliche si sono dimostrate poco inclini a concedere fondi per l'opera.
Boston Globe 23.52002

In mostra i tesori della corona d'Inghilterra
Nuovo museo a Backingham Palace per fare posto alla collezione regale di opere d'arte. 
La prima mostra allestita offre al pubblico 450 pezzi provenienti dalla Royal Collection, vale a dire dalla collezione privata della regina. Questa è considerata la migliore al mondo: formata dai membri della famiglia reale nell'arco di 500 anni, essa comprende dipinti, disegni, mobili, porcellane, argenti, sculture, gioielli, libri, armi e armature, tessili.
Telegraph 22.5.2002

Il MoMA chiude per lavori
Il Modern Art Museum di New York chiude oggi per consentire i lavori di ampliamento della sede del museo secondo il progetto dell'architetto giapponese Yoshio Taniguchi che sarà completato nel 2005 e che consentirà  un aumento della superficie espositiva del 50%.
Il 29 giugno 2002 sarà inaugurata la sede del museo a Long Island City che ospiterà le iniziative del museo fino alla riapertura della sede storica.
ArtNet Magazine 21.5.2002

 
  Architettura

Piano amplia museo di Meier
Lo High Museum of Art di Atlanta è ospitato in un edificio ideato da Richard Meier nel 1983. Contrariamente a quanto ci si sarebbe potuto aspettare, il progetto per la costruzione di una nuova ala dell'edificio non è stato affidato allo stesso architetto, ma al suo posto è stato invece chiamato Renzo Piano conosciuto per la sua sobrietà tanto quanto Meier lo è per la grandiosità.
The New York Times 23.5.2002

Conta più il risultato che l'autore
Secondo un sondaggio commissionato dalla Commission for Architecture and the Built Environment, l'81% degli intervistati ha affermato di essere interessato all'estetica e alle sensazioni trasmesse dall'edificio del quale si servono, ma solo il 16% ha saputo indicare il nome di un architetto vivente.
La lista degli architetti noti è guidata da Norman Foster con il 32%, seguito da Richard Rogers con il 18%. Sorprendentemente Christopher Wren ha totalizzato un 5% di estimatori che lo hanno identificato come un architetto vivente, nonostante sia morto nel 1723. Se ne potrebbe concludere che, sebbene il pubblico si ricordi poco degli architetti, esso doni per contro l'immortalità a quelli che entrano tra i preferiti.
The Guardian 22.5.2002

 
  Ci hanno lasciato

Niki de Saint Phalle
L'artista franco-americana è morta il 21 maggio all'età di 71 anni a san Diego in California.
Pittrice e scultrice, sposata a Jean Tinguely, aveva fatto parte dei nuovi realisti negli anni '60, diventando una figura popolare per la sua arte irriverente.
Le sue opere più conosciute sono le Nana, grottesche figure femminili dalle forme prorompenti, la più nota delle quali fu Hon, creata al Museo di arte moderna di  Stoccolma nel 1966. 
Si trattava di una donna di dimensioni enormi, distesa sulla schiena a gambe aperte. Il pubblico poteva entrarvi attraverso la vagina, scoprendo all'interno un labirinto firmato da Jean Tinguely: una sala per esposizioni, un bar e una sala di proiezione che permetteva di vedere il primo film di Greta Garbo.
Le Monde 23.5.2002
Niki de Saint Phalle
 
torna all' inizio della pagina