Le segnalazioni del 18 - 24 giugno 2001

Torna all'archivio 2001

24.6.2001

ARTI

La Casa del poeta tragico di Pompei in mostra a Lipsia: frammenti reali e ricostruzione virtuale
La Casa del poeta tragico, esempio straordinario di architettura e decorazione di una domus patrizia, fu scoperta nel 1824, e da allora ha sofferto una sistematica spoliazione dei suoi affreschi, soprattutto ad opera di visitatori incapaci di resistere alla tentazione di portarsi a casa qualche ricordo. A tutt'oggi la casa non è in condizioni tanto migliori del passato, essendo in gran parte priva di protezioni. Una esposizione a Lipsia mette in mostra una sua ricostruzione virtuale, i frammenti graziosamente donati al locale museo dai visitatori cleptomani e una ampia documentazione sullo stato di abbandono del sito.
Frankfurter Allgemeine Zeitung 24.6.2001

 

SPETTACOLO

Il National Conducting Institute prepara i nuovi direttori d'orchestra americani
Sotto la direzione di Leonard Slatkin e sostenuto dal Kennedy Center di New York, l'istituto forma i giovani direttori di orchestra americani, proprio nel momento in cui i più acclamati stanno invecchiando. Il corso offre ai suoi studenti la possibilità di mettersi alla prova nella direzione garantendo loro una settimana di concerti e prove con la Oregon East Symphony o la Grande Ronde Symphony, aiutandoli in questo modo a passare dalla situazione di semi-profesisonalità, che spesso caratterizza la loro vita professionale, a quella di direttori a tempo pieno.
The New York Times 24.6.2001 (*)

 

CINEMA

Estate straordinaria per la produzione cinematografica in Inghilterra
Per tutti coloro coinvolti nell'industria del cinema in Inghilterra non c'è mai stata una estate come questa. Anche nei periodi migliori tra i lunghi periodi di depressione non si è mai vista una cosa di questo genere. E questo non riguarda solo Londra, dove a ogni angolo noto si incontra una troupe cinematografica. Dalle Ebridi fino alla Cornovaglia si stanno girando film per un investimento di 230 milioni di sterline (700 miliardi di lire) mentre star di Hollywood e produttori accorrono in massa. L'articolo contiene un ampio dossier sul tema.
The Sunday Times 24.6.2001 

 

MUSEI

Guggenheim Bilbao lucidato a nuovo
Il monumento aveva perso il suo smalto e la sua lucentezza perché le lastre di titanio hanno preso una colorazione rossa. Così i 34.000 mq di  titanio che ricoprono l'edificio del museo progettato da Frank O. Gehry saranno ripuliti a cura l'Inasmet, centro tecnologico basco specializzato nello studio dei metalli, che ha messo a punto una schiuma (il cui elemento principale non è stato rivelato) in grado di fissarsi sulla superficie, seccarsi, essere aspirata e lavata con acqua in brevissimo tempo, tanto che in soli cinque minuti una placca di titanio trattata riprende la sua brillantezza originale.
Il Manifesto 24.6.2001

 

ARCHITETTURA

A New York la rendita immobiliare batte la ricerca estetica
Il concorso di idee per lo sviluppo edilizio dell'area ex-industriale della Con Edison a Manhattan è stato una occasione persa. Nonostante tra i partecipanti fossero stati invitati alcuni tra i più inventivi e prestigiosi architetti - Richard Meier, Christian de Portzamparc e Rem Koolhaas - la giuria ha preferito privilegiare le ragioni dello sfruttamento immobiliare dell'area scegliendo un team di professionisti in questo campo, e scartando gli architetti. In questo modo, la città di New York ha perso una occasione di dare spazio alla qualità estetica, come stanno facendo molte altre città nel mondo, riducendo l'architettura ad un ruolo ancillare.
The New York Times 24.6.2001 (*)

 

23.6.2001

ARTI

Il tribunale di Parigi blocca l'asta di Sotheby's
Annunciata in pompa magna per i giorni tra il 27 giugno e il 5 luglio, l'asta di Sotheby's France sarebbe stata la prima a forzare il monopolio dei battitori d'asta, stabilito dalla legge francese. Esasperata dalla lentezza della riforma della legge, la multinazionale americana ha tentato di forzare la mano, senza attendere il regolamento applicativo della legge del luglio 2000, che ha messo fine al monopolio.
Liberation  23.6.2001

Vade retro Satana
Il Rev. Jay Wegman, direttore delle attività culturali e artistiche della Cathedral of St. John the Divine a New York, ha ordinato la rimozione di un'opera di Arlene Shechet esposta nella cattedrale, perché influenzata dalla religione buddhista.
The New York Times 23.6.2001 (*)

 

SPETTACOLO

Una sinfonia ispirata dal suono dei passi sulla neve dell'Antartico
La Antarctic Symphony di Sir Peter Maxwell Davies, ispirata da un viaggio del compositore nell'Antartico, è stata eseguita dalla BBC Scottish Symphony Orchestra al St Magnus Festival di Orkney.
BBCNews 23.6.2001

Trevor Nunn, il signor 5%
A tanto ammonta la percentuale sugli incassi lordi al botteghino che Nunn, direttore del National Theatre, percepisce sulle sue produzioni che, dopo il National, vengono riprese dai teatri del West End. Questa pratica è diventata usuale dopo che il teatro ha perduto i sussidi pubblici e ha messo in scena una programmazione più commerciale, come i musical Oklahoma e My Fair Lady. Un calcolo approssimativo valuta le entrate di Nunn da questa fonte in 600.000 sterline annuali (1.8 miliardi di lire). Quali le conseguenze artistiche? "Ammetto che a volte abbiamo fatto produzioni nazional-popolari per raggiungere un pubblico più vasto - dice Nunn - ma questo è stato bilanciato dalla messa in scena di lavori più rischiosi. Non è un caso che avremo un sensibile aumento della produzione di nuovi testi."
Electronic Telegrph 23.6.2001

Il pubblico vuole Stephen Daldry alla direzione del National Theatre
Una survey tra i frequentatori del teatro ha rivelato che il regista di Billy Elliot, già direttore del Royal Court Theatre, è il candidato ideale per prendere il posto di Trevor Nunn, che lascerà la direzione del National Theatre nel settembre 2002. La stessa indagine ha anche messo in luce che il pubblico non ha gradito la ripresa di musical come My Fair Lady operata da Nunn.
Independent 23.6.2001

 

CINEMA

Allarme a Hollywood
Dopo la notizia delle clamorose dimissioni del direttore degli Studios Disney, ieri un altro colpo alle major arriva dalla Mgm, che annuncia un forte ridimensionamento in seguito a due flop (i cui titoli la Mgm s'è vergognata di rendere noti). Infatti, a causa di due produzioni "dal riscontro di pubblico deludente" la gloriosa Metro Goldwyn Mayer è costretta a profit warning, ad abbassare quindi le aspettative per il secondo trimestre e per l'intero anno. E dunque via due dirigenti, Gerry Rich (presidente marketing) e Larry Gleason (resposabile della distribuzione).
Il Manifesto 23.6.2001

Anche negli USA la carta di accesso illimitato al cinema
Sull'esempio delle catene di distribuzione francesi Gaumont e UGC, la AMC-Entertainment, che controlla 2.800 schermi, introdurrà una tessera mensile di libero  accesso illimitato ai sui cinema di Omaha (Nebraska) e Oklahoma City. Il prezzo di vendita è rispettivamente di 17.5 e 14.5 dollari (36 e 30mila lire).
Liberation 23.6.2001

 

EDITORIA

Manifestolibri compie 10 anni, e avanza una richiesta
Si tratta né più né meno che assicurare l'esistenza di un mercato del libro diverso da quello che ci si vuole imporre all'insegna del best-seller, equivalente del fast-food nel campo dell'alimentazione. Senza assistenzialismi e contando come si deve sulle nostre forze, ma anche senza vantaggi indebiti per gli "altri" cui non si vuole togliere nulla se non l'eccesso di profitto realizzato con mezzi e metodi soprattutto finanziari.
Il Manifesto 23.6.2001

L'ultima trovata di Zaphot Beeblebrox
Zaphot Beeblebrox, Presidente della Galassia, furbacchione matricolato di The Hitch-Hiker's Guide To The Galaxy, avrebbe apprezzato lo scherzo giocato dal suo autore Douglas Adams, che dopo aver ricevuto agli inizi degli anni '90 4 milioni di dollari (8 miliardi di lire) come anticipo per un nuovo romanzo, ne ha scritte solo otto pagine. Adams è morto di infarto l'11 maggio 2001.
National Post 23.6.2001

 

MUSEI

Science Mall chiude il giorno dopo l'apertura
Chiusura forzata per il museo scientifico, seconda tappa di uno science centre in costruzione a Glasgow per una spesa di 75 milioni di sterline (230 miliardi di lire), dopo un sono giorno di apertura per la mancanza dei permessi di agibilità pubblica.
Independent 23.6.2001

 

CRONACA

I tre tenori trionfano a Pechino
Plácido Domingo,  José Carreras e Luciano Pavarotti si sono esibiti nella Città proibita con grande successo.
El Pais 23.6.2001

 

22.6.2001

ARTI

Aperta la caccia ad un ritratto di Francis Bacon opera di Lucien Freud
Il quadro è scomparso 1988 da una esposizione a Berlino. Il lavoro ha le dimensioni di una grande cartolina ed è valutato 1.2 milioni di sterline (3.6 miliardi di lire). Freud ha preparato uno speciale poster per promuovere la ricerca che sarà stampato in 2.500 copie. Per chi lo ritroverà è stata stabilita una ricompensa di 100.000 sterline (300 milioni di lire) .
Independent 22.6.2001

Il desiderio di denaro e non il rispetto della privacy uccide il reportage
Scrive Stefano Rodotà, garante della privacy: "Le difficoltà da lui denunciate non nascono affatto dalla nuova disciplina delle informazioni personali. Hanno piuttosto origine nelle più antiche norme sul diritto all’immagine che, con una intensità sconosciuta in passato, spingono ora molte persone ritratte a chiedere denaro per il solo fatto che quelle immagini circolino, anche quando non vi sia lesione della loro dignità o del loro legittimo diritto ad opporsi alla pubblicazione. I limiti all’attività del cronista e dell’artista, dunque, derivano da una sempre più spiccata propensione a ritenere che tutto possa essere utilizzato per procacciarsi denaro."
La Stampa 22.6.2001

La legge sulla privacy sta ammazzando il reportage
Lo sostiene Gianni Berengo Gardin: "E il paradosso è che la gente per la strada fa a gara per farsi riprendere dalle telecamere della più piccola tv privata, ma se tu pubblichi una fotografia subito ti chiede fior di milioni. In America su questo terreno si sta facendo qualcosa, in Francia Cartier-Bresson ed altri sono riusciti a ottenere alcune garanzie da non so quale ministro, io è un anno che chiedo di essere ricevuto dal garante della Privacy, Rodotà, ma non sono mai riuscito ad incontrarlo." 
La Stampa 21.6.2001

 

CINEMA

Il futuro della Cinémathèque française
La Cinémathèque française sarà spostata dalla sua sede attuale nella antica sala al Palais-de-Chaillot all'ex America Center progettato da Frank Gehry a Bercy, i cui spazi interni sono inadatti allo scopo. Intervista a Peter Scarlet, direttore della storica istituzione fondata da Henri Langlois.
Liberation 22.6.2001

Il sito della Cinémathèque française.

Le fabuleux destin d'Amélie Poulain sbanca il botteghino in Francia
Il film racconta la favola di una giovane cameriera a Montmartre che riesce nella realizzazione dei propri desideri. Con teutonica metodicità, il Frankfurter Allgemeine Zeitung va a visitare il luoghi del film per scoprire che la vita non è fiction.
Frankfurter Allgemeine Zeitung 22.6.2001

 

EDITORIA

Prossimo il cambio della guardia alla direzione del Sole 24 Ore
Nell'associazione degli industriali non soltanto ha prevalso l'unità, ma ha stravinto la linea del presidente Antonio D'Amato, al quale in sostanza il direttivo riconosce la facoltà di scelta degli organigrammi al vertice del Sole 24 Ore. Ne consegue che al più tardi fra 20 giorni la direzione del quotidiano andrà a Guido Gentili (oggi editorialista del Corriere della Sera), in sostituzione di Ernesto Auci che diventerà amministratore delegato del gruppo
La Repubblica 22.6.2001

Oggi la decisione sulla direzione del Sole 24 ore
Sulla questione si scontrano la linea del presidente D'Amato, che vuole sostituire Ernesto Auci, e quella rappresentata da Tronchetti Provera, presidente dell'Editoriale Sole 24 Ore, che valuta positivamente l'operato dell'attuale direttore. La decisione nel direttivo di oggi.
La Repubblica 21.6.2001 

Scelta la cinquina dello Strega
La cinquina, votata dagli oltre quattrocento giurati, è guidata da Antonio Debenedetti, che ha scritto Un giovedì dopo le cinque (Rizzoli), ed ha raccolto 59 consensi. Seguono Domenico Starnone, autore di Via Gemito (Feltrinelli), 56 schede, Paola Mastrocola con Palline di pane (Guanda), 53 voti, Danilo Donati con Coprilfuoco (Newton Compton) che ha avuto 47 preferenze. Ultimo Vincenzo Cerami, autore di Fantasmi (Einaudi) al quale sono andati 45 voti. Non capitava da molti anni che il rito dello Strega contemplasse tanta competizione e incertezza.
La Repubblica 22.6.2001

 

MEDIA

Debutta La7 la televisione di Telecom, il gigante dai piedi d'argilla
Il gruppo Olivetti Telecom  inizia la sua avventura televisiva con qualche fardello di troppo: un indebitamento oneroso a fronte di costi di produzione altissimi che in passato hanno messo a rischio bilanci ben più solidi, un'alleanza politica svanita nei litigi dei Ds, un'ombra giudiziaria che grava sulla proprietà. Una chance ce l'avrebbe La Sette: potrebbe fare un'opposizione seria al centro destra e alla politica di Silvio Berlusconi. Ma ve lo immaginate Roberto Colaninno che fa la guerra al gruppo Fininvest con il quale si vorrebbe alleare nel settore delle Telecomunicazioni?
Il Manifesto 22.6.2001

La Fascino di Costanzo e della De Filippi creerà format in esclusiva per Mediaset
L'accordo, della durata d otto anni, prevede che PierSilvio Berlusconi entri nella società con una quota del 30%. La Fascino offrirà in esclusiva i format che inventerà a Mediaset e, se questa non li accetterà, sarà libera di venderli venderli sul mercato straniero.
Corriere della sera 22.6.2001

Paperon de' Paperoni è disperato: alla Disney gli affari vanno male
Ina serie di flop commerciali si sono susseguiti in casa Dinsey negli ultimi mesi: Pearl Harbor raggiungerà il pareggio a stento, Atlantis, l'ultimo film di animazione, non sta andando bene, il parco a tema appena aperto in California ha dovuto abbattere i prezzi - cosa mai vista nel periodo estivo - per invogliare i visitatori. Inoltre non avendo acquistato nessuna importante azienda negli ultimi anni, è scivolata alla quarta posizione nella classifica delle conglomerate nel settore dei media e la divisione film è terza in classifica, dopo Paramount e Sony, avendo perso il secondo posto che per molto tempo aveva occupato. Infine, GO Network, il portale internet della società, è stato chiuso all'inizio dell'anno. La responsabilità di tutto questo è attribuita al collerico presidente Michael Eisner, causa, tra l'altro, della dipartita dalla Disney di molti top manager.
Independent 22.6.2001

Alla Disney cadono le teste
Si è dimesso il diretto generale della Walt Disney Studios, Peter Schneider, responsabile dal gennaio 2000 di tutti i film prodotti col marchio Disney. Le dimissioni inaspettate sono la conseguenza della politica della major capitanata da Michael Eisner, e che ha collezioni disastri su disastri.
Il Manifesto 22.6.2001

 

MUSEI

Gli interessi di Sir Nocholas Serota
La collezione della Tate Gallery è fortemente improntata dal gusto e dalla sensibilità del suo direttore, Sir Nocholas Serota. Questo ha fatto sì che il museo sia ricchissimo di opere del tardo 20esimo secolo, ma che i buchi nella collezione di post-impressionisti. cubisti e espressionismo tedesco non siano mai stati colmati.
Electronic Herald 22.6.2001

Lars Nittve lascia la Tate Modern
Nittve, 47 anni, è stato il responsabile dell'allestimento della Tate Modern. Ora ritornerà nella nativa Svezia a dirigere il museo nazionale d'arte moderna Moderna Museet di Stoccolma.
Independent 21.6.2001

Le pene di Sir Nocholas Serota
Non solo l'abbandono di Lars Nittve affligge Sir Nicsolas Serota, direttore della Tate Gallery. Recentemente diverse voci si sono levate a criticare il suo operato e il suo strapotere. Per esempio, Sir Tom Stoppard in un discorso alla Royal Academy ha fatto le pulci alle basi intellettuali del concettualismo e ha lamentato la decadenza delle capacità tecniche degli artisti. Ugualmente Stuart Pearson Wright, vincitore del BP Portrait Award, ha messo in discussione che immense quantità di denaro pubblico siano spese per promuovere una particolare scuola artistica, mentre le altre stentano a sopravvivere.
Electronic Telegraph 21.6.2001

Sei artisti concettuali a confronto con Jan Vermeer
La mostra alla National Gallery di Jan Vermeer è l'occasione attraverso la quale sei artisti concettuali - Faisal Abdu'allah, Richard Billingham, Cornelia Parker, Ewan Gibbs, Sam Taylor-Wood, Isaac Julien - si confrontano con l'arte dei maestri antichi. 
The Guardian 21.6.2001

 

CRONACA

Morto John Lee Hooker
È morto nel sonno a 80 anni John Lee Hooker, leggendario bluesman.
The New York Times 22.6.2001 (*)

Manu Chao e il ministro
Quella volpe del ministro degli esteri, Renato Ruggiero, tutto moine per arruffianarsi il "menestrello" anti-G8  fiuta la preda e dice: "Il cantante francese può diventare via di dialogo tra governanti e popolo di Seattle." Ribatte Manu Chao: "Sono solo ambasciatore di me stesso, e poi a Seattle non ci sono neanche stato. Popolo di Seattle non significa proprio nulla. Io andrò a Genova come un cittadino qualsiasi. E poi, se i governi vogliono veramente aprire un dialogo con qualcuno, perché non lo fanno con la gente che sta organizzando le manifestazioni? Certo, so bene che a Genova ci saranno problemi, e la colpa sarà dei provocatori che sono nel governo. Quelli che stanno organizzando il G8 sono i primi a volere che a Genova non ci sia un giornata pacifica."
Il Manifesto 22.6.2001

 

21.6.2001

SPETTACOLO

Le ragioni degli altissimi prezzi dei bilgietti per i concerti rock
Madonna, U2, Eagles, Björk sono tra le star in tour questa estate. I prezzi dei biglietti per i loro concerti sono molto alti e variano da un minimo di 45 a un massimo di 135 euro. Ciò nonostante, gli spettacoli registrano il tutto esaurito. Gli organizzatori si giustificano accusando sia il basso corso dell'euro rispetto al dollaro, sia gli alti costi di produzione degli spettacoli. "In fondo - dicono - questi prezzi sono normali per Pavarotti o Barbara Streisand." Tuttavia è da notare che il pubblico di questi artisti rock è invecchiato, è entrato nella vita attiva e ha una capacità di spesa maggiore. Il fatto che i prezzi dei biglietti per gli spettacoli dei gruppi che hanno un pubblico più giovane, come gli emergenti o le band hip-hop, siano considerevolmente più contenuti, lascia supporre che quelli delle star siano mantenuti artificialmente alti.
Le Monde 21.6.2001

Dal 6 al 29 luglio il Festival della lirica a Aix-en-Provence
Il dossier di Le Monde presenta il festival lirico che si rivaleggia con Bayreuth, Salisburgo e Glyndebourne per la qualità dello spettacolo offerto al pubblico.
Le Monde 21.6.2001

Parla Stéphane Lissner, direttore del Festival, e artefice della sua rinascita
Quando Stéphane Lissner ha preso le redini del Festival tre anni fa esso versava in condizioni disastrose. In tre anni, sviluppando un programma di lungo periodo e di collaborazioni con le autorità locali, il Festival ha recuperato la sua identità e triplicato il suo budget. Gli spettacoli sono frequentati da 50.000 spettatori, mentre l'Académie européenne de musique, istituzione collegata al Festival, ne raccoglie altri 30.000, la maggior parte dei quali proviene dalla regione circostante. Oltre ai 40 spettacoli estivi, la troupe del Festival dà circa 100 spettacoli in tournée in Europa, Giappone e Stati Uniti.
Le Monde 21.6.2001

Il sito ufficiale del festival con il programma.

Il pianista di Skopje
Simon Trpceski, 21 anni, pianista macedone, sta iniziando una carriera internazionale molto promettente.
Electronic Telegraph 21.6.2001

Venti di censura in USA
Il Parlamento USA sta pensando di affidare alla Federal Trade Commission il compito di rivedere i criteri di valutazione etica degli spettacoli, della musica e dei videogiochi. Lo scopo di questa riforma sarebbe di attuare una maggiore protezione dei ragazzi e di punire le aziende che propongono loro spettacoli ritenuti diseducativi e offensivi. Queste ultime, temendo un calo delle vendite, negano l'utilità di un criterio unico di valutazione e si appellano alla libertà di espressione sancita dal Primo emendamento. L'industria dell'intrattenimento propone in alternativa un sistema basato su una autovalutazione del contenuto e su un sw capace di impedire ai minori l'uso dei prodotti.
Washington Post 21.6.2001

 

CINEMA

Lacrime di coccodrillo versate per il cinema tedesco: il vero problema è il decentramento amministrativo
La cinematografia tedesca versa in condizioni difficili. Sulla stampa si susseguono lamentazioni ed appelli per una sua rinascita. Tuttavia, il decentramento amministrativo tedesco non favorisce una politica di sostegno al cinema, che invece avrebbe bisogno di centralizzare gli sforzi concentrandoli su una sola località, sull'esempio di Francia, Inghilterra e Italia dove Parigi, Londra e Roma giocano un ruolo fondamentale nella produzione.
Frankfurter Allgemeine Zeitung 21.6.2001

Bollywood goes international
A Bombay si producono più film che a Los Angeles: 800 contro 100 all'anno. Una delegazione indiana, guida dal ministro per l'informazione e le comunicazioni Sushma Swaraj, si è recata negli USA alla ricerca di partner e capitali per allargare il proprio mercato.
BBCNews 21.6.2001

 

POLITICHE CULTURALI

A Santa Barbara, California, gli stati generali per salvare le lingue in via di estinzione
Nel mondo si parlano oggi oltre 6.700 lingue diverse, ma un po’ più della metà degli abitanti della terra parla solo undici di queste come lingua madre (cinese mandarino, inglese, spagnolo, hindi, portoghese, bengali, russo, giapponese, francese, tedesco, italiano). Oltre la metà delle altre lingue del mondo sono oggi parlate, ciascuna, da appena diecimila persone, un trenta per cento delle restanti hanno appena mille parlanti ciascuna e un dieci per cento si accontenta di comunità di appena cento parlanti. Al via un programma per la salvaguardia delle lingue minori attraverso la conservazione elettronica di parole, suoni e grammatica.
Corriere della sera 21.6.2001

La rinascita del quartiere di Simmering a Vienna
Zona degradata per lungo tempo a causa dei cambiamenti economici e della deindustrializzazione, il risanamento del quartiere, caratterizzato da 4 gasometri alti 72 metri, è la più importante operazione urbanistica tentata a Vienna nell'ultimo secolo. Opera dll'architetto francese Jean Nouvel, della coppia di austriaci riuniti nell'agenzia Coop Himmelb e ancora degli austriaci Mandfred Wehdorn e Wilhelm Holzbauer, l'area contiene abitazioni, uffici, spazi commerciali e per il tempo libero, parcheggi. Prima ancora che gli edifici fossero agibili, è entrata in funzione la linea della metropolitana che la collega al resto della città. L'operazione ha suscitato critiche per il suo forte accento commerciale.
Liberation 21.6.2001

40 artisti concorrono al risanamento del quartiere di Peckham Rye a Londra
Tra di essi, il vincitore del Turner Prize Antony Gormley, le cui sculture falliche hanno allarmato il consiglio comunale locale, ma che comunque sono state finanziate dai commercianti del quartiere. Il piano, che comprende anche il rifacimento della pavimentazione stradale e dei marciapiedi su disegno degli artisti, sarà realizzato in 7 anni con una spesa di alcuni milioni di sterline. Esso prevede un importante coinvolgimento insieme agli artisti della comunità locale, allo scopo di aumentare il senso e l'orgoglio di appartenenza all'area.
Independent 21.6.2001

Battaglia intorno al National Theatre di Dublino
La prestigiosa istituzione non solo è ospitata in un edificio troppo piccolo per la sua attività, ma occupa un area giudicata inadeguata al suo ruolo. Le possibilità di fare fronte al problema sono di ampliare la sede attuale o di costruirne una nuova nella zona del porto, dove ha sede la vita culturale della città. La questione ha scaldato gli animi dei dublinesi e la polemica imperversa.
The New York Times 21.6.2001 (*)

 

BENI CULTURALI

Arte sacra come oggetti di arredamento
Secondo Manus Brinkman, segretario generale dell'International Council of Museums, e Alexandra Smith, dell'Art Loss Register di Londra, una parte importante delle decine di migliaia di oggetti sacri rubati nel mondo, dopo essere stata contrabbandata in USA o a Londra, finiscono per abbellire gli interni delle case come oggetti d'arredamento.
The Times 21.6.2001 

 

MUSEI

Urbani lascia l'idea di un museo della Shoah a Ferrara
Per il momento si tratta di una idea, prontamente data in pasto alla stampa, maturata tra il ministro, il sottosegretario Sgarbi, Alain Elkann e Massimiliano Fuksas, che sarebbe incaricato della progettazione del museo.
Corriere della sera 21.6.2001

 

CRONACA

Franco Ferrarotti premiato dall'Accademia dei Lincei
Si tratta della prima volta che l'Accademia premia uno scienziato sociale. Il premio speciale del Quirinale alla fisiologa Daniela Pietrobon.
Corriere della sera 21.6.2001

Morto a 82 anni Onald J. Cram
Nel 1987 conquistò il premio Nobel per la chimica per le sue fondamentali ricerche sulle molecole.
Il Messaggero 21.6.2001

 

20.6.2001

ARTI

Via la folla, la Biennale di Venezia è paradiso puro
La Biennale si adatta a Venezia come Harold a Maude. Nonostante le critiche e la loro immensa estensione, le manifestazioni come la Biennale servono a fare il punto dello stato dell'arte e a legittimare artisti o nuove forme di espressione artistica.
The New York Times 20.6.2001 (*)

Sarà esposto il 2 settembre al Prado il restaurato ritratto di Carlo V dipinto da Tiziano
Il quadro dipinto nel 1548 ritrae l'imperatore a cavallo. Esso ha subito un delicato processo di restauro.
El Mundo 20.6.2001

 

SPETTACOLO

La Fête de la musique, il più grande e il più corto festival musicale al mondo
Giunta alla sua 20esima edizione, la Fête de la musique mobilita centinaia di migliaia di musicisti professionisti e amatori che suonano nelle strade e nei locali pubblici di città e paese di tutta la Francia. L'iniziativa che dura un solo giorno, il 21 giugno, ha una notorietà altissima: da un sondaggio telefonico fatto nel 2000 è risultato che il 97% degli intervistati ne ha sentito parlare. L'iniziativa, voluta da Jack Lang, ha un budget superiore ai 400.000 euro.
Le Monde 20.6.2001

Il databese con le iniziative di tutta la Francia, alla voce programme del sito della Fête.

In Inghilterra crescono i diritti pagati ai musicisti
Nonostante un supposto sostanzioso aumento della pirateria, le due società che gestiscono i diritti per i musicisti in Inghilterra, la Mechanical Copyright Protection Society (MCPS) e la Performing Right Society (PRS), hanno annunciato un incremento rispettivamente del 4% e del 7% dei diritti pagati nel 2000. In totale esse hanno distribuito 426 milioni di sterline per i diritti della vendita di CD (1.300 miliardi di lire circa).
BBCNews 20.6.2001

Bufera a Mosca, temporale a Berlino
Il direttore artistico del Bolshoi, Gennady Rozhdestvensky, dopo essere stato insediato direttamente da Putin meno di un anno fa, si è dimesso per ritornare alla sua più tranquilla professione di direttore d'orchestra. Questo non solo ha lasciato il più blasonato teatro russo senza guida, ma lo ha anche costretto ad annullare le tournée all'estero in programma. Nel frattempo, il Kirov di San Pietroburgo consolida la propria leadership in Russia e all'estero. A Berlino, Simon Rattle, che avrebbe dovuto prendere il posto di direttore della Filarmonica di Berlino nel 2002, minaccia di rinunciare al posto se non verranno soddisfatte le due condizioni da lui poste: maggiori finanziamenti e minore controllo politico sull'orchestra. Entrambe sembrano difficili da ottenere, vista la bancarotta della città di Berlino e le imminenti elezioni politiche locali. Entrambe le istituzioni dovrebbero imparare dal Coven Garden che ha cercato di allargare il proprio audience a coloro che non partecipano dei privilegi di una istituzione elitaria.
Electronic Telegraph 20.6.2001

Gennady Rozhdestvensky lascia la direzione artistica del Bolshoi
Dopo le critiche negative all'allestimento del Giocatore di Prokofiev, Rozhdestvensky ha rassegnato le sue dimissioni. Questo lascia il teatro in uno stato di grande difficoltà: da un lato il finanziamento statale è insufficiente al suo mantenimento, dall'altro l'edificio stesso ha grande necessità di restauri perché le sue fondamenta sono corrose da un fiume sotterraneo. A questo si aggiunge la difficoltà a trovare una chiara direzione di sviluppo artistico.
The Times 19.6.2001

I musicisti della Berliner Philharmoniker lasciano il palco per protesta
Domenica 17 sera, durante l'esecuzione della sinfonia Degli addii di Haydn, i musicisti hanno lasciato ad uno ad uno il palco per protestare contro la situazione di bancarotta nella quale versa la città di Berlino.
BBCNews 18.6.2001

Dall'archivio di DiArte
La politica dei prezzi della Royal Opera House
Independent 7.6.2001 

 

CINEMA

AI di Spielberg darà al pubblico qualcosa su cui riflettere
Secondi i critici che hanno potuto vedere l'anteprima, Artificial Intelligence, il film nato da una sceneggiatura di Stanley Kubrick portata a termine e realizzata da Steve Spielberg, non presenta quegli elementi accattivanti per l'audience che hanno distinto Jurassic Park o ET, ma si tratta invece di "un grande film ricco, strano, problematico e pieno di variazioni di tono. Un pezzo di bravura del regista."
Independent 20.6.2001 

I robot nel cinema, da Metropolis a AI, passando per Creation of the Humanoids
Nei film di fantascienza il confine tra umano e artificiale è spesso labile. Un B movie del 1962, intitolato Creation of the Humanoids, sembra essere il primo che ha trattato i robot come esseri simpatetici all'umanità, curiosamente anticipando i temi affrontati in AI di Kubrick e Spielberg.
Salon 21.6.2001

Una caccia al tesoro online per scoprire i misteri di  AI
Ciò che sta attirando attenzione sul film non è comunque la storia, ma la fitta rete di misteri che si è sviluppata intorno ad esso online. L'articolo li racconta e propone i link ai siti che hanno creato l'alone di mistero.
La Stampa 20.6.2001

Il sito di Artificial Intelligence con il trailer del film e molto sui robot.

Pochi i film per i ragazzi
Il mercato dei film per ragazzi desta poca attenzione da parte di produttori e distributori. Se si eccettuano poche uscite di altissimo livello realizzativo, il resto è veramente di poco conto. Il problema sarebbe facilmente risolvibile perché sia i genitori che i ragazzi, in particolare quelli sotto i 7 anni, preferiscono il cinema alla tv, e non disdegnano pagare anche per film che non concorrono all'Oscar per il miglior film di animazione. 
Los Angeles Times 20.6.2001

 

EDITORIA

The next thing
Harry Potter è stato soppiantato nella classifica di vendita dei libri per ragazzi del New York Times da Junie B. Jones, sei anni, un pessimo carattere e un'esistenza normale. Inventata da Barbara Park, americana dell'Arizona, è l'immagine dell'amica con cui tanti ragazzini vorrebbero condividere la loro solitudine.
Corriere della sera 20.6.2001

 

MEDIA

Italia1 sarà fresca, ironica, irriverente
Stefano Magnaghi, direttore di Italia1, sta lavorando per proporre una nuova rete che lui stesso ama definire "un po’ cialtrona, giullaresca, disposta a scherzare su tutto e tutti. Capace di intrattenere e di pungere." Le iene, la Gialappa’s e Zelig con Bisio saranno le colonne del paninsesto.
Corriere della sera 20.6.2001

Una unica autorità per media e comunicazione in UK
Riforma in vista nel mondo dei media e delle telecomunicazioni inglesi. Una unica autorità si occuperà di regolare l'intero sistema dei media, unificando le attuali 5 commissioni. In particolare la riforma cercherà di risolvere le questioni poste dalla proprietà di più media da parte di un solo soggetto. Rupper Murdoch si è gia incontrato con il primo ministro probabilmente per discutere la questione.
BBCNews 20.6.2001

 

POLITICHE CULTURALI

Il Festivaletteratura di Mantova ha fatto i cuccioli
Modello di successo si copia. Sembra questa la parola d'ordine di due iniziative che stanno per prendere avvio a Milano - La Milanesiana - e a Modena - Festival Filosofia.
La Repubblica 20.6.2001

Lo stato francese si prepara a sostenere i centri culturali alternativi
Il ministero della cultura ha preparato un rapporto che analizza le diverse modalità di produzione culturale caratteristiche dei centri culturali alternativi, quelli che in Italia sarebbero chiamati centri sociali. Esso è il primo passo per un riconoscimento della loro attività culturale e per il loro sostegno. Il problema è tutt'altro che semplice soprattutto per le contraddizioni che i centri - per esempio occupando abusivamente gli edifici che li ospitano - spesso innescano con le autorità locali: in questo caso, quale sarà l'atteggiamento dello stato?
Liberation 20.6.2001

Il rapporto Lextrait dal sito del ministero della cultura francese.

 

BENI CULTURALI

Dimore nobiliari ospitano ricchi turisti americani
La mancanza di alberghi di lusso ha spinto i nobili palermitani a offrire ospitalità ai ricchi ed esigenti turisti americani. Saranno nei palazzi e i feudi nobiliari a proporre un servizio secondo gli standard richiesti da questo tipo di clientela.
La Repubblica 20.6.2001 

 

19.6.2001

CINEMA

Il cinema cinese tra apertura economica e immobilismo politico
Il Festival di Shanghai ha messo in luce la crisi profonda nella quale si trova il cinema cinese ufficiale, stretto tra celebrazione del passato ed apertura culturale ai modelli occidentali, ed incapace di accettare la nuova cinematografia, osannata in occidente, ma censurata in Cina.
Liberation 19.6.2001

 

POLITICHE CULTURALI

I buoni propositi di Berlusconi
Finalmente una presa di posizione del governo italiano sulla politica culturale. Cultura e  patrimonio artistico sono secondo il presidente del consiglio le prime risorse dell’Italia. In cima alla lista degli impegni sono conservazione del patrimonio artistico, promozione all’estero, rivitalizzazione degli istituti italiani di cultura. Le parole di Berlusconi sono, ad esclusione delle boutade del sottosegretario Sgarbi, le uniche pronunciate dal governo sulla sua politica culturale. Nel frattempo il ministro Urbani sta studiando.
Exibart 19.6.2001

 

BENI CULTURALI

Restituita tela di Jacopo Bassano trafugata dall'ambasciata italiana a Varsavia
Il dipinto, intitolato La parabola del seminatore, era stato dato in dotazione all'ambasciata in Polonia dopo il 1922. Sparito dalla circolazione dopo l'invasione tedesca, il dipinto era riapparso nel 1954 a New York e venduto l'anno successivo al Museum of Fine arts di Springfield, che lo ha restituito all'Italia.
Il Messaggero 19.6.2001

 

18.6.2001

ARTI

La geopolitica alla Biennale di Venezia
La disposizione, l'architettura e il modo in cui sono raggruppati i padiglioni ai Giardini di castello riflette una precisa gerarchia che ha poco a che fare con l'arte, ma molto con la potenza economica e militare. Questo ordine è del tutto inattuale ed è messo in discussione dalla frammentazione delle nazioni multietniche avvenuto negli ultimi 10 anni . Il futuro lascia prevedere un proliferare di richieste per la costruzione di spazi per le nuove nazioni, ansiose di affermare la propria individualità culturale.
Financial Times 18.6.2001

Bene da Sotheby's la vendita di arte inglese classica
Ritratti Tudor e Stuart, quadri di autori prerafaelliti, ma anche autori del 19esimo e 20esimo secolo come John Atkinson Grimshaw e Stanley Spencer, hanno venduto molto bene: 20 dei 25 lotti sono andati quasi completamente esauriti, per un'ammontare totale di 5.4 milioni di sterline (17 miliardi di lire).
Electronic Telegraph 18.6.2001

 

SPETTACOLO

Musicland.it portale per gli amanti della musica e gli artisti
Ideato da Franco Mussida, propone un settimanale di informazione, un motore per la ricerca dei locali, uno spazio per i gruppi emergenti. Presto anche lezioni di musica e  mercatino.
La Stampa 18.6.2001

Musicland.it

Niente più jukebox celestiale
Napster distribuirà a pagamento gli artisti sotto contratto con Bmg, Emi e Warner, con partner tecnologici RealNetworks e AOL. I musicisti legati a Universal e Sony saranno distribuiti, ugualmente a pagamento, da Duet che forse si chiamerà Pressplay, ai quali Microsoft e Mp3 forniranno la tecnologia. Due sw e due abbonamenti diversi, naturalmente. Infine resta l'incognita dei prezzi, in particolare della musica di repertorio che le case discografiche possono mettere online senza costi aggiuntivi: sarà venduta come ora allo stesso prezzo delle novità? Si annunciano tempi duri per i consumatori.
La Repubblica Affari e finanza 18.6.2001

Neil Young eccelle al Fleadh festival di Finsbury Park, Londra
Accompagnato dalla band Crazy Horse ha dato una magistrale lezione di chitarra rock.
Electronic Telegraph 18.6.2001

 

CINEMA

Lara Croft eroina progettata per soddisfare i gusti dei teenager maschi
Quando è uscito nel 1995, Tomb Raider è stato il primo gioco ad avere una sceneggiatura simile ad un film. Il lungometraggio basato sul gioco, è il primo film ad essere come un videogioco, escludendo alcuni aspetti narrativi che normalmente fanno parte della sceneggiatura, come le vicende sentimentali dei protagonisti. Questa convergenza sembra essere una azzeccata strategia di marketing per conquistare i primi consumatori di film d'azione, gli adolescenti maschi, proponendo loro la prima eroina femminile che, pur ostentando il proprio erotismo, esclude completamente dal proprio orizzonte la sessualità. Tomb Raider ha totalizzato 48 milioni di dollari (100 miliardi di lire) nel primo weekend di programmazione.
The Times 18.6.2001

 

EDITORIA

Alla Fondazione della cassa di Venezia il 43% della Allemandi
La Fondazione della Cassa di Risparmio di Venezia entra in forze nel capitale della casa editrice specializzata in arte. Il partner veneziano porterà a nuove iniziative editoriali nell'area del nord ovest. A Venezia, vista come città di riferimento nel campo artistico, sarà aperta una sede di rappresentanza.
La Repubblica 18.6.2001

 

MEDIA

La 7 e Canale 5 si disputano l'audience giovanile
Lo scenario competitivo di La7 è dominato più da Canale 5 che da Italia 1, la rete giovanilista di Mediaset. La top ten dei dieci programmi più visti dalla fascia di età compresa fra i 15 e i 34 anni è di fatto dominata da Canale 5 con Il grande fratello. La strategia di La7 punta sull'audience al di fuori del prime time, per conquistare il quale occorrono degli investimenti giudicati eccessivi.
Il Sole 24 Ore 18.6.2001

  Il mercato più interessante per la pubblicità si colloca tra i 15 e i 34 anni
La scelta di La7 di puntare sui giovani non è motivato tanto dal fatto che essi sono i maggiori consumatori di intrattenimento - ma non di televisione -  ma il target giovane è ricercato dalle imprese e dalle agenzie di pubblicità soprattutto per la mobilità che mostra di fronte ai consumi. Si tratta di persone disposte a cambiare prodotto a fronte di una offerta che li colpisca sia per qualità sia emozionalmente.  La pubblicità verso questo segmento di mercato ha un valore molto alto e La7 nasce come veicolo mirato per la pubblicità.
Il Sole 24 Ore 18.6.2001

Sempre meno film sui network USA
I palinsesti di ABC, NBC e CBS stanno progressivamente diminuendo ilproprio impegno nella produzione e nella programmazione di lungometraggi. Da una parte la concorrenza dei network via cavoi come HBO o Showtime, dall'atra la concorrenza dei reality show,  stanno cambiando i criteri di programmazione, in accordo con le mutate abitudini del pubblico, che sembra avere un periodo di attenzione molto minore delle due ore necessarie per seguire un film. Da ultimo, l'alto costo di un film, si aggira intorno ai 3 milioni di dollari, mentre un reality show ne costa soltanto 7-8 cento mila, spinge a preferire quest'ultimi.
The New York Times 18.6.2001 (*)

 

POLITICHE CULTURALI

I governi dei paesi francofoni si impegnano a riconoscere la cultura come un dominio con sue proprie regole commerciali
L'impegno è stato preso a Cotonou e obbliga i ministri dei 55 paesi francofoni che si troveranno a Quatar in novembre per la riunione dell'Organizzazione mondiale del commercio a proporre un regolamento internazionale che salvaguardi la diversità culturale.
Le Monde 18.6.2001 

 

BENI CULTURALI

Il saccheggio dell'Africa
Dopo aver pagato all'occidente un enorme tributo in vite umane con la schiavitù, mentre sta pagando fornendo a basso costo le materie prime necessarie allo sviluppo industriale, il patrimonio artistico africano è costantemente saccheggiato. Secondo l'Intrerpol, il mercato illegale di opere d'arte è stimato valere 4.5 miliardi di dollari all'anno: il 10% di questo proviene dall'Africa. A lungo trascurata, l'arte primitiva africana non è più solo il campo di indagine degli antropologi ma è lentamente diventata oggetto di apprezzamento estetico e di collezione da parte di europei ed americani. La collezione africana del British Museum è tornata trionfalmente nella rinnovata sede del museo, lo stesso è successo a Parigi con il Louvre e perfino il Museo reale dell'Africa centrale a Bruxelles ha montato una esposizione del sua ricchissima collezione, mostrando come essa fu razziata durante il dominio coloniale belga. 
The Time Magazine 18.6.2001

Boston consegna a Milano la biblioteca dell'archeologo Luigi Vassalli
Luigi Vassalli (Milano 1812 - Roma 1887) aveva collaborato con il francese Auguste Mariette (1821-1881) alla creazione del Servizio delle Antichità egiziano. Vassalli scavò a Giza, Saqqara, il Fayum, Tebe; era presente alla scoperta della Stele dell’anno Quattrocento a Tanis nel 1861 e al ritrovamento delle mummie reali di Deir el-Bahari nel 1881. La biblioteca di Vassalli è giunta a Milano, grazie alla collaborazione del Museum of Fine Arts di Boston, che la possedeva, con le Civiche raccolte archeologiche di Milano .
Il Giornale dell'arte 18.6.2001

 

MUSEI

La politica estera dell'Ermitage
Il direttore Mikhaïl Piotrovsky spiega la politica di alleanze che il Museo nazionale dell'Ermitage ha attuato negli ultimi anni. Innanzitutto, un accordo con la Guggenheim Foundation, il cui scopo è di avere i fondi necessari per restaurare l'edificio dello Stato maggiore nel quale sarà collocata la collezione di arte del 20esimo secolo, costituita in parte con il materiale del museo russo, in parte con quello di quello newyorchese. La collaborazione darà anche luogo ad un corner dell'Ermitage nel nuovo Guggenheim in progetto sull'East River, oltre che alla realizzazione della dependance Guggenheim a Las Vegas. Altre partnership sono in corso con il Modern Art Museum di New York e il Centre Pompidou di Parigi per l'organizzazione di mostre sull'arte del 20esimo secolo.
Le Monde 18.6.2001

 

(*) Gli articoli del New York Times sono disponibili registrandosi gratuitamente.

 
torna all' inizio della pagina
per saperne di più