Le segnalazioni del 29 ottobre - 4 novembre 2001

Vai all'indice dell'archivio 2001

 

4.11.2001

MEDIA ED EDITORIA

Lo Zecchino d'oro si avvia verso la salvezza
La trasmissione televisiva più popolare dei bambini aveva rischiato quest'anno di saltare per la mancanza di un accordo tra la Rai e l'Antoniano di Bologna. Il probabile esito positivo della trattativa non toglie a Cino Tortorella, ideatore e presentatore storico del programma, l'amarezza per come viene trattata dalla Rai la tv dei ragazzi: "È una vergogna - dice - non gliene frega niente a nessuno. Dicono che non fa audience ma primo non è vero e secondo la Rai dovrebbe puntare ad altri valori, specialmente per i ragazzi. Se si pensa che un adolescente in tv il pomeriggio deve districarsi tra la D'Eusanio e la De Filippi viene da piangere."
Il Messaggero 4.11.2001

 

MUSEI

Calano di visitatori nei musei di Firenze e Napoli
Nel mese di ottobre i visitatori dei musei fiorentini sono stati il 17% in meno rispetto allo stesso mese del 2000, con calo sensibile anche delle vendite nei bookshop. Negativi anche i dati del Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Gli addetti alla biglietteria evidenziano un calo pari almeno al 20-30 per cento rispetto al 2000. A Roma invece il calo non appare rilevante, sia per le grandi mostre - Il Rinascimento alle Scuderie Papali, Klimt, Kokoshka, Schiele al Vittoriano -, sia nei musei, da Palazzo Barberini alla Galleria Borghese.
Il Messaggero 4.11.2001

 

ARCHITETTURA

Un museo che è un'opera d'arte
La appena inaugurata nuova ala del Milwaukee Art Museum disegnata da Santiago Calatrava è una formidabile attrazione per il pubblico. In particolare desta meraviglia la pinna parasole composta da 72 elementi che a comando si alza per riparare la costruzione ed evitarne  l'eccessivo riscaldamento.
Washington Post 4.11.2001

Guarda le foto del Quadracci Pavillion del Milwaukee Art Museum. I link si trovano in fondo alla pagina al paragrafo MAM Images.

 

CRONACA

Lucio Colletti è stato un marxista intelligente
Scrive Mario Tronti in ricordo di Lucio Colletti: "Ci insegnò delle cose. A noi studenti, quando era già assistente di Ugo Spirito per la cattedra di Filosofia teoretica leggeva e commentava la Critica della ragion pura di Kant che, insieme alla Metafisica di Aristotele, erano testo obbligatori di esame. Marx che aveva letto bene Hegel, ci diceva, non aveva letto altrettanto bene Kant. Una tesi non nuova nel pensiero marxista, i revisionisti della Seconda Internazionale ne avevano fatto un motivo di battaglia teorica, ma Colletti allora non era su quelle posizioni, anzi le contrastava. Questo allora imparammo: che si poteva essere contro la dialettica "rivoluzionaria" di Hegel, senza essere riformisti. [...] A un certo punto ci fu una svolta, nemmeno teoricamente motivata, e piuttosto emotivamente gridata. Qualcosa per molti di noi incomprensibile, se non facendo ricorso all'insondabile mistero dell'animo umano. Adesso non possiamo che, in silenzio, guardare con rispetto a questo percorso, ma quanto ci ha fatto arrabbiare! Non erano tanto le sue ultime collocazioni politiche che scottavano, quanto quel risentimento da pensatore pentito."
Il Manifesto 4.11.2001

 

3.11.2001

ARTI

Arte o showbiz?
La annunciata presenza di Madonna il 9 dicembre alla consegna del Turner Prize segna una svolta che sposta il focus dell'avvenimento sul piano dello spettacolo. È questo il canto del cigno di Londra centro dell'arte contemporanea? La Tate Modern è il sipario che si chiude su un decennio sensazionale?
Telegraph 3.11.2001

SPETTACOLO

Diminuzione del sostegno pubblico e patrimonio inconsistente alla base della crisi finanziaria delle orchestre
Nonostante la American Symphony Orchestra League abbia segnalato un aumento di spettatori del 18% negli ultimi dieci anni, le orchestre sinfoniche versano in grave stato di crisi per l'impossibilità di fare fronte alle difficoltà economiche - dovute anche a motivi contingenti come le conseguenze negative sul pubblico dell'attacco dell'11 settembre - a causa del diminuito sostegno pubblico e del risicato patrimonio sul quale le fondazioni possono contare. Ad esempio, mentre il patrimonio della Toronto Symphony Orchestra è di 22 milioni di dollari canadesi (30 miliardi di lire), quello della Chicago Symphony Orchestra è di 168 milioni di dollari USA (336 miliardi). Non stupisce quindi che mentre la prima sia alla bancarotta, la seconda possa facilmente assorbire il calo di pubblico del 20% avvenuto dopo l'attacco al WTC
Toronto Star 3.11.2001

 

CINEMA

Metropolis di Fritz Lang tutelato dall'Unesco
Il classico del '26 è stato inserito nel registro Memory of the world creato nel '92 dall'organizzazione dell'Onu per preservare la memoria documentale dell'umanità.
Corriere della sera 3.11.2001

 

POLITICHE CULTURALI

La mondializzazione è un flusso di scambi tra le culture
Arjun Appadurai, 52 anni, emigrato dall'India, cittadino americano, è professore di antropologia all'Università di Chicago. È uno dei leader del Globalization Project, che studia le conseguenze culturali della mondializzazione. Dice: "È necessario guardarsi dalle semplificazioni. Ho una visione aperta della mondializzazione. Come il globale può radicarsi meglio e essere un vantaggio percepito localmente?  Ecco la posta in gioco culturale prioritaria per una divisione migliore degli effetti positivi della mondializzazione. La mondializzazione è più una messa in movimento di culture che si interpretano piuttosto che una opposizione tra cultura dominante e cultura dominata. 
Liberation 3.11.2001

 

CRONACA

È morto il 28 ottobre a New York Martin Matz
Il poeta e beat Martin Matz aveva partecipato a reading con Kerouac, Ginsberg, Corso, Ferlinghetti e gli altri beat "storici", compresa la famosa lettura del 1984 all'Albert Hall di Londra, ma "beat" fino in fondo non ha mai trovato il tempo e la voglia di "darsi da fare" dietro a un editore per pubblicare le sue poesie, e così in Italia si è saputo di lui solo nel 1999, in occasione dei festival di poesia organizzati da City Lights di Firenze a Cagliari e da Multimedia Edizioni a Napolipoesia.
Il Manifesto 3.11.2001

 

 

2.11.2001

ARTI

Ottimismo alla Fiera di Colonia
La 35esima edizione della più antica fiera d'arte manda un segnale di ottimismo e di tenuta del mercato.
El Pias 2.11.2001

Grandi manovre per le case d'asta francesi
La fine del monopolio pubblico delle aste d'arte ha scosso il mercato francese. Le 10 più grandi case d'asta sono state oggetto degli appetiti dei maggiori gruppi mondiali del settore e, per converso, la fusione è per loro la più sicura possibilità di restare sul mercato. Di esse, 5 hanno già stretto accordi o sono state acquistate da Bernard Arnault,  Francois Pinault, Artcurial, Sotheby’s e Christie’s. Le rimanenti stanno suscitando l'interesse di Pierre Bergé, già direttore dell'Opera Bastille, e manager di Yves St Laurent per 30 anni, attualmente, dopo la cessione delle altre attività del gruppo di YSL a François Pinault, alla guida della sua divisione Haute Couture.
The Art Newspaper 2.11.2001

 

CINEMA

Cambieranno le modalità dei finanziamenti governativi per il cinema italiano
Nel "cantiere" del ministero ci sono la tax shelter per gli investimenti e i fondi di investimento dedicati al cinema "anche se," spiega Urbani, "a una maggiore disponibilità delle risorse dovrà corrispondere una maggiore offerta di pellicole capaci di far rientrare dei soldi investiti." Sui finanziamenti, conferma che obiettivo del governo è "tenere stabile la disponibilità di risorse pubbliche in materia ma sulle modalità c'è molto da innovare. C'è necessità di una maggiore garanzia del pluralismo. Vorremmo meno polemiche sui finanziamenti che saranno erogati con criteri il più possibile oggettivi. Del resto, c'è stata una competizione elettorale in cui è emersa una domanda politica di gestione delle risorse pubbliche in tutti i campi che richiede grossi cambiamenti. Dobbiamo dimostrare civilmente che tutti, maggioranza e opposizione, stiamo svolgendo un servizio pubblico."
La Repubblica 2.11.2001

 

MEDIA ED EDITORIA

Tronchetti Provera congela la vendita di La7
Il motivo è semplice. Finché resta in piedi la causa intentata da Vittorio Cecchi Gori il valore della ex Tmc è molto aleatorio e il bene quasi invendibile. Telecom avrebbe dovuto garantire il compratore su un rischio futuro difficile da quantificare. Gli avvocati delle diverse parti che hanno studiato il problema hanno vivamente sconsigliato i loro clienti di procedere in mancanza di chiarezza sul caso Cecchi Gori. Il numero uno di Telecom e di Seat ha fatto due conti, soprattutto sotto il profilo della convenienza economica, e ha deciso che l'ex Tmc per il momento sta bene dove sta.
La Repubblica 2.11.2001

BSkyB diminuisce le perdite ma non raggiunge il numero di abbonati sperato
Il canale satellitare BSkyB di Rupert Murdoch ha diminuito il suo passivo a 45 milioni di sterline (135 miliardi di lire) nonostante il numero dei suoi abbonati ha raggiunto soltanto la cifra di 5.498.000, al di sotto delle previsioni.
BBC News 2.11.2001

 

POLITICHE CULTURALI

Il governo spagnolo usa la leva fiscale per favorire le attività senza scopo di lucro e le fondazioni
Due leggi allo studio del governo spagnolo, che si prevede saranno promulgate nel 2002, cambieranno il regime fiscale delle attività senza scopo di lucro e delle fondazioni.
El Mundo 2.11.2001

 

MUSEI

La defenestrazione dei soprintendenti
Nei musei il personale sarà gestito da fondazioni private; i general manager si occuperanno del marketing dell'arte, servizi aggiuntivi, sponsorizzazioni, ai soprintendenti resterà il compito della tutela e della direzione scientifica dell'istituzione, e i privati che decideranno di gestire un bene culturale dovranno versare ogni anno un canone allo Stato. Soprintendenti, sindacati e opposizione chiedono ad Urbani di "chiarire meglio questa norma ambigua." Giuseppe Chiarante, vicepresidente del consiglio dei Beni Culturali denuncia l'esclusione degli organi del ministero dalla discussione, la Uil già minaccia uno sciopero generale. "Il personale - spiegano al ministero - non sarà più coordinato dallo Stato, ma da queste società che avranno la gestione del museo. Ci saranno degli standard qualitativi che i privati dovranno rispettare, primo fra tutti la tutela del personale che già lavora nel settore. Si pensa poi ad un uso differenziato degli spazi, che potranno ospitare molteplici iniziative, sempre però in un ambito consono al monumento".
La Repubblica.com 2.11.2001

Musei di tutte le Russie unitevi!
I rappresentanti di più di 600 musei riunitisi a San Pietroburgo hanno creato l'Unione dei musei. L'associazione allo scopo di aumentare il peso dei musei nei confronti delle autorità politiche locali e nazionali e di poter meglio coordinare il lavoro delle singole istituzioni. In Russi esistono circa 3.000 musei, due terzi dei quali gestiti dallo stato.
The St Petersburg Times 2.11.2001

 

1.11.2001

ARTI

Un quadro di Andrea del Sarto ricompare dopo 350 anni
Una Madonna con il Bambino di Andrea del Sarto, mai più visto in pubblico dopo l'esecuzione di Carlo I nel 1649, è ricomparsa a Londra. Il quadro è stato acquistato da un collezionista americano credendolo una copia.
BBC News 1.11.2001

La dispersione dell'arte afgana
Già prima della guerra e della distruzione dei Buddha di Bamiyan, l'arte afgana è stata oggetto di contrabbando e vendita illegale fuori dal suo paese di origine. Pezzi pregiati cominciano discretamente a fare la loro comparsa sul mercato USA ed europeo.
The New York Times 1.11.2001 (*)

L'archivio degli articoli sulla dispersione dell'arte afgana pubblicati da The Art Newspaper.

 

SPETTACOLO

Pierre Boulez dirigerà Wagner a Bayreuth
Dopo 20 anni di assenza, il musicista francese Pierre Boulez dirigerà Parsifal nel 2004.
Andante 1.11.2001

 

POLITICHE CULTURALI

Affitti bassi, le gallerie si moltiplicano e nascono nuovi stili di vita
Nei quartieri di Cinatown e di Echo Park a Los Angeles, il basso costo degli affitti ha favorito lo sviluppo di una significativa comunità artistica e la nascita di un folto numero di gallerie. Ciò che le distingue rispetto alle più blasonate gallerie di Beverly Hills e Santa Monica è il fatto che esse abbiano un forte legame con la comunità locale: esse sono state avviate da artisti che hanno una altra attività professionale quotidiana e quindi sono meno orientate al commercio e più interessate alla creazione di uno stile di vita nel quale l'arte gioca un ruolo importante. Queste gallerie sono in parte studio di artista, in parte luogo di ritrovo e in parte punto di vendita. Questo insieme di caratteristiche conferisce loro il fascino di un progetto in evoluzione nel quale l'arte di arrangiarsi gioca un ruolo decisivo.
Los Angeles Times 1.11.2001

 

BENI CULTURALI

L'UNESCO adotta la convenzione per la protezione del patrimonio subacqueo
Con 94 voti favorevoli, 5 contrari e 19 astensioni è stato approvato dall'UNESCO il testo della convenzione che fa degli oceani un gigantesco luogo di conservazione e completa le convenzioni per la protezione del patrimonio contro il saccheggio e in caso di conflitto. Hanno votato contro Russia, Norvegia, Turchia, Venezuela e USA, invitati ai lavori preparatori, anche se non sono membri dell'UNESCO. Francia e Regno Unito si sono astenuti. Questi due paesi, insieme alla Russia, avrebbero voluto escludere dalla convenzione le navi militari dei secoli passati che essi considerano di loro proprietà. Di diverso parere i paesi dell'Asia e del Pacifico, così come Spagna e Portogallo le cui navi cariche di ori e porcellane sono affondate a centinaia. La convenzione proibisce le campagne archeologiche sottomarine su relitti più vecchi di un secolo, privilegiando la conservazione in situ e vietando lo sfruttamento commerciale di scavi e reperti.
Liberation 1.11.2001 

 

31.10.2001

SPETTACOLO

BBC Radio 3 partner del London Jazz Festival: un segno di apertura al nuovo clima culturale
Il significato della trasmissione dal vivo a BBC Radio 3 di 20 ore di musica jazz, world music, reading di poesia è quello dell'irruzione nel tempio della cultura classica alta del nuovo artistico. Sebbene questa mossa possa sembrare la reazione di chi è sotto pressione per migliorare i dati di ascolto, tuttavia essa chiarisce la situazione reale nella quale si trovano i festival musicali e le istituzioni artistiche: i mutamenti tellurici nella definizione della cultura sono stati registrati nelle istituzioni culturali londinesi di tendenza, ma non, ad esempio, dal  Covent Garden o dalla Albert Hall. I curatori del Festival di Salisburgo o della Carnegie Hall  appartengono ad una scuola obsoleta ed ortodossa: quello che serve ora è una nuova generazione di curatori e di critici che sfidino piuttosto che conservare le tradizioni artistiche e culturali. Nel flusso dei cambiamenti culturali, la musica seria deve abbandonare la sicurezza della tradizione, alterare il suo contesto e sfidare i suoi criteri, oppure morirà.
Telegraph 31.10.2001

Lo spagnolo Alejandro Sanz e il colombiano Juanes dominano i Latin Grammy collezionando insieme 7 premi
Ad Alejandro Sanz il premio per il disco e la canzone dell'anno.
BBC News 31.10.2001

L'elenco ufficiale dei premiati.

La bancarotta della Toronto Symphony Orchestra colpa della cattiva gestione
L'orchestra era già arrivata vicino al tracollo nel 1970 e nel 1992. Sembra tuttavia che la lezione non sia stata sufficiente per il management dell'orchestra: gli abbonamenti sono passati da 44.000 nel 1988 agli attuali 28.000.
Globe and mail 31.10.2001

 

30.10.2001

SPETTACOLO

Slitta al 2002 il lancio del nuovo Napster
A causa delle difficoltà nate per trovare un accordo sulla gestione dei diritti con le major discografiche il lancio del nuovo servizio di scambio file offerto da Napster slitta al 2002.
BBC News 30.10.2001

Forse da Ottawa la salvezza per Toronto
Il governo federale aveva donato 5 milioni di dollari alla Toronto Symphony Orchestra. La salvezza dell'orchestra potrebbe venire da questo fondo se il governo acconsentisse a che sia utilizzato per coprire le spese correnti e a ripianare il debito.
Toronto Star 30.10.2001

 

CINEMA

La convivenza felice tra cinema e tv è una questione di soldi
Oggi è il cinema ad aver bisogno della tv per trovare i finanziamenti. Spiega Leo Kaneman, fondatore e direttore da sette anni di Tout Ecran festival cinematografico dedicato alle opere prodotte da, per, e con le televisioni di tutto il mondo che si tiene a Ginevra: "In Francia si è passati dal 15% di diritti d´antenna al 50% di soldi investiti nella coproduzioni: l´importante è che l´autore sia lasciato libero di esprimere, anche in tv, il suo sguardo sulle cose della vita." Per la prima volta quest'anno il festival ha ospitato un tentativo di mercato, ma, se vuol diventare davvero internazionale, "deve sottotitolare le opere presentate per lo meno in lingua inglese perché il francese sarà pure bello, ma non è altrettanto conosciuto."
La Stampa 30.10.2001

 

MEDIA ED EDITORIA

Fusione Echostar e DirecTv: la nuova società controlla il 90% del mercato USA della tv satellitare
Echostar ha acquistato per 25,8 miliardi di dollari tra contanti a azioni (circa 28,6 miliardi di euro) dalla General Motors la Hughes Electronics che controlla DirecTv. Questa ha un portafoglio di 10,3 milioni di utenti televisivi. La fusione porterà alla nascita di un colosso con 16,7 milioni di abbonati, una cifra pari al 90% del mercato delle trasmissioni via satellite negli Stati Uniti e al 17% del mercato delle pay-tv. L'operazione ha suscitato  l'opposizione del mondo politico e ci si aspetta che incontri l'ostilità delle autorità antitrust. 
Il Sole 24 ore 30.10.2001

HBO lancia il servizio di video-on-demand
Il servizio digitale via cavo, per ora attivo in 4 aree degli USA, consente, oltre alla possibilità di vedere il programma - anche show molto seguiti come The Sopranos and Band of Brothers - all'ora desiderata, anche funzionalità analoghe a quelle di un video su cassetta o DVD - pausa, indietro, avanti.
Wired 30.10.2001

 

POLITICHE CULTURALI

La FIAT dagli uffici agli Uffizi
Dopo quanto stabilito dalla legge finanziaria 2002 riguardo alla possibilità che i privati gestiscano musei, siti archeologici e biblioteche, il ministro Urbani sta preparando la lista dei musei in offerta. Tra di essi si mormora ci siano la Galleria degli Uffizi e la Pinacoteca di Milano. Tra i soggetti che sembrano essere interessati ad aderire sembra ci siano delle banche e la FIAT.
Liberation 30.10.2001

 

MUSEI

Al Trocadero sta nascendo il distretto della memoria
A Parigi, attorno alla collina di Chaillot, si sta costruendo un nuovo distretto museale, che consolida una vocazione del luogo, costruitasi in quasi due secoli. Il sito ha visto quasi sovrapporsi il palazzo neoclassico, immaginato dagli architetti Percier e Fontaine per il re di Roma, il primo palais del Trocadéro di Davioud e Bourdais, il palais Chaillot di Boileau, Carlu e Azéma, il palais de Tokyo. Nell'area oggi sono concentrati il Museo Guimet, aperto con un nuovo allestimento in gennaio, il Musée de l'Homme, il Musée des Monuments Français, che verrà trasformato in Cité de l'architecture et du patrimoine, il Muséé d'Art Moderne de la ville de Paris e la Mission du Patrimoine Photographique, ospitati nel vicino palais de Tokyo.
La Stampa 30.10.2001

 

CRONACA

Grigori Ciukrai regista ucraino è morto ieri
"Tre i titoli chiave della sua carriera. Il più celebre è La ballata di un soldato (1959), preceduto da Il quarantunesimo (1956) e seguito da Cieli puliti (1961). Questa trilogia simboleggiò la svolta poststaliniana non solo per la cinematografia sovietica ma anche per quelle di tutti i paesi sottoposti all'influenza dell'Urss, sebbene prove artisticamente più valide fossero state già espresse soprattutto dai polacchi, su tutti Andrzej Wajda."
La Repubblica 30.10.2001

 

29.10.2001

ARTI

Christie's e Sotheby's autorizzate a vendere in Francia
Il Conseil des ventes ha dato il permesso a Christie's e Sotheby's di tenere vendite all'asta in Francia. Dopo quattro secoli e mezzo è terminato il monopolio dei battitori d'asta.
Liberation 29.10.2001

 

SPETTACOLO

La Toronto Symphony Foundation dice no
Douglas Derry, presidente dela Toronto Symphony Foundation, ha risposto picche alla richiesta della Toronto Symphony Orchestra di un assegno di 10 milioni di dollari per coprire i debiti. I soldi sarebbero dovuti provenire dal patrimonio della fondazione che ammonta a 21 milioni di dollari. Derry ha precisato di non avere  il potere di effettuare tale operazione.
CBC News 29.10.2001

 

CINEMA

From Hell, film su Jack lo squartatore, incrementa il turismo
In seguito al film From Hell con Johnny Deep, l’East End di Londra - quartiere fino ad ora noto per il degrado e la semplicità delle stradine vittoriane - è al centro dell’interesse perché vi visse e colpì, alla fine del Diciannovesimo secolo, Jack lo squartatore. Centinaia di curiosi, prevalentemente stranieri, seguono le passeggiate guidate tra i luoghi dei  delitti: 5 gite al giorno, 7 giorni alla settimana. Un toccasana per i commercianti e per l’industria immobiliare (il prezzo delle case già è aumentato), ma un grande stress per gli abitanti del quartiere.
Corriere della sera 29.10.2001

 

MEDIA ED EDITORIA

Il contratto per la vendita di RaiWay non è equo
Secondo il ministro Gasparri, il contratto per la cessione del 49% di EaiWay a Crown Castle contiene condizioni sfavorevoli alla emittente pubblica italiana. Di conseguenza egli ha dati il suo parere negativo. Nell'articolo una intervista al ministro.
La Stampa 29.10.2001

"RaiWay non si vende, è strategica"
Dal ministro Maurizio Gasparri, arriva il no alla cessione da parte della Rai del 49% di RaiWay all'americana Crown Castle. Per il presidente della Rai Zaccaria "si reca un danno gravissimo all'azienda." L'Ulivo insorge perché l'atto favorirebbe la Fininvest di Silvio Berlusconi e si appella a Ciampi: "È conflitto di interessi."
Il Sole 24 Ore 27.10.2001

Il premio Medicis 2001 a Edwy Plenel, Benoît Duteurtre e Antonio Skarmeta
Fondato nel 1958, il più recente dei premi letterari francesi, il premio Medicis 2001 è stato assegnato per la categoria saggi a Edwy Plenel - direttore della redazione di Le Monde - per Secrets de jeunesse, per la categoria romanzi francesi a Benoît Duteurtre per Le voyage en France, e per la categoria romanzi stranieri a Antonio Skarmeta  per La noce du poète.
Le Monde 29.10.2001

Il premio Femina 2001 a Marie Ndiaye, Keith Ridgway e Elvire de Brissac
Nato nel 1904, il premio Femina è assegnato ad autrici da una giuria femminile per incoraggiare la letteratura e le relazioni fra le donne del mondo letterario. L'edizione 2001 ha premiato per la categoria romanzi francesi Marie Ndiaye per Rosie Carpe, per la categoria romanzi stranieri Keith Ridgway per Mauvaise pente, per la categoria saggi Elvire de Brissac per O dix neuvième.
Le Monde 29.10.2001

 

POLITICHE CULTURALI

L’angloamericano: una nuova lingua internazionale che minaccia le lingue nazionali
Il problema è che il fenomeno della globalizzazione ha ormai investito anche il nostro modo di parlare, e sta impoverendo l’espressività linguistica tramite l’avvento dell'angloamericano. Questo è un idioma semplificato nel lessico, di origine non vissuta ma calata dall’alto, con grammatica e sintassi poverissime (il congiuntivo è ormai un preziosismo agonizzante). Come ha ammesso anche il direttore dell’Oxford English Dictionary, non si tratta affatto dell’inglese, ma piuttosto di un esperanto con base anglicizzata. Tra i rimedi: definire la forma del pluralismo linguistico nella comunicazione pubblica, prima responsabile del diffondersi del global angloamerican - la burocrazia e gli affari, non la pubblicità o la televisione sono in testa all’elenco dei colpevoli.
Corriere della sera 29.10.2001

 

BENI CULTURALI

Una casa per i marmi Elgin
Il governo greco ha commissionato la costruzione di un museo ai piedi dell'Acropoli per accogliere i frammenti del Partenone conservati al Britsh Museum e conosciuti con il nome di marmi Elgin. Qualora il governo inglese non restituisse i reperti, le sale destinate  ad accoglierli saranno lasciate vuote per ricordare ai visitatori l'atteggiamento della Gran Bretagna.
The Guardian 29.10.2001 

In questo sito puoi trovare una ricostruzione dell'intera vicenda.

 

MUSEI

Il British Museum alle corde taglia i suoi programmi per mancanza di fondi
Il deficit di bilancio del Brtish Museum è stato nel 200 di 3 milioni di sterline (9 miliari di lire) e sarà uguale nel 2001 se non verranno prese drastiche misure per il contenimento della spesa. Tra i provvedimenti adottati a questo scopo ci sono meno ore di apertura, sale chiuse a turno, cancellazione di mostre, meno manutenzione degli edifici, riduzione dei programmi educativi, congelamento delle assunzioni, e le istituzioni straniere che chiederanno oggetti in prestito dovranno pagare i costi dell'operazione, inclusi quelli del personale curatoriale. Tre le cause del disastro secondo il managing director Suzanna Taverne: meno visitatori del previsto (4,6 milioni contro i 7 milioni preventivati) posteranno ad un calo delle vendite nei servizi annessi; gli alti costi di manutenzione della copertura del cortile centrale (4,5 milioni di sterline all'anno, 13,5 miliardi di lire); la diminuzione in termini reali del finanziamento governativo. Come se tutto ciò non bastasse, il direttore del museo, il suo managing director e il presidente sono al termine del loro incarico.
The Art Newspaper 29.10.2001

 

CRONACA

Cecil J. Nesbitt autoritá delle scienze attuariali è morto a 89 anni
Cecil J. Nesbitt è ritenuto il maggior rinnovatore della matematica attuariale della seconda metá del Novecento, ovvero di quella branca della matematica finanziaria che viene applicata al calcolo degli interessi composti, della rendita, del montante, soprattutto in campo assicurativo. Grazie agli studi di Nesbitt è stato affinato l'uso di strumenti propri della statistica, per migliorare le previsioni contabili sulle conseguenze finanziarie della teoria del rischio, specialmente nel campo delle pensioni e delle assicurazioni.
Il Sole 24 Ore 29.10.2001

 

 

(*) Gli articoli del New York Times sono disponibili registrandosi gratuitamente.

 
torna all' inizio della pagina
per saperne di più