Le segnalazioni del 4 - 10 giugno 2001

Torna all'archivio 2001

10.6.2001

ARTE

Il vincitori della 49esima Biennale
Il Leone d'Oro è stato assegnato all'artista tedesco Gregor Schneider che ha trasportato e ricostruito la casa della sua infanzia nel padiglione tedesco. Nell'articolo l'elenco completo dei vincitori. Tra gli artisti italiani è stata premiata Marisa Merz.
Arforum 10.6.2001

 

SPETTACOLO

Cool Britannia è morta, long live Cool Britannia.
Si è spenta in fretta e tra le polemiche l'euforia per la nuova creatività d'oltremanica. Per consolarsi, è chiaro, non resta che tornare alle glorie intramontabili della Old England gin&tonic e vecchi merletti, quella che tra Woodehouse e My Fair Lady non tradisce mai e poi mai, e rinfranca anche in questa pseudo-primavera quasi sotto zero in cui vanno all'asta da Sotheby's i cimeli di John Gielgud e Ralph Richardson, e debutta un Coward quasi inedito.
Il Sole 24 Ore 10.6.2001

 

8.6.2001

SPETTACOLO

Tempo di Biennali: a Parigi quella delle marionette
L'obiettivo della manifestazione, che durante 2 weekend occupa 2 sedi a Parigi e prosegue a Marne-La-Vallée, è di fare uscire il teatro delle marionette dal ghetto dello spettacolo esclusivamente rivolto ai bambini. 15mila spettatori hanno assistito finora agli spettacoli.
Liberation 8.6.2001

Anno del circo in Francia
Il ministro della cultura Catherine Tasca ha presentato la manifestazione, che durerà fino al marzo 2002, il cui scopo è di promuovere le arti del circo, attraverso iniziative e finanziamenti ad hoc. In Francia lavorano circa 360 compagnie che hanno saputo rinnovare il proprio repertorio allargandolo alla danza, al teatro, alle arti plastiche, e proponendo spettacoli molto differenti da quelli che tradizionalmente hanno caratterizzato l'arte circense.
Le Monde 8.6.2001

Il programma dell'iniziativa dal sito di HorsLesMurs, Association nationale pour le développement des arts de la rue et des arts de la piste.

Glastonbury virtuale
Dopo i problemi di gestione del pubblico avuti l'anno scorso, Michael Eavis, storico organizzatore del festival rock di Glastonbury, ha deciso di sospende per il 2001 la manifestazione e di trasmetterla attraverso Internet. Stereophonics and Basement Jaxx sono tra gli artisti che hanno confermato la loro partecipazione.
BBCNews 8.6.2001

Il sito del Galstonbury Festival e quello di Playlouder, nel quale i concerti avranno luogo.

Duemila persone in delirio per Manu Chao in concerto a La Cigalle di Parigi
E’ un trionfo per lui e la sua band, in quella Parigi dov’è cresciuto in una famiglia di emigrati spagnoli e dove ufficialmente non suona da una decina d’anni. Manu Chao ha annunciato: "Sarò senz’altro a Genova: il meeting del G8 è un’occasione unica per dire no. I potenti del mondo non ci daranno un’altra occasione per farlo."
Corriere della sera 8.6.2001

Madonna inizia da Barcellona
Due jumbo 747 sono stati necessari per trasportare da Los Angeles 100 tonnellate di materiale e 200 persone per lo spettacolo di Madonna che a Barcellona comincia il Drowned World Tour.
El Mundo 8.6.2001

300.000 spettatori attesi al 20esimo Mondial des Cultures di Drummondville
Tante sono le persone che nelle speranze degli organizzatori invaderanno tra il 5 e il 15 luglio 2001 la cittadine del Quebec, che conta 50 mila abitanti. Al festival parteciperanno 1.000 artisti provenienti da 19 paesi di tutto il mondo.
Cyberpresse.ca 8.6.2001

Il sito del festival.

 

EDITORIA

A Doris Lessing il Premio Príncipe de Asturias de las Letras
La 81enne scrittrice ha ottenuto il consenso quasi unanime della giuria ed è stata riconosciuta come una delle figure più indiscutibili della letteratura mondiale.
El Pais 8.6.2001

 

MEDIA

Piersilvio Berlusconi commenta l'eccellente stagione di Mediaset
Dice il vice presidente della società: "Risultati eccellenti. Non solo perché abbiamo battuto la Rai, ma perché ci siamo riusciti in maniera uniforme, senza picchi di ascolto, con un andamento costante. In primavera: il 44,4 nel day time e il 43 nel prime time. E scusateci se ne siamo orgogliosi...."
Il Messaggero 8.6.2001

 

POLITICHE CULTURALI

La crisi degli istituti di cultura italiani all'estero
Il personale degli istituti è in subbuglio per ragioni economiche e minaccia di andarsene, mentre ovunque è riconosciuto  il ruolo della cultura come strumento di promozione. Il Ministero degli Esteri ha da poco varato un grande progetto per la promozione e diffusione dell'italiano. Con quali forze, nel prossimo ottobre, potranno realizzare un tale progetto che prevede conferenze, spettacoli, seminari, mostre?
La Stampa 8.6.2001

 

MUSEI

La lezione di Sheffield: i musei funzionano se hanno radici nella comunità
La Millennium Galleries, museo d'arte costruito nella città con una spesa di 46 milioni di sterline (140 miliardi di lire), ha raggiunto in due mesi gli 80 mila visitatori, la metà di quelli previsti per il primo anno di funzionamento, seguendo le orme del museo scientifico Magna Centre. Questi successi dimostrano che i progetti finanziati con il denaro proveniente dalla lotteria nazionale devono in primo luogo avere un senso per la comunità locale e non essere imposti dall'esterno, come era accaduto proprio a Sheffield con il National Centre for Popular Music, costato 15 milioni di sterline (45 miliardi di lire), chiuso l'anno scorso dopo aver perso 1 milione di sterline (3 miliardi di lire). 
Independent 8.6.2001

Il sito del Sheffield Galleries & Museums Trust e del Magna Centre.

Dall'archivio di DiArte:
Sheffield città della cultura e della creatività

Con il Magna Science Adventure Centre Sheffield punta sul turismo

Durham vuole una succursale della National Portrait Gallery di Londra
La città, situata nel nord dell'Inghilterra, sta cercando i finanziamenti per ospitare una succursale del museo londinese. Essa sarebbe collocata nei pressi della cattedrale, visitata da 600 mila turisti all'anno. Il costo dell'operazione è di 8 milioni di sterline (24 miliardi di lire) che si spera di raccogliere senza il ricorso a fondi governativi, ma chiedendoli in parte significativa alla Comunità Europea. Per la National Portrait Gallery il problema più grosso è la copertura dei costi di gestione, valutati in 1 milione di sterline (3 miliardi di lire), per i quali invece si spera in un intervento governativo, che al momento sembra essere poco probabile a causa dello stato ancora troppo poco avanzato del progetto. Non è infatti costume del governo concedere finanziamenti prima che le strutture siano terminate.
Independent 8.6.2001

 

CRONACA

Le mutande sporche di Topolino
I lavoratori che, travestiti da Topolino o Pluto, animano i parchi a tema della Disney hanno chiesto e ottenuto di poter lavare da sé la biancheria che fa parte dei costumi che essi indossano. Sembra che questa fosse lavata male dalla Disney causando ai lavoratori la scabbia e la trasmissione di pidocchi.
BBCNews 8.6.2001

 

7.6.2001

ARTI

"La 49esima Biennale di Venezia è un mostro"
Questa l'apertura di Walter Robinson, direttore di Artnet Magazine, per sintetizzare il gigantismo che caratterizza la mostra:  grandi opere, grandi spazi, tanti paesi, per non parlare del tema, Platea dell'umanità, "eccezionalmente vasto e ambizioso, per non dire grandioso." 
Artnet Magazine 7.6.2001

 

SPETTACOLO

La politica dei prezzi della Royal Opera House
Per la stagione 2001 - 2002, Tony Hall, direttore della ROH, ha contenuto l'aumento dei prezzi dei biglietti a non più di 5 sterline (15 mila lire) anche per i posti più costosi. Il prezzo dei biglietti varia dalle 3 alle 90 sterline (9 - 270 mila lire). Più della metà dei posti non costerà più di 50 sterline (150 mila lire), compreso quelli per la Tosca con Pavarotti nella parte di Cavaradossi, programmata per il prossimo gennaio. Ugualmente per gli spettacoli del Royal Bellet, 900 posti costeranno 11 sterline o meno (33 mila lire).
Independent 7.6.2001 

Una vittoria di Pirro?
Le grandi della musica in sostanza hanno avuto finora successo nel bloccare con le cause legali la tremenda minaccia che veniva loro dall'Internet libera e anarchica, e dopo qualche perplessità hanno tutte deciso di fare loro, in prima persona, quello che avevano iniziato a fare Mp3 e Napster. Ma non è detto che siano all'altezza, anche perché in questi mesi hanno logorato il loro rapporto con il pubblico giovanile della musica. Sono apparsi dei colossi del vecchio, attardati a difendere margini di profitto insostenibili (quelli sui Cd) e sistemi di distribuzione arretrati (gli stessi Compact Disc). Oggi soprattutto non hanno ancora risolto il problema per loro più grave, quello di come impedire le successive duplicazioni dei brani legittimamente comprati.
Il Manifesto 7.6.2001

 

EDITORIA

Il Sole 24 Ore verso un ridimensionamento?
Trambusto in Confindustria per l'intenzione del presidente D'Amato di ridimensionare le attività del gruppo editoriale Il Sole 24 Ore, e di fare del quotidiano economico uno strumento più aderente alle battaglie in corso, sostituendo anche il direttore.
La Repubblica 7.6.2001

Nuova immagine per le agenzie di vendita rateale Einaudi
Una sorta di incrocio tra biblioteca e libreria proporrà tutte le collane dell’Einaudi, la Biblioteca della Pléiade, le Edizioni di Comunità, titoli di Electa, Leonardo Arte, Meridiani Mondadori, Fondazione Valla e Ricciardi. Il fatturato della vendita rateale della casa editrice torinese è stato nel 2000 di 35 miliardi.
Corriere della sera 7.6.2001

 

MEDIA

Cecchi Gori cerca di parare il colpo
Vittorio Cecchi Gori considera nullo il contratto dell' agosto 2000 con cui aveva venduto Tmc e Tmc2 alla Seat. Secondo i calcoli dell'agenzia Radiocor la Seat pagherà solo 416 miliardi per le due televisioni: 250 versati ad agosto 2000 e 166 necessari alla ricapitalizzazione. Inizialmente il costo delle emittenti doveva essere di mille miliardi.
La Repubblica 7.6.2001

Alla SEAT il 100% di TMC
Dopo la rinuncia di Cecchi Gorii a sottoscrivere l'aumento di capitale della Cecchi Gori Communications - la holding che controlla TMC - la SEAT potrà subentrargli nei diritti e si ritroverà proprietaria al 100% delle due reti Tmc.
Il Sole 24 Ore 6.6.2001

Colaninnno batte Cecchi Gori per KO tecnico
"L’affare Telemontecarlo, sempre in bilico tra leggi, autorizzazioni, ricorsi e tribunali sta diventando il capolavoro di Lorenzo Pellicioli e Roberto Colaninno, numeri uno di Seat e Telecom. Il gruppo telefonico dopo aver superato gran parte degli ostacoli giudiziari, da ieri ha in mano anche il 100% di Tmc (ridenominata La Sette) senza aver pagato una lira a Cecchi Gori."
Corriere della sera 6.6.2001

TMC nuova gestione: grandi nomi e grandi firme ma poco sport
Questo è quanto ha annunciato il management che segue le ispirazioni di Roberto Giovalli, responsabile dei palinsesti. "Il target dei nostri spettatori è tra i 15 e i 35 anni, al massimo arriva ai 40. Quindi lo sport non sarà più centrale nella nostra programmazione. E poi l’acquisto dei diritti costa molto e rende poco."
La Stampa 6.6.2001

 

MUSEI

Presentato da Jean Nouvel il progetto di ampliamento del Museo di Arte Contemporanea "Reina Sofia"
Tre nuovi edifici - che aumenteranno del 50% la superficie del museo - ospiteranno le nuove sale per le esposizioni temporanee, dove la luce filtrerà attraverso vetrate di sette metri di altezza dotate di persiane di alluminio molto sofisticate, un auditorio con una capacità di 450 persone, sale destinate a corsi di formazione e una grande biblioteca di arte a vari livelli con il soffitto di vetro e pannelli modulari - una "biblioteca di luce, pensata e progettata per il lettore", spiega Jean Nouvel, dove potranno essere conservati 250 mila volumi.
Il Manifesto 7.6.2001

Dall'archivo di DiArte:

Jean Nouvel architetto di edifici invisibili

 

CRONACA

Morto il regista Alfonso Brescia
Alfonso Brescia era uno dei registi più prolifici del cinema italiano; aveva 71 anni. Zappatore con Mario Merola è uno dei suoi film più noti, ma a lui si devono oltre cento titoli.
Corriere della sera 7.6.2001

Morta Suzanne Schiffman
Aveva 71 anni. Tra le maggiori figure della nouvelle vague, era stata collaboratrice di Rohmer, Godard, Chabrol, Truffaut, Rivette ricoprendo tutti i ruoli possibili nella realizzazione cinematografica.
Liberation 7.6.2001

 

6.6.2001

ARTI

Harald Szeemann rilancia alla grande l'esposizione Internazionale d'Arte di Venezia
La credibilità del lavoro di Szeemann deriva dalla sua capacità, a partire dagli anni '60, di essere allo stesso tempo direttamente coinvolto nello sviluppo del sistema dell'arte senza perdere la sua libertà d'azione, caratterizzata da una visione umanistica della funzione dell'arte, con cui riesce per molti versi a neutralizzare il sempre più diffuso cinismo manageriale che tende a dominare anche il mondo dell'arte. Vale la pena, dunque, credere alla sua sincerità quando si definisce "anarchico a-nazionale".
Il Manifesto 6.6.2001

Venezia continua a mantenere fascino e primato e per l'Italia: la Biennale resta l'occasione da non perdere. 
La concorrenza da affrontare è sempre più agguerrita: Lione, Istanbul, Johannesburg, Tirana, Berlino, ma anche Shangai, Sydney, Taiwan, persino Kwanjiu. Mentre durante lo scorso decennio si auspicava la possibilità di rinnovare completamente l'assetto della biennale, eredità delle esposizioni universali e di eliminare dunque la divisione per padiglioni nazionali, quest'anno il punto di forza sembra invece costituito proprio dal poter osservare le particolarità artistiche dei diversi paesi che, sempre più numerosi, hanno costretto gli organizzatori a moltiplicare gli spazi a disposizione fino a raggiungere i trentamila metri quadrati.
Il Manifesto 6.6.2001

SPETTACOLO

I giovani attori recitano gratis per farsi conoscere
Lo sostiene Massimo Ghini, presidente del Sindacato attori italiani, dicendo: "Il teatro in Italia è un settore in cui si produce poco, e quasi tutto si regge sul finanziamento pubblico. E’ chiaro che soprattutto nel caso di giovani compagnie gli stessi attori sono disposti a recitare gratis per farsi conoscere o accettando di dividere gli incassi. Tutti sono però obbligati a versare l'Empals che costituisce comunque un esborso notevole Certo ci sono larghe zone di sfruttamento del lavoro e di evasione fiscale, contributiva e salariale, ma abbassando i compensi si produce un danno per tutta la categoria. In teatro si va dal minimo sindacale di 91.000 lire lorde per giornata a compensi per i divi del palcoscenico di qualche milione a sera."
Il Sole 24 Ore.com giugno 2001

Futuro meno cupo per lo Stabile di Torino
Lo afferma il direttore artistico Massimo Castri: che vede segnali positivi riguardo la formazione, i nuovi spazi presso i teatri Gobetti e Astra, il rapporto con l’Europa, in particolare con la Francia, che quest’anno presenterà una rassegna dedicata al circo, il rapporto con la città e una più evidente ramificazione dell’offerta.
La Stampa 6.6.2001

La Royal Opera House presenta la stagione 2001 - 2002, la più consistente degli ultimi 40 anni
Il gigante perennemente in difficoltà sotto la nuova direzione di Tony Hall, ex direttore delle news della BBC, ha partorito una stagione fenomenale. La sua ricetta è semplice: più produzioni - 10 nuove nella prossima stagione - prezzi contenuti - a partire da 3 sterline, 10 mila lire - e più repliche.
Electronic Telegraph 6.6.2001

In 50.000 al festival Musiques métisses di Angoulême
Grande successo per il festival, quest'anno dedicato in particolare alla musica dell'Africa australe.
Le Monde 6.6.2001

Musica a pagamento dopo l'accordo tra Napster e le case discografiche
"Non c'è ancora alcuna idea di come il pubblico reagirà dovendo pagare per scaricare la musica" dice Mark Mulligan di Jupiter MMXI, una società che si occupa della  misurazione dell'audience di internet. "Deve essere ancora provato che la gente accetterà di passare da un servizio gratis a uno più affidabile ma a pagamento" dice Rob Glaser di RealNetworks.
BBCNews 6.6.2001

Accordo tra Napster e le major discografiche
Napster diventerà, insieme a America Online e AOL RealNetworks, uno dei distributori di MusicNet, società creata da RealNetworks, AOL Time Warner, Bertelsmann e EMI per la distribuzione e l'ascolto della musica attraverso Internet. 
BBCNews 6.6.2001

 

CINEMA

Non più "censori" ma "revisori"
I censori cinematografici sono stati sostituiti dalla Commissione di revisione, incaricata di stabilire i divieti ai minori di 14 e 18 anni, ma priva del potere di bloccare l'uscita di una pellicola, fatta salva la possibilità di denunciarla al magistrato per oscenità o vilipendio. Questa la nuova, e un po' gattopardesca, situazione italiana dopo l'eliminazione della censura. Altrove, negli USA ad esempio, la decisione riguardo alla visione di un film o uno spettacolo si sta spostando sempre più verso il pubblico, messo in grado di filtrare quelli con contenuti offensivi per i singoli non solo sul piano morale, ma anche su quello religioso o dell'orientamento culturale.
Il Sole 24 Ore.com giugno 2001

 

EDITORIA

L'amministratore delegato Lorenzo Pallesi lascia la Treccani
Le dimissioni dovute a contrasti con il mondo accademico che non gradiva l'approccio aziendalista di Pallesi, e a possibili motivi politici, essendo egli di simpatie dalemiane. L'Istituto dell’enciclopedia italiana ha 300 dipendenti, 500 agenti commerciali e un giro d’affari di 150 miliardi l’anno. È una spa i cui maggiori soci sono Banca d’Italia, Banca di Roma, Bnl, Telecom Italia e Rai.
Corriere della sera 6.6.2001

Jabez, chi era costui?
Jabez è un oscuro personaggio del Vecchio testamento, ignoto anche ai più assidui frequentatori della Bibbia. La sua preghiera - Primo libro delle Cronache 4, 9-10 - è diventata un best seller. The Prayer of Jabez ha venduto 4.5 milioni di copie ed è in cima alla classifiche di The New York Times, The Wall Street Journal, USA Today e Publisher's Weekly. La critica lo ha svilito considerandolo l'ennesimo libro self help tipo anche i polli sono aquile, ma è l'esatto contrario. Nella sua preghiera, Jabez rimette il suo destino nelle mani di Dio, semplicemente. Dunque la moda dello jabezismo non è spinta dal desiderio di essere più ricchi, magri ed importanti e dall'ossessione della responsabilità personale in queste cose, ma dall'essere esausti di praticare simili sforzi. 
The New Republic 6.6.2001  

 

POLITICHE  CULTURALI

Torino 2006: otto minuti in mondovisione per presentarsi
Durante la cerimonia di chiusura di quelle di Salt Lake CityTanto Torino avrà a disposizione otto minuti per il proprio marketing in vista delle Olimpiadi 2006. Evelina Christillin, vicepresidente del comitato di Torino 2006, dice: "L’idea chiave è uscire dal dejà vu. Tagliare i fili con la tradizione delle canzoni, del paesaggio o dei gianduiotti. Abbiamo un’occasione unica di scommettere su un’immagine nuova. Su un‘identità di frontiera, che rispecchi i cambiamenti del nostro paese e di questa città. Una idea su cui puntare è il ruolo che Torino occupa nel Novecento come laboratorio della comunicazione, recuperando la tradizione della città del cinema, dell’Eiar, della televisione."
La Stampa 6.6.2001

 

MUSEI

L'imbroglio del National Museum of Catholic Art and History
Il museo con sede a New York non esiste nella realtà, ma è sicuramente un buonissimo affare per Christina Cox, una cattolicissima ex bellona che se l'è inventato e che ha raccolto i fondi per metterlo in piedi, la quale da esso ha tratto guadagni personali in abbondanza.
The Village Voice 6.6.2001

 

CRONACA

A Hans Magnus Enzensberger il premio Grinzane Civiltà dell’editoria
Il premio, voluto da Romilda Bollati in ricordo del fratello Giulio, sarà consegnato il 16 giugno al poeta, saggista, analista della società, traduttore, docente, romanziere, giornalista e consigliere di case editrici tedesco.
La Stampa 6.6.2001

 

5.6.2001

ARTI

Intensità è la parola chiave per comprendere la Biennale di Szeemann
Fortemente segnata, come in passato, dalla fotografia, da video e installazioni ma dove non manca la pittura, dalla ricerca sul corpo e il comportamento umano, in polemica con l'edizione del centenario che fu curata da Jean Clair, basata sulla figurazione: "Esiste unicamente una storia dell'arte dell'intensità, nella quale figurativo o astratto non sono immagini contrapposte. L'intensità trova da sé, in modo naturale, la propria forma espressiva e il mezzo".
La Repubblica 5.6.2001

Il piccioni hanno capito
L'inaugurazione della scultura in Trafalgar Square ha suscitato l'interesse del mondo dell'arte e di uno stormo di piccioni, che vi si è posato sopra. "Spero che qualcuno gli spieghi che si tratta di arte" ha commentato un presente.
Guardian 5.6.2001

Nuova scultura in Trafalgar Square
L'opera, eseguita da Rachel Whiteread, consiste in un plinto vuoto di resina trasparente collocato su un basamento di granito che, dal 1841 in poi aveva ospitato solo temporaneamente altre sculture. L'idea dell'artista è di creare, nel caos della piazza, un spazio di pausa e quiete.
BBCNews 3.6.2001

 

SPETTACOLO

1462 spettacoli messi in scena da 666 compagnie di 49 paesi al Fringe Festival di Edimburgo
Il festival di Edimburgo presenta quest'anno il suo programma più ampio di tutti i tempi. Per invogliare la partecipazione del pubblico, nella prima settimana saranno distribuiti 50.000 biglietti gratuiti per un valore di 500 mila sterline (1.5 miliardi di lire): per ogni biglietto acquistato, gli spettatori riceveranno un biglietto gratuito per un'altro spettacolo.
Scotsman 5.6.2001

Il sito del Edinbourg International Festival.

Tempi duri per l'opera in Inghilterra
Nonostante il livello qualitativo dei tetri d'opera del Regno Unito si di rilevo, il settore continua a essere minacciato dalla cronica mancanza di finanziamenti, visto che il governo laburista non ha sostanzialmente invertito la politica di tagli iniziata dalla Thatcher. Intanto in Olanda l'opera è finanziata dal settore pubblico per l80%.
The Times 5.6.2001

Lo Spoleto Festival USA a Charleston è il più importante avvenimento culturale del sudest
Più di 70.000 biglietti sono stati venduti per gli spettacoli del festival 2001. Circa l'80% del pubblico viene dal South Carolina e dagli altri stati del sudest: per molti il festival è una esperienza culturale unica che forma il gusto di una intera regione.
The New York Times 5.6.2001 (*)

Il sito dello Spoleto Festival USA con il programma.

 

CINEMA

Sony si inventa il critico perfetto: quello che dà 5 stelle a tutti i suoi film
Da tempo le recensioni più entusiasmanti dei film Columbia erano firmate da David Manning, critico che non esisteva se non nell’immaginario della Sony. La casa madre della major ha infatti ammesso con un certo imbarazzo che il suo dipartimento pubblicità aveva creato un giornalista finto, facile agli elogi da usare nelle campagne pubblicitarie mescolati a quelli veri: ogni volta, 5 stelle. "E’ una iniziativa inutile perché le case cinematografiche non hanno alcuna difficoltà a ottenere recensioni favorevoli" ha sottolineato cinico Newsweek che ha scoperto l'inganno.
Corriere della sera 5.6.2001

 

MEDIA

MTV Movie Awards è un formidabile strumento di promozione verso il pubblico giovanile
Non importa chi vince: l'importante è esserci ed essere visti. La trasmissione ha avuto uno share del 17.5% tra il pubblico compreso tra i 12 e i 34 anni: una penetrazione che nessun altro show raggiunge nello stesso orario.
Los Angeles Times 5.6.2001

Il clamore suscitato dalla plirupremiazione di The Producers non spinge gli ascolti della trasmissione dei Tony Awards
Con un 6.4% di share la trasmissione ha confermato la tendenza al ribasso iniziata con il 1997, quando registrò il 9.6%.
The New York Times 5.6.2001 (*)

 

BENI CULTURALI

L'Adorazione dei Magi di Leonardo sarà restaurata
Anna Maria Petrioli, direttore degli Uffizi, replica a James Beck, che ha lanciato un appello contro il restauro dell'opera: "L’Adorazione dei Magi di Leonardo è oggetto di studio da parte degli Uffizi da almeno dieci anni. Il restauro della Adorazione dei Magi avrà comunque inizio nei prossimi mesi, affidato alla scrupolosa cura del restauratore Alfio Del Serra, perché le condizioni dell’opera non permettono di rimandare oltre il delicato intervento." Antonio Paolucci, soprintendente di Firenze,  dal canto suo ha dichiarato di comprendere le giuste e legittime preoccupazioni riguardo un tale capolavoro, sebbene ritenga che quelle premure dovrebbero tener conto della competenza di chi sa fare il proprio lavoro e lo ha dimostrato in tante altre occasioni.
Il Giornale dell'arte 5.6.2001

 

MUSEI

10 milioni di dollari dalla tribù Mohegan per la costruzione del National Museum of the American Indian a Washington
La donazione - corrispondente a 20 miliardi di lire - servirà a finanziare la costruzione dell'edificio del museo, la cui collezione ha iniziato a essere raccolta nel 1989, quando il Congresso ha autorizzato lo Smithsonian all'acquisto di 800.000 artefatti indiani. Per iniziare la costruzione dell'edificio si attende ancora che il Congresso conceda un finanziamento di 30 milioni di dollari (60 miliardi di lire). Il costo totale del museo è preventivato in 219 milioni di dollari (440 miliardi di lire).
Washington Post 5.6.2001

 

CRONACA

Morto Luigi Maestri, tipografo
È stato il più accurato e sensibile tipografo del '900: a lui si deve la stampa a mano con il torchio di curatissime edizioni dei classici e di innumerevoli preziose edizioni a bassa tiratura.
Corriere della sera 5.6.2001

Morto Pedro Laín Entralgo
Accademico, professore di storia della medicina, rettore dell'università di Madrid, tra le maggiori personalità intellettuali spagnole, è morto all'età di 93 anni.
El Mundo 5.6.2001

 

4.6.2001

ARTI

Paolo Baratta sostiene l'unicità della Biennale di Venezia di fronte alla concorrenza
Dice Baratta, presidente della Biennale: "Venezia non è più l'unica città a produrre una Biennale. La sua forza è però nella sistematicità delle offerte: l'abbiamo dotata durevolmente di spazi in grado di accogliere gli artisti. E una risposta, ancor prima dell'apertura, l'abbiamo già avuta con il numero dei padiglioni. Sembravano un elemento obsoleto e invece si stanno rivelando un elemento di rinascita. Viene confermata la vocazione di Venezia: è la porta tra Oriente e Occidente, con il Terzo Mondo. Il successo è stato tale che questa formula di partecipazione è stata estesa anche a teatro, musica e danza, settori che in questi ultimi anni abbiamo fortemente strutturato."
La Repubblica 4.6.2001

 

SPETTACOLO

EMI studia un sistema sicuro per il download della musica
EMI intende procedere alla vendita della musica attraverso Internet per tagliare i costi di distribuzione. La major discografica sta per sottoscrivere un accordo con Roxio, una azienda di media digitali, per sviluppare un sistema che consenta di proteggere dalla copia i file musicali scaricati dalla rete.
Financial Times 4.6.2001

"Arte e istituzione sono termini contraddittori"
Questo è quanto sostiene Adrian Noble, direttore artistico della Royal Shakespeare Company, presentando il piano di ristrutturazione della compagnia come l'evoluzione verso un sistema guidato più dalle idee che dalle formule. Per poter dare corpo a questo indirizzo, nella sua opinione è necessario liberare la compagnia da legami stabili con attori e sale, e scegliere di volta in volta cast e teatri dove produrre gli spettacoli, cercando di soddisfare al meglio le esigenze artistiche.
Guardian 4.6.2001

Leggi lo Speciale Royal Shakespeare Company

The Producers asso pigliatutto al Tony Awards
Il musical di Mell Brooks ha vinto dodici premi, dalla miglior regia, ai migliori costumi e arrangiamenti. Lo show ha stabilito un record di incassi vendendo biglietti per 3 milioni di dollari il giorno successivo il debutto (6 miliardi di lire). Lo spettacolo racconta le vicende di due scalcinati produttori i quali, immaginando una truffa, mettono in piedi uno spettacolo su Hitler e il nazismo. Questo, contrariamente ad ogni aspettativa, ottiene un successo clamoroso per la sua ironia e per le gag che coinvolgono gli scomodi personaggi.
The New York Times 4.6.2001 (*)

 

CINEMA

Gabriele Muccino gira a New York
Il contratto tra la Miramax e il regista italiano prevede finanziamenti hollywoodiani, set newyorchese, copione tratto da un film francese di qualche anno fa, una commedia intitolata Ognuno cerchi il suo gatto, cast internazionale.
La Repubblica.it 4.6.2001

La primavera del cinema italiano continua durante l'estate
Al Cannes market quest’anno le vendite del prodotto made in Italy hanno raggiunto livelli altissimi per le pellicole-evento della stagione: la Miramax compra La stanza del figlio, Palma d’oro, per Spagna, America Latina e Giappone, mentre il Pinocchio di Benigni, prima ancora di uscire, è già venduto in tutto il mondo. Stessa sorte per il Callas forever di Zeffirelli, per L’ultimo bacio di Muccino. Molti i set al lavoro durante l'estate per la realizzazione delle nuove produzioni di, tra gli altri, Sergio Rubini, Roberto Benigni, Cristina Comencini, Carlo Lizzani.
Il Messaggero 3.6.2001

 

EDITORIA

I CD-Rom culturali perdono mercato di fronte all'avanzare dei titoli di intrattenimento
Il premio Möbius France è stata l'occasione per una valutazione della situazione del mercato dei CD Rom culturali: la loro vendita è crollata nell'anno passato, a fronte di una crescita del 15% dei titoli di intrattenimento. Una delle cause è la disponibilità di informazioni gratuite su Internet, che rende meno appetibile il CD-Rom. Si apre però il mercato dei prodotti educativi per ragazzi che uniscono gioco e conoscenza.
Liberation 4.6.2001

 

MEDIA

Bertelsmann mette la casa in ordine in vista della quotazione in borsa
Rivoluzione culturale in casa Bertelsann per aumentare i margini di profitto in vista della quotazione della società in borsa. I problemi maggiori vengono da Bertelsmann Music Group, che è in perdita, mentre la tradizionale fonte di guadagno, i club del libro, stanno segnando il passo e la remunerazione degli investimenti nei nuovi media lascia a desiderare.
Financial Times 4.6.2001

 

POLITICHE CULTURALI

Nel nuovo governo Blair sparirà il ministero della cultura
Secondo le indiscrezioni in circolazione negli ambienti londinesi, nel caso, altamente probabile, di una nuova vittoria dei Laburisti, il dipartimento della cultura, media e sport potrebbe essere soppresso. Le sue competenze dovrebbero essere divise tra il ministero dell'industria, al quale andrebbero i media, dell'educazione, al quale ritornerebbe la cultura. Lo sport potrebbe essere accorpato o all'educazione o all'ambiente.
Guardian 4.6.2001

 

BENI CULTURALI

Tolte alle Sovrintendenze archeologiche le competenze sugli scavi dopo il 313 d.c.
L’abrogazione del decreto del presidente della Repubblica numero 805 del 3 dicembre 1975, avvenuta col regolamento del decreto presidenziale numero 441 del 29 dicembre 2000, ha creato una situazione normativa per la quale si correrà il rischio di vedere al capezzale di un bene da curare con sistemi archeologici uno storico puro, o magari un esperto di paesaggio. L’attuale prassi che affida gli scavi agli archeologi, garantisce non soltanto analisti e terapeuti idonei ad affrontare ogni specifico problema, ma contribuisce a sviluppare e precisare la conoscenza storica.
Corriere della sera 4.6.2001

 

MUSEI

Il Natural History Museum di Londra accusato di vendere illegalmente un frammento di meteorite
L'accusa viene dal Sudafrica e riguarda la vendita attraverso Internet di un frammento del meteorite Cold Bokkeveld, o CM2, caduto nella Cape Province nel 1838. Sembra che la domanda internazionale per questo genere di oggetti sia in crescita.
Guardian 4.6.2001

 

CRONACA

Anthony Quinn muore a 86 anni
"Credo di essere fortunato - aveva detto - sono nato con poco talento ma con una grande grinta".
The New York Times 4.6.2001 (*)

 

(*) Gli articoli del New York Times sono disponibili registrandosi gratuitamente.

 
torna all' inizio della pagina
per saperne di più