Le segnalazioni del 9 - 15 luglio 2001

Torna all'archivio 2001

15.7.2001

ARTI

Olografia tra arte e tecnica
Guardata con sospetto dagli artisti che la considerano una forma espressiva triviale, l'olografia ha in Harriet Casdin-Silver non solo uno dei pionieri che della sua evoluzione tecnica  ma, soprattutto, una studiosa che ha cercato di avvicinarla al mondo dell'arte, approfondendone possibilità e limiti. La sua mostra A Celebration of Aging and Recent Portraits è alla Gallery NAGA di Boston.
The New York Times 15.7.2001 (*)

La presentazione della mostra e con il comunicato stampa e due esempi di ologrammi.

 

POLITICHE CULTURALI

George W. e la cultura: "Mi piace il teatro perché una risata solleva lo spirito"
Questa, in sintesi, l'idea del presidente degli USA, espressa citando una frase pronunciata da Lincoln. Peccato che il teatro e la cultura in generale faccia molto di più che procurare al suo pubblico divertimento e distrazione dagli affanni quotidiani. Deve essere quella convinzione che ha spinto Bush a diminuire i finanziamenti al National Endowment for the Arts, l'agenzia federale per il finanziamento alla cultura, fino a 115 milioni di dollari - quattro volte meno dei 472 milioni a disposizione dell'Arts Council of England. 
Los Angeles Times 15.7.2001

Il lavoro dei Goethe Institute nel mondo documentato da una mostra a Berlino
126 agenzie in 76 nazioni, uno staff di 3.000 persone, 2.350 delle quali operano fuori dalla Germania, sono le cifre che descrivono l'azione del governo tedesco per promuovere la cultura germanica all'estero.
Frankfurter Allgemeine Zeitung 15.7.2001

 

Un museo per le masse
Peter Moores, erede della catena di negozi Littlewoods, fondatore e finanziatore della Peter Moores Foundation,sta convertendo una dimora settecentesca nei pressi di Stratford-upon-Avon in un museo. "Io credo che la gente voglia fare escursioni in macchina di un giorno, vuole un posto dove andare e così se metti un museo in una casa di campagna, è possibile avvicinarli all'arte senza che ne abbiano coscienza" dice.
Sunday Times 15.7.2001

 

ARCHITETTURA

L'architettura della Germania dell'est non fu solo case popolari prefabbricate
Nonostante l'architettura fosse stata relegata da Stalin al rango di una forma degenerata di arte e gli architetti indipendenti subissero una esclusione sistematica, a partire dagli anni  '60 essi cercarono di avvicinarsi alle tendenze occidentali e di recuperare la tradizione del modernismo. Il libro di Holger Barth e Thomas Topfstedt Vom Baukünstler zum Komplexprojektanten. Architekten in der DDR documenta questo percorso.
Frankfurter Allgemeine Zeitung 15.7.2001

 

14.7.2001

ARTI

La National Gallery of Scotland spera di poter acquistare un disegno di Michelangelo appena venduto all'asta
Settimana entusiasmante per le vendite all'asta a Londra. Prima, il disegno Cavallo e cavaliere di Leonardo da Vinci è stato venduto ad un anonimo per più di 8 milioni di sterline (24 miliardi di lire). Il giorno seguente, lo Studio di donna in lutto di Michelangelo è stato venduto per quasi 6 milioni di sterline (18 miliardi di lire) al mercante Jean-Luc Baroni of Colnaghi. Al disegno era interessata la National Gallery of Scotland, che tuttavia non è riuscita a metter insieme i 7.5 milioni di sterline che sarebbero stati necessari per l'acquisto prima dell'asta. Il museo spera comunque di riuscire ad acquistarlo dal gallerista Baroni.
The Art Newspaper 14.7.2001

Leo Steinberg interpreta la ricchezza dei significati dell'Ultima cena di Leonardo
Nel libro Leonardo's Incessant `Last Supper Leo Steinberg offre una serie di possibili interpretazioni de contenuti dell'affresco, evidenziandone la molteplicità dei significati.
The New York Times 14.7.2001 (*)

 

POLITICHE CULTURALI

La Corea del Sud rivede gli accordi culturali con il Giappone
A causa dell'interpretazione dell'invasione della Corea da parte del Giappone durante la Seconda guerra mondiale data in un testo scolastico giapponese, la Crea ha deciso di ritardare l'apertura dei mercati ai prodotti culturali giapponesi: musica, programmi tv, film e cartoni animati. Nel libro si giustifica l'occupazione nipponica della penisola coreana, non si dice nulla sulle "donne conforto", vere e proprie schiave del sesso, e del massacro di Nanchino del 1937, nel quale vennero trucidati 300mila civili.
Il Manifesto 14.7.2001

Dieci azioni per la difesa delle lingue africane
"Noi, scrittori e studiosi provenienti da tutte le regioni del continente africano, abbiamo notato con orgoglio e ad onta di tutti gli ostacoli disseminati sul loro cammino, che le lingue africane continuano a sopravvivere come veicolo di comunicazione e conoscenza, ma abbiamo individuato una profonda incongruenza nel fatto che ancora oggi siano le lingue coloniali a parlare a nome del continente." Il primo dei dieci punti per la difesa delle lingue africane è: "Le lingue africane debbono assumere su di sé il compito, la responsabilità e la sfida di parlare a nome del continente."
Il Manifesto 14.7.2001

 

BENI CULTURALI

I triboli di Stonehenge forse sono finiti
La storia della valorizzazione di Stonehenge è un lungo elenco di false partenze e di proclami disattesi. Ora sembra che English Heritage, proprietario del monumento e dell'area circostante, sia arrivato ad un punto di non ritorno nel dare al sito una sistemazione almeno degna della sua notorietà. Questa, oltre a comprendere l'interramento della autostrada che passa vicino, prevede la costruzione di un visitor  centre, affidato allo studio di architettura australiano Denton Corker Marshall. Dice Barrie Marshall: "L'edificio sarà leggero, di basso impatto visivo, ricorderà più la terra e il cielo che una costruzione che dica: Guardatemi, non sono bella? Non entrerò in competizione con  Gehry o di Libeskind."
Telegraph 14.7.2001

 

13.7.2001

ARTI

I Rencontres internationales de la photographie di Arles alla deriva
Nonostante i numeri dicano il contrario - 140.000 visitatori nel 2000, contro i 112.000 degli anni Novanta - i 32esimi Rencontres internationales de la photographie sono una manifestazione che sta navigando in cattive acque, a vista e senza una destinazione precisa. Messo in difficoltà dalla concorrenza di  Perpignan sul fronte del fotogiornalismo, di Cahors - e quest'anno di Toulouse - sul piano artistico e di Madrid, al festival di Arles manca un milieu che lo distingua. Intervista al direttore François Barré.
Liberation 13.7.2001

Il sito dei Rencontres internationales de la photographie.

 

SPETTACOLO

Forse a Wimbledon la New Queen's Hall
Dopo la distruzione della Queen's Hall in Regent Street nel 1941 ad opera dei bombardamenti nazisti, Londra manca di una grande sala da concerto acusticamente perfetta. Da allora, Birmingham, Manchester, Cardiff, Belfast e Basingstoke hanno costruito sale da concerto dall'acustica eccellente, ma lo stesso non si può dire per le nuove sale londinesi - la Festival Hall e il Barbican - carenti sotto questo punto di vista. Ora si apre la possibilità di costruire la New Queen's Hall a Wimbledon, grazie alla disponibilità di un'area in quella zona e al piano finanziario messo a punto dal produttore discografico John Boyden, da anni sostenitore del progetto.
Telegraph 13.7.2001

Pubblico maleducato nei tetri britannici
Non si direbbe, ma il pubblico dei teatri britannici durante gli spettacoli ne fa di tutti i colori. Russa, mette i piedi sul sedile di fronte, le coppie pomiciano. Tuttavia sembra che la cosa più disturbante per gli spettatori sia il rumore della carta delle caramelle che sono spacchettate e ingurgitate durante lo spettacolo. Nella classifica della fastidiosità seguono poi il bisbigliare, l'arrivare in ritardo dopo l'intervallo e, solo al quarto posto, lo squillo di telefonini, di orologi o di altre diavolerie elettroniche.
Independent 13.7.2001

Il National Theatre accusato di arroganza nella ricerca del nuovo direttore
Sir Christopher Hogg ha fatto notare che mentre la ricerca di una persona per coprire il posto vacante di direttore della BBC è stata pubblica e aperta, quella per il posto di direttore del National Theatre è solo per inviti, il che restringe la cerchia degli aspiranti ai soliti pochi noti.
Independent 13.7.2001

 

CINEMA

Philip Morris sponsorizza la Scuola nazionale del cinema
Angelo Libertini direttore della SNC, appena trasformata da ente pubblico in fondazione di diritto privato, spiega i benefici di questo passo: "Attraverso la sponsorizzazione della Philip Morris abbiamo restaurato alcuni importanti film, di cui possedevamo i materiali, come La terra trema di Luchino Visconti, Sciuscià di Vittorio De Sica e Signore e signori. In pratica il finanziamento privato copriva sia i costi del lavoro dei tecnici, che quelli riguardanti la pubblicazione di un libro-catalogo sul film salvato."
Il Sole 24 Ore.com luglio 2001

 

MEDIA - EDITORIA

I produttori indipendenti devono abbassare i prezzi della fiction televisiva
La fiction italiana è diventata un prodotto strategico per tutte le reti tv. Maurizio Costanzo dice: "I costi sono esplosi: un’ora di fiction costa un miliardo e 100 milioni. E i produttori indipendenti hanno fatto lievitare i costi del 20-30% in due anni. I produttori - conclude - devono rinunciare a una quota di utile" e minaccia di autoprodurre la fiction. Replica Adriano Ariè, presidente dell’Associazione produttori televisivi: «E’ colpa delle tv che, per mancanza di coraggio, vogliono soltanto un piccolo gruppo, strapagato, di registi, sceneggiatori e attori e non puntano sui giovani."
Corriere della sera 13.7.2001

Diavolo di un Harry!
I libri di Harry Potter scritti da  J.K. Rowling sono stati accusati di satanismo da sette religiose ultra-conservatrici e sono stati pubblicamente bruciati nelle loro chiese. Se questi eccessi hanno riguardato pochi casi, nella rete la questione continua a trovare grande spazio. Sono sorti numerosi siti che argomentano l'interpretazione demonologica dei libri, ma non mancano quelli satirici o che, come Demonbuster dediti alla lotta contro i demoni, dedicano la loro attenzione al giovane mago. L'articolo riporta numerosi link e commenti.
Liberation 13.7.2001

Random House annuncia la sua prossima unione con Mondadori in Spagna
Random House - Gruppo Bertelsmann - e Mondadori uniranno le proprie attività sul mercato di lingua spagnola. Lo ha annunciato Peter Olson, amministratore delegato di Random House
El Pais 13.7.2001

The Sopranos e West Wing la fanno da padrone nelle nomination degli Emmys
Con 22 nomination The Sopranos mette una seria ipoteca per stravincere nell'Oscar dei programmi televisivi.
Los Angeles Times 13.7.2001

La lista completa delle nominations dal sito della Academy of Television Arts and Sciences.

 

POLITICHE CULTURALI

Per la costruzione del teatro degli Arcimboldi violate le norme sugli appalti
Per la progettazione e la costruzione del nuovo teatro degli Arcimboldi alla Bicocca occorreva una gara. Invece, nell'affidare l'opera direttamente ai privati, il Comune di Milano ha violato la direttiva dell'Unione europea "che coordina le procedure di aggiudicazione degli appalti pubblici."
La Repubblica 13.7.2001

 

CRONACA

Sgarbi vs Calvesi
Sgarbi inarrestabile - e chi lo dubitava? - replica a Calvesi attaccando. "Non pensavo certamente a Maurizio Calvesi quando sono intervenuto sui problemi del Duomo di Pisa. Ribadisco che il mio è stato un intervento generale. Non posso fermarmi ai personalismi. Ho questioni ben più importanti come la salvaguardia del tempio malatestiano di Rimini o del palazzo ducale di Urbino."
La Repubblica 13.7.2001

Maurizio Calvesi vs Vittorio Sgarbi
"Se ne va sbattendo la porta. Maurizio Calvesi, docente universitario, noto critico e storico dell'arte, lascia il ministero per i Beni e le attività culturali a causa delle intemperanze e delle offese di quello che definisce un ragazzotto, ovvero Vittorio Sgarbi", sottosegretario del ministro alla cultura.
La Repubblica 12.7.2001

Morto l'umorista Miguel Gila
Miguel Gila Cuesta era nato a Madrid nel 1919. Militante nella Gioventù socialista, fu volontario nella Guerra civile. Si affermò come umorista nel 1942, quando pubblicò i suoi prime scritti nella rivista Flechas y Pelayos. Proseguì la sua carriera alla radio e alla televisione in Sudamerica quando, dal 1968 fino al 1985, si autoesiliò a Buenos Aires.
El Mundo 13.7.2001

 

12.7.2001

ARTI

English art mafia
Durissima posizione dell'artista scozzese Peter Howson riguardo alla enorme influenza e potere che la Tate Gallery e il suo direttore Sir Nicholas Serota esercitano sul sistema dell'arte britannico. "La parola che viene in mente è corruzione - dice - corruzione dell'intero mondo dell'arte. Le gallerie che vendono le opere alla Tate - che poi sono solo 4 o 5 - sono tutte ben ammanicate con la Tate. Questi hanno amici tra i consiglieri di amministrazione e nei comitati che decidono le acquisizioni e si proteggono vicendevolmente. Quasi tutti i critici sono nelle loro mani e i mercanti come Charles Saatchi prosperano su tutto questo."
The Herald 12.7.2001

 

SPETTACOLO

Montreux, festival jazz ecumenico
La 35esima edizione del Festival del jazz conferma la tendenza, avviata nel 1998, a proporre un numero sempre maggiore di musicisti appartenenti a generi musicali emergenti o comunque altri rispetto al jazz tradizionalmente inteso, che ormai rappresenta solo il 10% del programma.
Liberation 12.7.2001

Il regista è il re, ma lo spettacolo si regge sul lavoro dei suoi collaboratori
La realizzazione di uno spettacolo complesso si basa sul lavoro di molti collaboratori , i cui nomi sono sconosciuti a più. Il ruolo del regista nella realtà è quello di un manager e di un facilitatore.
Telegraph 12.7.2001

Il passo successivo del Buena Vista Social Club
Dopo il grande exploit del film e del gruppo di musicisti che vi appariva, Nick Gold e Juan de Marcos Gonzalez, che insieme a Ry Cooder sono stati gli artefici del loro successo, discutono il futuro della musica cubana.
Los Angeles Times 12.7.2001

 

CINEMA

Edinburgh Film Festival dal 12 al 26 agosto
Durante il festival saranno presentato più di 100 pellicole, di cui 20 prime mondiali. Le star saranno Billy Connolly e  Sean Penn.
Independent 12.7.2001

 

MEDIA

RAI Teche ricorda l'Approdo
Nel cd rom, Memoria e cultura per il 2000: gli anni dell’Approdo, edito dalla Rai Eri, le voci e le immagini di un programma che diventò un laboratorio dell’incontro-scontro tra arte e comunicazione, ma anche documenti che aiutano a ricostruire un pezzo di società. Ha detto il presidente della Rai Roberto Zaccaria: "Se non rivedremo più l’Approdo, proposta culturale adatta a un sistema monocanale, è anche vero che intorno a questo programma sono fiorite tante linee, che ne conservano i contenuti. Penso ai Biagi, agli Angela, ai Santoro, ai Purgatori, ai Paolini, ai Baricco." Il nome di Santoro ha suscitato la reazione negativa del consigliere Gianpiero Gamaleri.
La Stampa 12.7.2001

Nel sito RAI Teche è possibile ascoltare alcuni brani dell'Approdo. Per trovarli, clicca su Cerca in Teche

 

EDITORIA

Tregua sul Corriere della sera
Per Hdp patto di sindacato a termine. La resa dei conti è rimandata a fine anno. Una "moratoria" di sei mesi Fiat e Mediobanca hanno congelato le trattative e i giochi verranno riaperti alla fine del 2001 In sospeso rimane anche il Corriere della sera che per il momento è saldo nelle mani di Romiti.
Il Manifesto 12.7.2001

 

POLITICHE CULTURALI

Nasce dopo 20 anni di ripensamenti l'Institut national d'histoire de l'art
La storia dell'arte è stata finora negletta in terra francese. La nascita dell'Institut national d'histoire de l'art colma questa lacuna. L'istituto, che vede la luce dopo 20 anni di titubanze, è stato presentato ieri al consiglio dei ministri da Jack Lang, Esso avrà compiti scientifici, culturali e professionali,  e si gioverà dei 1.5 milioni di documenti delle biblioteche specializzate nel settore. Si prevede di aprire l'istituto nel 2002, ma i ricercatori che si occupano di arte moderna dovranno pazientare fino al 2004, quando finalmente sarà aperta una biblioteca per loro, attualmente inesistente a Parigi.
Liberation 12.7.2001

 

BENI CULTURALI

Da quando della questione di Axum si sono impossessati i grandi mezzi di informazione, il dibattito lievita a scapito della precisione.
"A ben vedere Axum non riguarda l'Africa o non solo l'Africa, riguarda il fascismo, lo spregio razzista, la violazione dei diritti. O l'osservanza degli accordi. La restituzione dell'obelisco di Axum comunque è imposta all'Italia dal Trattato di Pace del 1947 e non da un'intesa bilaterale. E questo solo rivela che non c'è proprio una perfetta equipollenza con i marmi greci del British Museum o i trofei in Germania dei grandi scavi ottocenteschi."
Il Manifesto 12.7.2001

L'obelisco di Axum non trova pace
Tutto era pronto per la restituzione all'Etiopia, ma il sottosegretario Sgarbi ha riaperto la questione, sostenendo che sta bene dov'è.
Corriere della sera 10.7.2001

MUSEI

Sir Paul Getty avrà il suo nome inciso all'ingresso della National Gallery
Scartata l'idea di cambiare la denominazione del museo in Paul Getty National Gallery, il nome del munifico mecenate, che ha aggiunto nel 2001 10 milioni di sterline (30 miliardi di lire) alla precedente donazione di 50 milioni di sterline (150 miliardi) avvenuta nel 1985, sarà inciso all'esterno dell'edificio e saranno create le Paul Getty Rooms at the National Gallery. L'understatement è stato deciso alla luce del contemporaneo dono di 5 milioni di sterline (15 miliardi di lire) che Getty ha elargito al Partito conservatore.
Independent 12.7.2001

 

CRONACA

È morto Marco Zanuso
Scrive Carlo Bertelli: "Pochi come Marco Zanuso hanno saputo tenere serenità e controllo dello «scopo» nelle grandi cose come nei minimi particolari. Il televisore diventava allora un lucido cubo nero, da spento (televisore Doney, Brionvega 1962), una banale bilancia per pesare la pasta in cucina si trasformava in un astuccio (pesapasta BA 2000, del 1969), acquistava una sua personalità, e ci faceva compagnia, anche la lampada da tavolo in perspex, acquattata e sorniona (O'Luce, 1963). Il telefono poteva avere la petulanza petulante che dava fastidio a Pinocchio (telefono Grillo, per la Siemens, 1965-67). La casa si riorganizzava in modo sistematico, come con le «sedute» coordinate Springtime , le poltrone Living , o più concretamente Woodline ."
Corriere della sera 12.7.2001

È morto Guido Almansi
Almansi era un grande intellettuale europeo, per la sua eccentricità sottile e spesso impietosa e la sua imbarazzante franchezza, mai del tutto accreditato in Italia, specie nel mondo accademico che gli negò diritto di cittadinanza. Così aveva insegnato a lungo e con successo in Inghilterra acquistando tra l’altro la cittadinanza britannica e concludendo poi la sua carriera a Ginevra.
La Stampa 12.7.2001

 

11.7.2001

ARTI

Esposta a Losanna la collezione di Jean Planque
Jean Planque (1910 - 1998), di umili origini contadine, imprenditore, autodidatta, amico di molti pittori, pittore egli stesso, consulente del gallerista di Basilea Beyeler, è uno dei più interessanti collezionisti privati svizzeri. La sua raccolta, di straordinaria coerenza, comprende opere di Cézanne Picasso, Degas, Bonnard, Van Gogh, Rouault, Auberjonois, Hans Berger, Dubuffet. 
Liberation 11.7.2001

Il sito della Fondation de L'Hermitage, dove ha luogo l'esposizione.

Una prova di compatibilità tra contemporaneo e Maestri antichi
Esposte alla Dulwich Picture Gallery di Londra opere di Howard Hodgkin accanto ai quadri dei Maestri antichi della collezione permanente della galleria. Un'altra esposizione che segue un trend ormai di moda? Questa volta non sembra: l'effetto è sorprendente. L'intensità dei colori di Hodgkin bene si accorda con i toni scuri dei quadri dei maestri  fiamminghi, italiani e francesi. Il fatto che Hodgkin abbia dipinto le cornici, a volte antiche, "facendole diventare parte integrante della composizione pittorica, crea una sorta di ponte tra l'illusionismo dalle opere dei Maestri antichi e l'anti-illusionismo di molta arte contemporanea."
Electronic Telegraph 11.7.2001

La Biennale di San Paolo compie 50 anni
In un paese dove qualunque cosa più vecchia di 10 anni è degna di celebrazione, la Biennale rappresenta per il Sudamerica un evento di una importanza tanto grande da poter essere difficilmente valutata.

The New York Times 11.7.2001 (*)

 

SPETTACOLO

Il circo italiano langue
La difficile situazione del circo italiano, all'indomani delle voci di chiusura dell'Accademia del circo e del successo del Festival del circo di Brescia. Poca attenzione da parte dello stato, ma anche la difficoltà di rinnovarsi da parte degli operatori le cause della stagnazione. La grande tradizione del circo italiano non basta a dare ossigeno ad uno spettacolo in difficoltà.
Il Sole 24 Ore.com luglio 2001

"L’arte del circo ha bisogno di una continua evoluzione, di un continuo rinnovamento"
Lo dice Bernard Turin, direttore del Centre National des Arts di Cirque, che prosegue: "Una svolta decisiva è stata quella impressa nel ’79 dal nuovo ministro per la Cultura Jack Lang, che aumentò i finanziamenti per tutto lo spettacolo, raddoppiando i fondi destinati al circo. I finanziamenti odierni al settore si aggirano sui 60 milioni di franchi (17.7 miliardi di lire). Per questo motivo, a partire dagli anni Ottanta, c’è stato un grande fervore di iniziative, un grande rinnovamento, il circo si è aperto al confronto con il teatro e la danza. Da questo momento si può datare la nascita di quel fenomeno diffusissimo non soltanto in Francia, che viene denominato nouveau cirque.
Il Sole 24 Ore.com luglio 2001

È tempo di prendere sul serio il teatro di strada
Il pubblico del teatro di strada cresce esponenzialmente: 150.000 persone in un weekend a Brighton, 100.000 a Manchester. Il teatro di strada è la forma artistica che sta crescendo più velocemente in Inghilterra in quantità e per qualità, e non è più un intrattenimento per i bambini, turisti o passanti frettolosi. Tuttavia esso non è preso in considerazione con la dovuta serietà: mentre i teatri spendono cifre importanti in campagne pubblicitarie per cercare di portare il pubblico nelle sale, per il teatro di strada non solo mancano le strutture - nonostante ogni città voglia organizzare un festival - ma l'Arts Council devolve per il sostegno di questo tipo di spettacolo solo l'1% dei propri fondi, e una recente proposta di utilizzare i fondi della lotteria nazionale per creare un centro per gli artisti di strada, come esiste in Francia, è stata rifiutata.
Guardian 11.7.2001

Più elitarismo per recuperare l'eccellenza
Polemica sulla conduzione della Royal Opera House, la cui direzione sta cercando di offrire una programmazione meno snob che in passato per attrarre più pubblico. Norman Lebrecht, commentatore del Telegraph, teme un abbassamento della qualità e una perdita dell'eccellenza cui la travagliata istituzione aspira.
Electronic Telegraph 11.7.2001

Spettatori siate irrispettosi
Troppo spesso gli spettatori a teatro siedono passivamente assorbendo lo spettacolo e applaudendo quando è consentito. In realtà, ogni spettacolo richiede una intensa partecipazione del pubblico che deve trovare delle vie di espressione. Proprio come ad una partita di tennis.
Independent 11.7.2001

Emilio Sagi lascia la direzione del Teatro Real di Madrid
Il regista, il cui mandato terminerebbe nel luglio 2002, lascia la direzione per avere maggiore libertà di lavoro. Sarà sostituito temporaneamente da García Navarro.
El Pias 11.7.2001

Una biografia di Emilio Sagi, e il sito del Teatro Real.

 

CINEMA

Prezzi alti e gli spettatori USA boicottano
Mentre gli incassi dei cinema sono cresciuti del 10% raggiungendo quota 3.89 miliardi di dollari (8mila miliardi di lire), il numero dei biglietti venduti è cresciuto solo del 6%. Infatti, il costo degli spettacoli è aumentato del 3.7% fino al prezzo medio di 5.60 dollari (12.000 lire). Per protesta una associazione di consumatori ha proposto di boicottare i cinema venerdì 13 luglio.
BBC News 11.7.2001

Snatch il film più piratato
Secondo MediaForce, una società specializzata nella valutazione della pirateria di film, musica e fotografie, il secondo film di Guy Ritchie è in testa alla classifica, seguito da Pearl Harbor, Traffic, Tomb Raider e Shrek. La Motion Picture Association of America valuta che il danno arrecato dalla pirateria agli studios sia di 2.5 miliardi di dollari (5mila miliardi di lire).
BBC News 11.7.2001

La hit parade del pirata, dal sito di MediaForce.

 

EDITORIA

Chi ha veramente scritto Il Mastino dei Baskerville?
Il Mastino dei Baskerville fu pubblicato cento anni fa il prossimo agosto. Nella prima edizione del 1901, Arthur Conan Doyle riconobbe il suo debito verso Fletcher Robinson, al quale egli afferma appartiene l'idea originale del romanzo e la definizione di molti suoi particolari. Con il passare degli anni, però, ogni riferimento a Robinson è scomparso, e Doyle è assunto come l'unico autore del libro. Un caso che l'articolo cerca di svelare.
Independent 11.7.2001

 

POLITICHE CULTURALI

Urbani ministro problem-solver
Secondo il ministro le priorità sono la valorizzazione del patrimonio artistico e la promozione dello spettacolo, mentre le città d’arte per cui urgono interventi immediati sono quattro: Pisa, Pesaro, Urbino e Rimini.
Il Messaggero 11.7.2001

Chelsea ha stufato
Chelsea è il quartiere di New York dove si concentra la vita artistica e un grande numero di gallerie d'arte. Tuttavia negli ultimi tempi, molte di queste stanno abbandonando l'area, diventata costosa e sempre più fuori moda. Presto negozi e ristoranti le seguiranno.
Artnet Magazine 11.7.2001

 

BENI CULTURALI

Le Alpi nella Wolrd Heritage List
Rappresentanti di Francia, Svizzera, Austria, Germania, Slovenia e Italia, sotto la guida della Regione Piemonte che si è fatta capofila dell’operazione, si sono trovati al Museo nazionale della Montagna di Torino per discutere della possibilità di chiedere l'inserimento della catena montuosa nella WHL dell'Unesco.
La Stampa 11.7.2001

 

MUSEI

Esposizioni temporanee vs collezione permanete
Il dilemma dei musei contemporanei si ripropone alla National Gallery di Londra in occasione dell'ammodernamento della Sainsbury Wing, aperta dieci anni fa per raccogliere la collezione di arte rinascimentale.
The Times 11.7.2001

 

CRONACA

Pinetop Perkins festeggia il suo 88esimo compleanno
Uno dei pochi inventori del blues elettrico ancora in vita dopo la morte di John Lee Hooker (2001), Earl Hooker (1970) e Muddy Waters (1983), Pinetop Perkins ha festeggiato a Chicago il suo 88esimo compleanno con un concerto.
The New York Times 12.7.2001 (*)

Muore a 64 anni Fred Neil autore di Everybody's Talkin'
Mai arrivato alla notorietà che avrebbero meritato le sue composizioni, il cantante e chitarrista Fred Neil è morto il 7 luglio a Key West.
Le Monde 11.7.2001

 

10.7.2001

ARTI

13 milioni di euro per un disegno di Leonardo da vinci
Il disegno, realizzato a punta d'argento su un foglio di carta preparata di 7.8 per 12 cm e intitolato Cavallo e cavaliere, è stato acquistato da un anonimo per telefono. Solo pochissimi disegni di Leonardo sono ancora nelle mani di collezionisti privati, mentre la maggior parte è proprietà di istituzioni pubbliche o di musei.
Le Figaro 10.7.2001

 

SPETTACOLO

La Scala va in periferia
La Scala chiuderà il 31 dicembre per riaprire il 7 dicembre 2004, dopo un restauro da 50 milioni di dollari (100 miliardi di lire). Contrariamente alle aspettative, è molto probabile che questa data venga mantenuta, grazie alla precisa pianificazione dei lavori, iniziata nel 1996. Nel frattempo gli spettacoli saranno tenuti nel Teatro degli Arcimboldi, costruito dalla Pirelli in un quartiere periferico degradato. Si spera che il pubblico continui a frequentare gli spettacoli anche una volta che questi non saranno più dati nell'antico fascinoso teatro. Per incentivarlo, il programma propone lavori accattivanti, se non popolari.
The New York Times 10.7.2001 (*)

Per la prima volta Peter Hall dirige l'Otello
In 45 anni di carriera, Sir Peter Hall non aveva mai diretto l'Otello di Verdi. Lo fa quest'anno al festival di Glyndebourne.
Electronic Telegraph 10.7.2001

Dal 20 luglio al 15 settembre The Proms 2001, il più grande festival musicale al mondo
Straordinariamente ricco il programma dell'edizione 2001 del festival londinese promosso dalla BBC. Verdi, Emily Dickinson, Stanley Kubrick tra gli autori più famosi proposti da centinaia di interpreti.
The Times 10.7.2001

Il programma completo.

1.707.320 spettatori al Festival del jazz di Montreal
3 milioni di dollari gli incassi e un bilancio in attivo per una cifra compresa tra i 100 e i 200 mila dollari sono le cifre che testimoniano il successo dell'iniziativa.
Cyberpresse.ca 10.7.2001

La notte dei raccontastorie
L'idea è semplice e riprende la tradizione popolare del raccontare storie tra amici. Si tratta di salire su un palco allestito in un bar e raccontare al pubblico una storia su un tema definito in precedenza. Si hanno a disposizione 12 minuti, terminati i quali un gruppo di musicisti leva la parola all'oratore iniziando a suonare. Il tutto è organizzato nei bar di New York, Los Angeles e San Francisco, da una associazione che si chiama The Moth, La falena. Ovunque si registra sempre il tutto esaurito.
The New York Times 10.7.2001 (*)

Il web site di The Moth, con la storia dell'associazione, il calendario degli eventi, le foto. "The Moth crede che tutti abbiano una storia da raccontare e MothSLAM è lo strumento attraverso il quale esse si diffondono. Consideratevi invitate, oh grandi masse, a cogliere l'opportunità di raccontare la vostra storia."

Un parto difficile e costoso
Invincible, il prossimo disco di Michael Jackson, uscirà il 25 settembre. Si dice che sia costato 30 milioni di dollari (60 miliardi di lire), il che lo farebbe in disco più costoso di tutti i tempi. Sono stati necessari 4 anni per registrare e montare le 15 canzoni, ricavate da più di 50 pezzi supervisionati da almeno 8 produttori.
Independent 10.7.2001

 

MEDIA

Dan Dare diventa un cartone animato
Il supereroe Dan Dare pubblicato per la prima volta 50 anni fa da Eagle è diventato un cartone animato per la tv. Sono in corso di produzione 26 episodi per un investimento di 14 milioni di sterline (42 miliardi di lire).
BBC News  10.7.2001

Per saperne di più sulla Eagle e Dan Dare, visita questo sito.

Dopo il successo di X-Men i supereroi vivono una nuova giovinezza
La Marvel era veramente in cattive acque: nel 1998 ha rischiato il fallimento. Poi è venuto il film basato sui personaggi del suo fumetto X-Men che ha incassato 157 milioni di dollari ed è il più venduto DVD del momento, e il bilancio ha ricominciato a sorridere. I fumetti si prestano molto bene a essere trattati con le nuove tecnologie a disposizione dei registi e i supereroi si adattano bene ai gusti dei teenager. Ora tutti gli sudios hanno in produzione film basati sui fumetti. 
Los Angeles Times 10.7.2001

La prossima frontiera dello scambio P2P: i programmi televisivi
All'inizio era un apparecchio chiamato TiVo. Si tratta di un ibrido nato dall'accoppiamento di un PC e un videoregistratore, che permette di registrare i programmi televisivi su un hard disk, aggiungendo, rispetto alla registrazione su nastro, la flessibilità consentita dalla tecnologia digitale, come la possibilità di eliminare gli spot pubblicitari. Non male, e infatti gli utilizzatori si sono dichiarati entusiasti. Ma qualche tempo tra le corporate dell'intrattenimento è scoppiato il panico perché quattro ingegnosi appassionati del sistema hanno trovato il modo di comprimere le registrazioni abbastanza da renderle registrabili su CD e scambiabili via Internet.
Liberation 10.7.2001

In questo sito si possono trovare molte informazioni e programmi riguardo a come migliorare TiVo. Questa invece è una pagina di FAQ su TiVo.

 

EDITORIA

Cala la percentuale di spagnoli che non leggono
Secondo uno studio della Fundación de las Cajas de Ahorros Confederadas, tra il 1991 e il 2001 il numero di spagnoli che non legge è passato dal 42 al 29%. Sempre secondo lo studio, il 51% legge frequentemente, mentre il 21 lo fa raramente.
El Mundo 10.7.2001

 

POLITICHE CULTURALI

Gli USA possono essere la vita o la morte dello spagnolo
Secondo uno studio sul castigliano negli USA presentato dall'Instituto Cervantes, le pubblicazioni in spagnolo negli Stati Uniti sono aumentate del 60% tra il 1990 e il 2000. Annualmente 600.000 persone di lingua spagnola, la maggior parte provenienti dal Messico, entrano a fare parte della comunità americana: gli immigrati non usano più la lingua madre a partire dalla terza generazione. Per contro, lo spagnolo come seconda lingua è studiata dal 78% degli anglofoni.
El Mundo 10.7.2001 

 

BENI CULTURALI

Venduto ad un privato un capitolo inedito dell'Ulysse di Joyce
L'acquisto è stato fatto per telefono da un anonimo durante l'asta organizzata da Sotheby's. L'opera è stata pagata 1.378.000 euro.
Le Monde 10.7.2001

 

MUSEI

Perché i Museo egizio di Torino deve traslocare
Nel dibattito sul trasloco del Museo egizio si inserisce la riflessione di Fiorenzo Alfieri, assessore alla cultura del comune di Torino. Egli sostiene la necessità di dotare il museo di un edificio che renda possibile un  allestimento finalizzato alla mediazione e alla  trasmissione dei contenuti dei quali la collezione è portatrice e testimonianza. Per questo, a suo avviso, è necessario un edificio ad hoc.
La Stampa 10.7.2001

La Haus der Geschichte cambia punto di vista
La Haus der Geschichte, pur essendo una fondazione privata, subisce l'influenza del dibattito politico e degli orientamenti prevalenti nel governo. Messi dunque in soffitta i cimeli che celebravano i fasti del governo Khol, il museo di storia della Germania contemporanea ha allestito una nuova esposizione nella quale dà conto degli avvenimenti degli ultimi 10 anni cercando di testimoniare l'esperienza della gente comune. Sono in mostra oggetti come il giubbotto dei manifestanti, con tasche sufficientemente ampie da contenere le pietre da lanciare, o i manifesti del dopoguerra e del dopo riunificazione, che appaiono straordinariamente simili.
Frankfurter Allgemeine Zeitung 10.7.2001

 

CRONACA

Tortura in Algeria: storia per immagini
Sarà presentato questa sera alla Cinémathèque, Parigi, il film Tortures en Algérie: écrire l'histoire en images, tout de suite di René Vautier, che ha raccolto le testimonianze degli algerini torturati dai francesi durante la guerra di liberazione.
Liberation 10.7.2001

Trasmesso dalla tv francese le Général de Bollardière et la torture
L'8 luglio la Chaîne parlementaire-Assemblée nationale ha finalmente trasmesso il documentario sul generale de Bollardière, che nel 1957 aveva chiesto di essere rimosso dal suo incarico perché contrario alle torture praticate dai francesi in Algeria. Girato nel 1974, il film era stato rifiutato dalle televisioni francesi, ed era circolato solo in proiezioni private.
Liberation 10.7.2001

Françoise Sironi cura le vittime della tortura
La sua testimonianza in Persecutori e vittime uscito da Feltrinelli. Scrive: "Quello che hanno fatto al mio corpo", mi ha spiegato un paziente, "non è nulla in confronto al resto. Per un periodo di tempo, anche lungo, hai male, molto male, ma la cosa peggiore è quello che resta... la certezza che volessero veramente aprirti la testa." 
La Repubblica 10.7.2001

 

9.7.2001

ARTI

Giuseppe Panza, collezionista e promotore di sé stesso
"A Giuseppe Panza bisogna riconoscere il merito di aver operato attivamente per la valorizzazione della propria collezione e dei suoi artisti; la sua è stata fin dall’inizio una strategia tutt’altro che attendista. Nella fase iniziale della loro carriera gli artisti di Panza potevano contare su un ottimo mecenate, che li sosteneva acquistando un numero cospicuo dei loro lavori, spesso in blocco o commissionati ad hoc, molti di grandi dimensione. Ma fu negli anni ‘80 che il collezionista inaugurò una vera opera di promozione della collezione, che continua tutt’oggi."
Exibart 9.7.2001

 

SPETTACOLO

Una politica a favore della creazione teatrale
Dice Catherine Tasca a proposito della politica dello stato francese a sostegno del teatro: "Il ruolo dello stato non è quello di curare un giardino privato pieno di bei fiori, ma di scovare l'albero che crescerà più alto e più veloce. Quello che è determinante non sono le istituzioni ma le persone: i creatori sono il motore dell'azione. Per questo la politica delle nomine (alla guida dei teatri statali) è fondamentale. A Claude Régy dico: amo il suo teatro, la sua posizione radicale. Tuttavia, egli ammette che senza le sovvenzioni dello stato esso non esisterebbe del tutto."
Liberation 9.7.201

"Non c'è più una politica del teatro, non c'è più una politica di nulla"
Questa l'opinione di Claude Régy, 77 anni, padrino di una intera generazione di registi ed attori. "L'economia ha preso il sopravvento sulla politica, tutto è stato sottomesso all'economia. In certi ambienti è ancora viva la nozione di teatro politico - quel teatro che dice cosa è bene e cosa è male nella società - e mi domando perché io non faccia teatro politico che renda conto della complessità del reale. Prendiamo quello che succede ad Avignone: il festival è più un mostrare qualcosa che fare arte. Bisognerebbe sopprimere il festival per qualche anno per curarsi da questa infezione e per far nascere nuove idee. "
Liberation 5.7.2001

Chi è Claude Régy.

Conferencia de Música Alternativa Latina a New Yourk
Durerà tre giorni la seconda conferenza organizzata dalla Sociedad General de Autores de España per promuovere la musica emergente spagnola.
El Mundo 9.7.2001

Privat lapdancer
Simon Price attacca così il suo articolo di commento al concerto londinese di Madonna: "Per 85 sterline ti aspetteresti che lei ballasse la lapdance esclusivamente per te. Può essere che siamo venuti a sentire Madonna insultarci, ma non era quello che avevamo in mente." A voi la lettura del seguito.
Independent 9.7.2001

 

MEDIA

140 miliardi per trasmettere il film di Harry Potter in tv
Tanto è quanto la Warner Brothers, che sta girando in Inghilterra Harry Potter e la pietra filosofale, ha chiesto ai network televisivi USA per acquistare i diritti di trasmissione del film. Secondo il Washington Post il prezzo è più del doppio del record precedente stabilito da Titanic.
BBCNews 9.7.2001

 

POLITICHE CULTURALI

Barenboim esegue a sorpresa Wagner in Israele ed è scandalo
Esecuzione a sorpresa della musica di Richard Wagner al Festival di Israele da parte di Daniel Barenboim, al quale era stato vietato di eseguire la musica del compositore preferito da Hitler.
El Mundo 9.7.2001

I precedenti dall'archivio di DiArte.

 

BENI CULTURALI

Per i G8 Genova si fa bella, ma pensa al 2004
Ai 60 miliardi che dovevano coprire le spese per i lavori di restauro e di ripristino funzionale delle aree interessate all’evento, individuate dalla preposta Commissione speciale, si sono aggiunti in dicembre altri 30 miliardi attraverso la legge finanziaria. La cifra ha raggiunto un totale di circa 200 miliardi per 100 interventi messi in opera, grazie ad altri finanziamenti pubblici e privati, attirati dalle procedure speciali promosse dalla Commissione per il G8. L’intera operazione è stata assunta come una sorta di banco di prova per la data fatidica del 2004, quando Genova sarà capitale europea della cultura.
Il Giornale dell'arte 9.7.2001

Una legge per conservare la memoria dei siti web
Il deposito legale delle pubblicazioni presso la Bibliothèque nationale de France esiste dal 1537, e una legge del 1992 lo ha esteso anche a quelle multimediali. Lo scopo di questa direttiva è di conservare memoria della produzione culturale nazionale, quale si è espressa attraverso i libri. Ora la BNF è stata incaricata anche di conservare memoria del contenuto dei siti web francesi. L'operazione si presenta difficile, a causa della frequenza con la quale i siti cambiano. Per realizzare l'archivio è  utilizzano un ragno che continuamente investiga la rete, senza distinguere tra siti istituzionali e siti amatoriali, ma utilizzando il criterio della notorietà - vale a dire il numero di link che puntano ad un sito - per eliminare quelli che hanno principalmente una vocazione privata.
Liberation 9.7.2001

Un codice deontologico per il turismo culturale
A Barcellona in occasione della assemblea dell'International Council of Museums, il suo presidente Jacques Perot, pur riaffermando l'efficacia dei musei come motore di sviluppo economico attraverso il turismo, ha sostenuto la necessità di emanare un codice deontologico del turismo culturale per assicurare la priorità delle ragioni della conservazione e dell'interpretazione su quelle della visitabilità e dello sfruttamento turistico dei siti e del patrimonio.
El Pais 9.7.2001

In Messico proposta la protezione dei beni di archeologia industriale
Blem Oviedo, presidente del Comité Mexicano para la Conservación del Patrimonio Industrial, ha annunciato l'intenzione di proporre l'inclusione degli edifici industriali e dei macchinari del 19esimo e 20esimo secolo tra i beni culturali protetti dalla legge sui monumenti e le zone archeologiche.
Reforma 9.7.2001

Archeologia industriale: una alternativa per il turismo culturale
Reforma 9.7.2001

 

MUSEI

Un marchio di qualità per accedere al dominio .museum
La possibilità di avere in un prossimo futuro un dominio Internet .museum pone il problema di stabilire quali istituzioni possano accedervi: quali i criteri per avere la qualifica di museo?
The New York Times 9.7.2001 (*)

 

CRONACA

Calimero piange il suo papà
Morto ad 80 anni Antonio Pagotto, più conosciuto sotto il suo nome d'arte Toni Pagot, padre spirituale insieme a suo fratello Nino e a Ignazio Colnaghi di Calimero, il pulcino nero del Carosello per il sapone AVA creato nel 1963. È un'ingiustizia, però!
Le Monde 9.7.2001

 

 

(*) Gli articoli del New York Times sono disponibili registrandosi gratuitamente.

 
torna all' inizio della pagina
per saperne di più