30 aprile - 6 maggio 2001

Torna all'archivio 2001

6.5.2001

ARTI

Difficoltà nella restituzione delle opere d'arte sequestrate dall'esercito russo in Germania
Nonostante sa stata emanata una legge che ne consenta la restituzione, le difficoltà restano ancora molte e il processo avanza con molta lentezza. Su di esso pesa l'orgoglio russo di essere stati vittime e poi liberatori della Germania, piuttosto che conquistatori .
Frankfurter Allgemeine Zeitung 6.5.2001

 

CINEMA

Attori virtuali
La tecnologia digitale è stata usata per distrarre gli spettatori dai difetti delle produzioni, quali trame incoerenti o attori non all'altezza della situazione. Ora la tecnologia digitale riesce a sostituire gli attori stessi.
Boston Globe 6.5.2001

Dopo animali e insetti il prossimo passo è l'homo sapiens
Le frontiere dell'animazione tramite computer - computer-generated imaging CGI - si stanno spostando velocemente verso la riproduzione della figura umana nei suoi dettagli. Sono proprio questi a creare le difficoltà più grandi, dato che gli spettatori conoscono la figura umana molto meglio di qualsiasi insetto o animale.
Los Angeles Times 6.5.2001

Adesso tocca al sindacato degli attori
"Ancora una volta, una disputa tra privilegiati difficile da spiegare. Che cosa avranno mai da lamentarsi i Tom Cruise, i Tom Hanks e le Julia Roberts? E Katzenberg e i boss di Warner, Disney e Paramount non possono rinunciare alle loro opzioni multimiliardarie? Ma per ogni mega-star che percepisce 20 e più milioni di dollari per film ci sono centinaia di attori disoccupati o che, a malapena, riescono a sopravvivere."
La Stampa 6.5.2001

Firmato il contratto tra produttori e sceneggiatori
La Writers Guild of America e Alliance of Motion Picture and Television Producers hanno raggiunto un accordo: agli sceneggiatori saranno pagati 41 milioni di dollari (82 miliardi di lire) in tre anni. Ne avevano chiesti 100 milioni.
Los Angeles Times 5.5.2001

"Per chi ci vive, l'Iran è più che mai una prigione"
Il Fajr Film Festival (che si è svolto a Tehran dall'1 al 10 febbraio scorsi) ha presentato i frutti della rabbia, sommersa e non, di un popolo costretto a vivere una psicotica altalena politica tra liberalizzazione e repressione. Anche se mancava il capolavoro, i nuovi film presentati erano coraggiosi proprio nel campo del messaggio sociale. E, a differenza della prima onda del cinema iraniano, la critica non è più nemmeno tanto sottile. L'opposizione è molto più esplicita. Durante un'insolita cerimonia di chiusura del festival, l'ex ministro della cultura e guida islamica Mohajerani, recentemente defenestrato perché contrario alla censura cinematografica "I politici se ne andranno, gli ufficiali militari se ne andranno, ma la nostra arte rimarrà" ha dichiarato.
Il Manifesto 6.5.2001

 

MEDIA

Il canale televisivo Arte compie 10 anni e inizia la costruzione di una nuova sede
Nonostante le dimensioni, piccole se comparare a quelle delle televisioni di stato tedesca e francese, il canale culturale creato da una partnership franco-germanica resiste e si sviluppa, tremando ad ogni elezione per la paura che il politico di turno possa allungare le sue mani su di essa, come cercò di fare Jack Lang.
Frankfurter Allgemeine Zeitung 6.5.2001

 

MUSEI

Il V&A Museum chiede a Libeskind un progetto meno costoso
La nuova ala del museo progettata dall'architetto tedesco Daniel Libeskind si farà, ma dovrà costare meno degli 80 milioni di sterline preventivate (240 miliardi di  lire). Al momento, essa non è tra le priorità del museo, che sta puntando sulle nuove British Galleries, il cui costo è di 31 milioni di sterline (93 miliardi di lire).
BBC News 6.5.2001

Il Museo di arte contemporanea di Teheran si apre agli inglesi
Il prossimo mese sarà inaugurata una mostra dei quadri di Monet, Gauguin, Toulouse-Lautrec and Van Gogh già del museo, ma nascosti dopo l'avvento degli ayatollah. Ora il museo intende aggiornare la sua collezione: i giovani artisti inglesi sono sulla sua lista della spesa.
The Independent 6.5.201

 

CRONACA

Le ceneri di Gregory Corso sepolte a Roma nel cimitero acattolico
Con una cerimonia alla quale hanno partecipato duecento persone, le ceneri ora riposano accanto alla tomba di Percy Bysshe Shelley, come egli aveva desiderato.
Il Manifesto 6.5.2001

 

5.5.2001

CINEMA

Zhan Tai vince al festival del cinema indipendente di Buenos Aires
Zhan Tai (Platform) di Jia Zhangke, già autore del formidabile Xiao Wu, pickpocket ha vinto il premio del festival argentino
Liberation 5.5.2001

 

MEDIA

Offerti 3 miliardi a Mentana per restare a Canale 5
Dopo le minacce di abbandonare il TG5 per Telemontecarlo - nel frattempo ribattezzata La7 - Piersilvio Berlusconi ha rilanciato.
Il Messaggero 5.5.2001

 

4.5.2001

CINEMA

Nessun lungometraggio inglese in concorso a Cannes
L'evento, che accade per la prima volta in dieci anni, è un segnale preoccupante per lo stato dell'industria cinematografica britannica. "Commercialmente parlando, non fa una grande differenza - dice Adam Minns, direttore di Screen International - culturalmente è un terribile indizio della mancanza di innovazione e dela capacità di rischiare." Sotto accusa la politica culturale del Film Council e la ricerca del successo commerciale.
The Independent 4.5.2001

Terminato il festival di San Francisco
Il festival, il più vecchio degli Stati Uniti, è una occasione ghiotta per i cinefili. Il 90% dei film proiettati non sarà mai distribuito negli USA. In totale sono stati mostrati 189 film, tra cui 11 pellicole dall'estremo oriente, 13 dall'Iran, circa 40 dalla Francia.
Liberation 4.5.2001

Il sito del San Francisco International Film Festival.

 

EDITORIA

Non vi sono stati abusi nell’acquisto da parte della Biblioteca centrale della Regione Siciliana di volumi della casa editrice Sellerio
L’inchiesta era partita da un esposto di alcuni deputati regionali che chiedevano di accertare se l’assessorato regionale ai Beni Culturali, per alcuni anni, aveva favorito la casa editrice Sellerio, acquistando un numero eccessivo di volumi da destinare alle biblioteche.
La Stampa 4.5.2001

Al Salone del fumetto a Barcellona avanzano gli editori indipendenti
Gli editori indipendenti stanno recuperando gli autori giovani che fino ad ora avevano pubblicato solo su fanzine. Mostrando un rispetto nuovo per i diritti degli autori, questi nuovi editori hanno dato una impronta differente alla pubblicazione dei fumetti, rivolgendosi ad un pubblico colto e facendo uscire il fumetto dal ghetto della produzione minore.
El Pais 4.5.2001

Il sito del Salón del Cómic de Barcelona.

 

POLITICHE CULTURALI

Un diciottenne su quattro ha abbandonato la scuola e rischia l'analfabetismo
In occasione della visita di leva, 650 diciottenni sono stati sottoposti ad un test dal quale è risultato che "la metà dei giovani, invitati a leggere un semplice testo di prosa, non è riuscita a indicare il significato dell'aggettivo remunerativo, mentre il 62 per cento ignorava il senso dell'espressione a domicilio". I diciottenni hanno frequentato in media la scuola per undici anni.
La Repubblica 4.5.2001

MUSEI

La Corte dei conti mette in guardia il Prado
Il Tribunal de Cuentas ha raccomandato al museo del Prado di mantenere il controllo sul proprio patrimonio dato in deposito ad altre istituzioni allo scopo di determinarne la effettiva esistenza e collocazione.
El Pais 4.5.2001

 

3.5.2001

ARTI

Londra è la nuova capitale dell'arte
"Grazie alle mostre allestite in questo momento, Londra rivaleggia con New York quanto a esposizioni di rango. Per gli amanti dell'arte contemporanea di tutto il mondo, Londra è diventata la capitale, come la Parigi di Baudelaire o New York. L'arte occupa le prime pagine dei giornali, raggiungendo strati sociali che prima la ignoravano."
The New York Times 3.5.2001 (*)

Sir Anthony Tennant, ex chairman di Christie's, non si recherà negli USA per rispondere delle accuse
Acusato insieme a Alfred Taubman, suo omologo di Sotheby's, di aver concordato i prezzi delle commissioni verso i clienti, il settantenne baronetto ha dichiarato di non aver intenzione di presentarsi davanti al tribunale USA.
Electronic Telegraph 3.5.2001

Sotheby's e Christie's sotto accusa
Le due case d'asta sono in difficoltà:  i loro chairman, accusati di aver concordato i prezzi delle commissioni, rischiano fino a tre anni di carcere. Intanto si mormora della possibile vendita di Sotheby's e Christie's.
Artnet.com Magazine 2.5.2001

Sotheby's, Christie's e Phillips affrontano la crisi economica con nervosismo
La prossima settimana saranno offerti sul mercato dalle tre case d'asta opere d'arte per un valore complessivo di 600 milioni di dollari (1.200 miliardi di lire). 
The New York Times 2.5.2001 (*)

 

SPETTACOLO

Alain Ollivier nominato direttore del Théâtre Gérard-Philipe de Saint-Denis
Ollivier succederà nel gennaio 2002 a Stanislas Nordey alla guida del TGP. A lui spetterà il difficile compito di ridare lustro al teatro, la cui attività è stata ridotta del 40% a partire dal 1999 per rientrare da un indebitamento di 10 milioni di franchi (3 miliardi di lire).
Liberation 3.5.2001

Scozzesi stufi di pagare per opera e balletto
Secondo un sondaggio commissionato dal giornale, il 74% degli scozzesi è contrario al finanziamento pubblico della Scottish Opera e dello Scottish Ballet. Robert North, direttore artistico dello Scottish Ballet, in risposta ha sottolineato il valore economico dell'indotto che le due istituzioni creano. Brian McMaster, direttore dell'Edinburgh International Festival, ha aggiunto: "L'arte è di importanza primaria e assoluta per tutti noi, il problema è che molti non ne sono coscienti." I finanziamenti pubblici per le due istituzioni quest'anno ammontano a 7.5 milioni di sterline (22.5 miliardi di lire).
The Scotsman 3.5.2001

Presentato il nuovo programma della Scottish Opera: tutto qui? No, c'è dell'altro
Superato grazie ad un iniezione di 1.9 milioni di sterline (6 miliardi di lire) il pericolo della bancarotta, la Scottish Opera ha presentato il suo programma 2001-2002, che comprende solo sei opere. Chris Barron, direttore esecutivo, spiega che la prudenza, dopo i trascorsi tracolli finanziari, era d'obbligo. Intanto la ristrutturazione dell'istituzione avanza puntando non solo sulle messe in scena più prestigiose nei teatri delle città più grandi - Glasgow, Edimburgo, Aberdeen, e Inverness -, ma anche sullo sviluppo delle attività in scala minore, come tournée con troupe ristrette - nei teatri di Ayr, Elgin, Oban, Galashiels, Dunfermline, Pitlochry, Stirling, Dundee, Perth - e l'attività di promozione con i ragazzi, che ne coinvolge 22.000 ogni stagione.
The Herald 3.5.2001

Niente fusione tra Bertelsmann e EMI
I due colossi della musica hanno rinunciato per timore dell'opposizione delle autorità antitrust europee ed americane. Il numero uno mondiale resta a questo punto Universal Music con una quota del mercato del 21,2 per cento, seguita da Sony music con il 17,7. Emi rimane terza, ma a grande distanza, con il 13,2 per cento, seguita da Bertelsmann music group con il 12,5 e da Time Warner music con l'11,1 per cento.
La Repubblica 3.5.2001

Napster è finito
Lo afferma Hilary Rosen, capo della RIAA, l'associazione delle industrie discografiche. Secondo i suoi dati, lo scambio di file musicali è diminuito dell'80% dopo che la corte ha imposto il filtraggio dei titoli coperti da copyright.
Liberation 3.5.2001

Le impronte digitali della musica
Sean Ward sta mettendo a punto un sistema, che ha chiamato TRM, per attaccare ad ogni file musicale un codice univoco di riconoscimento. Esso è ottenuto analizzando caratteristiche che, come il ritmo e il tempo, sono differenti tra pezzo e pezzo. Il codice è poi allegato ai file quando questi sono scambiati. Sulla base di questa impronta le case discografiche sarebbero poi in grado di determinare quali file sono scambiati e di calcolare i diritti che loro spetterebbero. "Per questo - dice Ward - TRM è l'accorgimento che salverà il sistema di scambio dei file musicali."
Washington Post 3.5.2001

 

CINEMA

Novità al Festival di Venezia: i Leoni diventano due
Il presidente della Biennale Paolo Baratta e il direttore della Mostra cinematografica Alberto Barbera hanno presentato l'edizione 2001 che si terrà dal 29 agosto all'8 settembre. Nel tentativo di convogliare l'attenzione della stampa non solo sui film delle major, sono stati istituiti due premi: l'usuale premio al miglior film scelto tra le opere in concorso nella sezione Venezia 58, e il Leone dell’Anno, scelto tra le opere della nuova sezione Cinema del Presente. Il primo sarà assegnato da una giuria formata da addetti ai lavori, il secondo da una formata solo da rappresentanti di riviste cinematografiche specializzate. Un terzo Leone d’oro, chiamato Il Leone del Futuro, verrà attribuito da una terza giuria all’Opera Prima ritenuta migliore.
La Stampa 3.5.2001

 

MEDIA

L'accordo Stream Tele+ a rischio per l'opposizione della commissione antitrust dell'CE
Con l'accordo, la nuova società avrebbe una posizione di monopolio nel mercato italiano. Data l'importanza che questo settore assumerà in futuro, la Commissione vuole che esso rimanga concorrenziale. Il suo agire nel passato lo dimostra.
Il Sole 24 Ore 3.5.2001

Repubblica il quotidiano online più visitato
Il sito registra 820 mila contatti (10.77% del pubblico totale). Seguono Rai.it (673 mila contatti), Italia online (495 mila contatti), Mondadori.com, Il sole 24 Ore, ZDNet.
La Repubblica 3.5.2001

30 stati privi di libertà di stampa e 100 con gravi limitazioni
Il rapporto di Reporter Sans Frontieres sulla libertà di stampa nel mondo 2001 valuta che la situazione sia migliorata rispetto a 11 anni fa, quando l'associazione è stata fondata. Tuttavia censura e intimidazioni sono all'ordine del giorno in almeno 130 paesi.
La Stampa 3.5.2001

 

EDITORIA

Dialogo fra uno scrittore e un critico sul sistema dell’informazione culturale
"Tante altre volte il tuo giornale e tu stesso mi avete recensito. Non sono mica un esordiente." "Altri tempi. Ora non me ne danno lo spazio. E non me ne danno il tempo.
Fra i grandi quotidiani solo Il Sole 24 Ore e La Stampa fanno un supplemento libri, dove può apparire una recensione di un libro di qualità anche se non è molto venduto. Ma gli altri giornali? Fanno un certo chiasso su un personaggio o un fenomeno molto eclatante e molto sfizioso. E poi non hanno mai spazio. Un bel pezzo di critica letteraria è diventato una vera rarità. E’ più frequente qualche sfogo fazioso e velenoso."
La Stampa 3.5.2001

In Germania librerie all'attacco degli editori: fusione tra Thalia e Phönix Montanus
Un nuovo attore si è affacciato sul panorama del mercato librario tedesco. Questa volta non è un editore, ma un nuovo groppo di librerie nato dalla fusione di due tra le più importanti catene distributive del libro. Insieme Thalia e Phönix Montanus vendono per un valore di 600 miliardi di lire, lasciando seconda la catena Hugendubel con 360 miliardi, e superando anche le vendite di Random House Germany, del colosso Bertelsmann. 
Frankfurter Allgemeine Zeitung 3.5.2001

 

POLITICHE CULTURALI

Barenboim intende dirigere Wagner in Israele nonostante il parere contrario della Knesset
Daniel Barenboin, nato in Argentina ma cresciuto in Israele, si è detto oltraggiato dalla decisione del parlamento israeliano e ha confermato la sua intenzione di dirigere Die Walkuere al festival di Israele in  luglio..
BBC New 3.5.2001

Niente Wagner in Israele
La Knesset ha chiesto alla direzione del festival di Israele di non includere nel programma la musica del compositore tedesco, che fu il preferito dai nazisti. Wagner avrebbe dovuto essere suonato dalla Filarmonica di Berlino diretta da Daniel Barenboim.
La Repubblica 3.5.2001

L'Instituto de Cultura de la Ciudad de México cerca una nuova politica che però resta ancora indeterminata
Enrique Semo, nuovo direttore dell'Instituto de Cultura de la Ciudad de México, intende condurre una riforma culturale simile a quella condotta dal governo in altri campi, quali l'amministrazione e la sicurezza pubblica. In primo luogo egli intende integrare gli elementi della cultura contemporanea con il patrimonio culturale antico messicano. In secondo luogo intende dare una distribuzione più omogenea delle risorse e delle infrastrutture culturali per la popolazione. Semo ha chiesto 15 giorni per presentare un piano dettagliato delle attività, dopo che il 45% del budget dell'ICCM è stato tagliato e assegnato alle delegazioni decentrate.
Reforma 3.5.2001

 

MUSEI

Nuovo museo di arte contemporanea a Zurigo
Sarà inaugurato venerdì il museo Daros Exhibition, finanziato dalla famiglia di industriali Schmidheiny, che raccoglie la collezione di d'Alexander Schmidheiny, morto a 48 anni nel 1992. Il museo è ospitato nella vecchia birreria Loewenbrau su una superficie di 800 mq e raccoglie opere di artisti prevalentemente americani degli anni 50 - 90.
Le Monde 3.5.2001

Sciopero nei musei nazoinali francesi per la riduzione dell'orario a 35 ore
A fronte del rifiuto di negoziare la riduzione dell'orario da parte del ministero della cultura, i lavoratori, in particolare quelli del Louvre, scioperano senza preavviso. Ne gioiscono i turisti che possono entrare gratuitamente. Le perdite subite finora dal museo sono state valutate in 5 milioni di franchi (1.5 miliardi di lire).
Liberation 3.5.2001

Ingresso gratis al V&A e al Science Museum di Londra
Due degli ultimi baluardi dell'ingresso a pagamento hanno ceduto: Victoria & Albert Museum e Science Museum di Londra hanno annunciato di eliminare il biglietto di ingresso da dicembre. In città, solo il Natural History Museum e l'Imperial War Museum fanno pagare la visita.
The Guardian 3.5.2001

Musei grandi o grandi musei?
Indubbiamente gli edifici che ospitano i musei stanno assumendo proporzioni sempre più eccezionali. Quasi a gareggiare con questa tendenza, o forse a causarla, anche gli artisti stanno proponendo opere di scala sempre maggiore. Quindi grandi musei per ospitare grandi opere e molto pubblico.
The New York Times 3.5.2001 (*)

180 posti di lavoro in meno per risparmiare il 2% del budget dello Smithsonian
Il programma di ristrutturazione dello Smithsonian Institution preparato dal segretario Lawrence M. Small prevede la chiusura del Conservation and Research Center in Front Royal nel Vermont. Si tratta di uno zoo che si occupa dell'allevamento di specie in estinzione. Questo consentirà di risparmiare il 2% del budget totale dell'istituzione, pari a 485 milioni di dollari (970 miliardi di lire). Il 3% degli scienziati (180 persone su circa 6.000 impiegati nei diversi musei) perderanno il lavoro.
Washington Post 3.5.2001

Lo Smithsonian riduce il suo impegno nella ricerca: gli scienziati insorgono
Lo Smithsonian è una organizzazione composta da numerose istituzioni museali e scientifiche che vanno dal museo di storia naturale che conserva i fossili dei dinosauri fino all'osservatorio astrofisico che gestisce il satellite Chandra X-Ray per la ricerca sui quasar e le comete. Il programma che il segretario dello Smithsonian, Lawrence M. Small, intende portare a termine prevede che esso focalizzi la propria azione diminuendo l'impegno nella ricerca scientifica e accentrando la gestione. "Nel passato - sostiene Small - spesso istituzioni dello Smithsonian e curatori sono andati per conto loro." In questo modo il ruolo del segretario era poco rilevante. Small  ha assunto il compito del riformatore, lamentandosi delle condizioni dell'istituto direttamente col congresso. Egli ha però trovato l'opposizione di molti scienziati che si sentono minacciati nella loro libertà di ricerca. Storrs Olson, senior ornithologist al National Museum of Natural History, dice: "In 15 mesi Small è diventato il più detestato amministratore nella storia dell'istituzione. Gli scienziati non lavorano bene sotto una dittatura. La perdita di produttività causata dal clima di incertezza è incalcolabile."
Washington Post 27.4.2001

 

CRONACA

Cento anni fa nasceva a Bologna Gino Cervi
Figlio del critico teatrale del Resto del Carlino, che non gradì affatto la sua scelta artistica, Cervi ebbe una carriera folgorante, sia sulla scena (diresse anche l'Eliseo di Roma e lavorò con tutte le grandi compagnie), che sul set (ma fu anche doppiatore, ricevendo i complimenti di Laurence Olivier per Amleto) che, nell'ultimo periodo della sua carriera, in tv, nella serie Maigret, da Simenon.
Il Manifesto 3.5.2001

 

2.5.2001

ARTI

Sotheby's, Christie's e Phillips affrontano la crisi economica con nervosismo
La prossima settimana saranno offerti sul mercato dalle tre case d'asta opere d'arte per un valore complessivo di 600 milioni di dollari (1.200 miliardi di lire). 
The New York Times 2.5.2001 (*)

 

CINEMA

Sciopero degli sceneggiatori e degli attori: proroga della scadenza
Le due parti hanno deciso di continuare i colloqui. I sindacati non hanno ancora fissato una nuova data di inizio dello sciopero.
BBC News 2.5.2001

"Io sono un crumiro!"
La testimonianza di uno sceneggiatore non iscritto al Writers Guild of America che non sciopererà, ma che vorrebbe più rispetto per la sua professione. Che succederà? Risponde: "Vedrete più reality show e vi dimenticherete che c'è gente come me che muore di fame."
Salon 2.5.2001

 

BENI CULTURALI

Archeologi spagnoli e portoghesi studiano le incisioni rupestri prima che siano sommerse
Il bacino artificiale di Alqueva, in costruzione sul fiume Guadiana che corre lungo il confine tra il sud dell'Estremadura e il Portogallo, potrebbe sommergere alla fine dell'anno le pitture rupestri neolitiche rinvenute lungo il suo corso. La scoperta ha provocato una accesa polemica in Portogallo in cui ecologisti e archeologi hanno chiesto la sospensione dei lavori della diga.
El Pais 2.5.2001

 

MUSEI

Museo afro-americano a Washington
Un gruppo di parlamentari sia Repubblicani che Democratici stà pensando di proporre una legge per l'istituzione di un museo afro-americano sul Mall a Washington.
Washington Post 2.5.2001

 

CRONACA

Ken Hughes muore a 79 anni
Nato a Liverpool, era stato il regista di Chitty Chitty Bang Bang, da lui però considerato un film meno pregevole della sua carriera. Il suo favorito era The Trials of Oscar Wilde, in Italia come Il garofano verde.
BBC News 2.5.2001

 

1.5.2001

CINEMA

Far East Film a Udine
Oltre 40 000 spettatori hanno seguito le proiezioni del festival che da tre anni offre sempre nuove incursioni nel cinema asiatico, realtà che da qualche anno è diventata il punto di riferimento più vivo nel pensiero sull'immaginario del prossimo millennio. La novità presentata in questa edizione è stato il cinema filippino. Per la prossima edizione gli organizzatori sperano di trovare finanziamenti maggiori dagli enti pubblici, che dovrebbero sostenere questa occasione di respiro internazionale.
Il Manifesto 1.5.2001

A Roma via i cinema arrivano i bingo
Etoile, Capranica, America, Apollo, Majestic, New York hanno già chiuso, l'Ulisse si è convertito ad una programmazione a luci rosse. Con l'avanzata dei miltiplex le sale romane chiudono. Molte hanno chiesto la trasformazione in sale bingo.
La Repubblica 1.5.2001

 

MEDIA

L'integrazione razziale ancora lontana nella programmazione televisiva trasmessa nel prime-time
La rilevazione della associazione Children Now ha trovato che tra le 8 e le 9 di sera, quando i bambini maggiormente guardano la tv, la programmazione è appannaggio dei bianchi in modo preponderante. Paradossalmente, durante l'ora successiva, le trasmissioni presentano un cast più multirazziale. Ad esempio, solo il 14% delle sitcom ha un cast multirazziale, mentre tale percentuale triplica nel caso dei cast teatrali.
Los Angeles Times 1.5.2001

 

BENI CULTURALI

Nelle biblioteche americane non c’è più posto per i libri
Patricia Battin, bibliotecaria della Columbia University di New York, ha proposto la distruzione dei libri dopo averli microfilmati, per porre rimedio alla mancanza di spazio nelle biblioteche. Le fondazioni Ford e Mellon, le Biblioteche di Ricerca delle Università di Chicago e Yale e la Biblitoeca del Congresso hanno aderito. Ma i microfilm sono meno durevoli della carta, nell'operazione di microfilmatura il 6% del testo va perduto, i microfilm hanno costi di conservazione crescenti. Nicholson Baker, autore di Le Biblioteche e l’assalto alla carta, ha proposto, provocatoriamente, di mettere in vendita i libri, così che essi siano conservati a spese dei cittadini.
La Stampa 1.5.2001

 

MUSEI

Più 15% i visitatori nei musei scozzesi nei primi 4 mesi dell'anno
Il risultato positivo forse dovuto alla impossibilità da parte delle famiglie di frequentare la campagna a causa dell'afta epizootica. Nel frattempo, i musei di Glasgow stanno cercando un capo per lo sviluppo del progetto di rinnovo del Kelvingrove Museum che costerà 25 milioni di sterline (75 miliardi di lire). Lo stipendio offerto è di 50.000 sterline (150 milioni di lire). Primo compito: trovare i 7 milioni di sterline (21 miliardi di lire) che ancora mancano per completare il budget.
The Herald 1.5.2001

Il Kelvingrove Museum si rifà il trucco
Chiudere il museo quattro anni per i lavori oppure condurli a museo aperto? Nessuna delle due alternative è attraente.
The Herald 2.5.2001

Crescono i musei per ragazzi, soprattutto quelli dedicati alla scienza
Dal 1990, negli Stati Uniti sono stati inaugurati circa 100 musei per ragazzi, e altri 80 sono in progetto. Attualmente ce ne sono 215 - nel 1975 erano 38 - la maggior parte dei quali dedicati alla scienza, e nel 2000 hanno avuto 33 milioni di visitatori.  Un pubblico così vasto (gli americani sotto i 20 anni sono 80 milioni) ha convinto i proprietari delle aree e degli immobili nei centri cittadini che questi musei sono anche un importanti per lo sviluppo economico. Dice Janet Rice Elman, dell'Association of Youth Museums: "I musei per ragazzi sono l'istituzione culturale con il più elevato trend di crescita al mondo. Questo trend continuerà perché molte comunità locali li vogliono per arricchire la qualità della vita sociale e quella delle famiglie." Infatti, i musei per ragazzi sono visti come un modo per attrarre le famiglie nel centro delle città, oggi utilizzato solo per il lavoro e per l'intrattenimento degli adulti.
Washington Post 1.5.2001

I 215 musei per ragazzi degli Stati Uniti
L'elenco è curato dall'Association of Youth Museums. Contiene i link ai siti dei musei.

I musei per ragazzi per creare il senso di appartenenza ad un luogo
Da domani 3 maggio per 3 giorni si terrà a San Louis, Mossouri, la conferenza Chidren's Museums Creating a Sense of Place organizzata dall'Association of Youth Museums.

Negli USA musei meno accademici e più informali
Il trend che sta indirizzando i musei USA sembra essere chiaro: per sopravvivere, i musei devono smettere l'abito scuro e vestire casual. Edward Able, presidente dell'American Association of Museums - che ne raccoglie 3.000 - dice:"Tutte le istituzioni del mondo devono dimostrare di essere importanti per la comunità. I musei devono essere visti come partner di  aziende, settore pubblico e fondazioni private nella costruzione della comunità."
Detroit Free Press 30.4.2001

Come possono i musei contribuire alla costruzione del capitale sociale e alla vita della comunità?
Il sito della American Association of Museums con la presentazione della Museums and community Initiative e i documenti di lavoro.

 

CRONACA

La cantante Rita Hunter muore a 67 anni
Memorabile fu la sua interpretazione di Brunilde nella integrale del Ring di Wagner prodotta dalla English National Opera nel 1970.
The Independent 1.5.2001

 

30.4.2001

ARTI

Dal 4 al 7 maggio Miart a Milano
All'edizione 2001 partecipano 177 galleristi italiani e stranieri. Tre i settori: arte moderna, contemporanea e Anteprima. In quest'ultima sezione, dove è più alta la concentrazione di espositori internazionali (in tutto 33), 65 gallerie di tendenza presentano installazioni e lavori di giovani artisti emergenti o già affermati
La Repubblica 30.4.2001

 

SPETTACOLO

La SIAE lancia una nuova licenza multimediale per la musica su Internet
"Questa licenza - assicura Mauro Masi, commissario straordinario della Siae - ribadisce un principio chiave, per cui anche i siti Internet, pur mantenendo una totale libertà creativa, riconoscono e versano i diritti di autore agli artisti italiani e stranieri." La Siae stima incassi complessivi tra i 5 i 7 miliardi. Presto anche una licenza per i siti che offrono suonerie per i telefonini.
La Repubblica 30.4.2001

Compañía Nacional de Danza 2
L'iniziativa, nata sul modello di quanto fatto da George Balanchine, fondatore della School of American Ballet, e da Jirí Kylián, che creò il Nederlands Dans Theater 2, dà l'opportunità a 12 ballerini di età compresa tra i 18 e i 21 anni di proporsi al pubblico e di iniziare la carriera mettendo in mostra il proprio talento.
El Pais 30.4.2001

 

CINEMA

I vincitori del festival del documentario Visions du réel tenuto a Nyon, Svizzera
Il palmares è così composto: il gran premio è andato a The House of Cain, di Christos Karakepelis; il premio Television Suisse Romand è andato a Life without Death, di Frank Cole e a En attendant Jésus, l'Evangile selon les Papous, di Thomas Balmès; il premio del pubblico è andato a Viena, di Audrius Stonys.
Liberation 30.4.2001

Lo sciopero di attori e sceneggiatori può causare il collasso delle piccole imprese
Secondo il Los Angeles County Economic Development Corporation, l'industria del cinema tra il 1993 e il 2001 è passata dell'ottavo al quinto posto nella classifica della creazione di posti di lavoro. L'80% delle imprese che lavorano per Hollywood hanno meno di 4 addetti. Questi dati riassumono il boom che l'industria dell'intrattenimento ha avuto in California. Lo sciopero di attori e sceneggiatori rischia di causare il collasso di questo sistema produttivo, incapace di sopportare una interruzione del flusso di ordini. Ci si aspetta dunque una ondata di chiusure. Alla finestra stanno i canadesi, che ipotizzano l'aumento degli addetti nel settore produzione film da 16356 del 1992-1993 ai previsti 55.200 del 2001-2002. 
The New York Times 30.4.2001 (*)

 

MEDIA

MTV sulle frequenze di TMC2 da oggi a mezzanotte
Per sottolineare il passaggio, la rete diretta da Antonio Campo Dall’Orto inaugura una nuova campagna pubblicitaria con tre soggetti televisivi e stampa, diversi comunicati radiofonici, affissioni e Internet. Il messaggio della campagna è l'invito a difendersi da chi chiede sempre da che parte stare. Esso è sintetizzato nel claim do not philosopy - forse una versione attuale del me ne frego. Lo scorso anno Mtv ha registrato 100mila ascoltatori nel minuto medio e 4,5 milioni di contatti durante tutto l’arco della giornata. La raccolta pubblicitaria della rete è stata di 93 miliardi. L'obiettivo del 2001 è la crescita degli ascolti del 25% e delle entrate pubblicitarie del 15%.
Il Sole 24 Ore 30.4.2001

L'unica tivù nazionale con sede a Firenze muore inghiottita dal colosso Mtv
Nei giorni scorsi gran parte del prezioso archivio di TMC2 è partito verso Milano, operazione che tra l'altro è stata definita «predona» dall'Associazione stampa toscana: una vera e propria mediateca del rock con 1000 registrazioni esclusive di concerti fin dal 1984.
La Repubblica 30.4.2001

Warner Bros all'attacco dei siti dei fan di Harry Potter
Warner Bros, proprietaria dai diritti dei romanzi di JK Rowling per i film, ha spedito lettere minacciose agli autori dei siti dedicati dai fan al giovane apprendista mago, molti dei quali sino dei ragazzi. La resistenza all'arroganza della multinazionale si è organizzata nei Collettivi contro la magia nera (in riferimento alle materie di studio di Harry).
Liberation 30.4.2001

 

EDITORIA

Prossima l'uscita di Blender, rivista di musica stile Maxim
Pubblicata da Dennis Publishing, la stessa casa editrice che ha lanciato con successo la rivista maschile Maxim, uscirà settimana prossima Blender, rivista musicale che adotterà il medesimo taglio giornalistico: recensioni, battute da caserma e foto di cantanti seminude.
The New York Times 30.4.2001 (*)

 

POLITICHE  CULTURALI

Il nuovo sindaco di Saint-Gaudens caccia gli artisti di strada portatori di arte degenerata
Saint-Gaudens è un paese di 11.000 abitanti nei pressi dei Pirenei. Negli anni passati ha raggiunto una certa notorietà nazionale grazie ad una politica culturale dinamica che ha puntato su Les Saint-Gaudingues, un festival per artisti di strada tento continuativamente tra il 1992 e il 1999. Nel 2000, la giunta socialista ha tramutato il festival in una manifestazione chiamata Les Pronomades con gli stessi artisti ma della durata di 6 mesi, da maggio ad ottobre. Alle ultime elezioni, complice il repentino cambio di schieramento politico del sindaco uscente Pierre Ortet fatto anche in nome della lotta all'arte degenerata rappresentata da Les Pronomades, la destra ha vinto per 65 voti. Festival cancellato.
Liberation 30.4.2001

 

BENI CULTURALI

Il parco della Dunham Massey Hall sarà ricostruito come 300 anni fa
Per questa operazione, che durerà 10 anni al costo di 100.000 sterline (300 milioni di lire), saranno utilizzate le uniche fonti disponibili: quattro vedute aeree dipinte utilizzando i progetti della costruzione del parco intorno al 1730 da John Harris il Giovane, quadri ora esposti ora nella galleria della villa. Il parco di Dunham Massey Hall fu costruito oltre che per abbellire la casa nel Cheshire, anche per fornire legname alla  Royal Navy.
The Independent 30.4.2001

Grotta Chauvet: lo stato francese tenta di rsiparmiare sugli indennizzi ma viene condannato
Lo stato francese è stato condannato per aver falsificato un ordine di servizio al suo ispettore Chauvet allo scopo di non pagare la  ricompensa dovutagli per la scoperta, avvenuta nel 1994 a Vallon Pont d’Arc nella regione francese dell’Ardèche, della più antica grotta dipinta del Paleolitico, nota come Grotta Chauvet. La vicenda ha avuto ulteriori strascichi giudiziari con i proprietari dei terreni sovrastanti riguardo al calcolo dell'indennizzo loro dovuto per l'esproprio.
Il Giornale dell'arte 30.4.2001

Ecole du patrimoine africain a Porto-Novo nel Benin 
Il patrimonio culturale non può essere certo la prima preoccupazione degli africani. Ciò nonostante la situazione difficile in cui versa la sua conservazione giustifica l'impegno con il quale l'ICCROM - un istituto dell'Unesco per la conservazione del patrimonio - ha avviato un programma di formazione di tecnici per tale scopo. La scuola aperta nel Benin fa seguito al programma Prema - Préservation dans les musées africains - lanciato alla fine degli anni '80. Ha uno staff di 12 persone: il suo obiettivo è sia di formare il personale quanto di esercitare una pressione sui politici affinché si facciano carico del problema. La scuola ha un budget di 15 milioni di franchi ( 4.5 miliardi di lire), un quarto dei quali è già stato trovato.
Le Monde 30.4.2001

 

MUSEI

Museum of Death a Los Angeles
Tutto quanto c'è da vedere sulla morte violenta e sui condannati a morte è esposto in questo museo che raccoglie strumenti, foto, reperti e memorabilia. Ovviamente, secondo l'uso dei musei anglo-americani, il book shop offre  merchandising in tema, mentre la direzione ha preparato un articolato programma di opportunità per i donatari. Sconti per i visitatori frequenti e interessanti opportunità per coloro che gradiscono le visite di gruppo e intendono portarci gli amici.
Electronic Telegraph 30.4.2001

Tate divorzia dal MoMa: niente sito web commerciale in comune
Lo scorso anno Tate Gallery di Londra e MoMa di New York avevano annunciato la costituzione di una società indipendente per la gestione di un sito commerciale in cui sarebbero stati venduti prodotti realizzati su commissione e in cui sarebbe stato possibile assistere dal vivo a conferenze, simposi, concerti e spettacoli. La Tate Gallery ha rinunciato all'accordo di collaborazione. Il MoMA ha deciso di portare comunque avanti il progetto.
Il Giornale dell'Arte 30.4.2001

Un theme park dell'arte su Internet firmato Guggenheim
Il sito Guggenheim.com, che dovrebbe aprire a settembre, sarà la materializzazione su Internet del concetto di arte come intrattenimento perseguito dalla catena di musei Guggenheim. Esso sarà accattivante e solo parzialmente gratuito. Comprenderà riproduzioni digitali di alta qualità delle opere dei musei di New York, Bilbao, Berlino e Venezia, dell'Hermitage di San Pietroburgo e del Kunsthistorisches e  Albertina museum di Vienna. Sono previsti video, conferenze online, biografie e articoli di analisi critica degli artisti e materiali per l'insegnamento. Nel sito saranno venduti, oltre ai prodotti tradizionali, pacchetti di viaggio nelle località dove hanno sede i musei. Guggenheim.com è gestito da una società profit separata dalla Guggenheim Foundation, finanziata da venture capital.
The New York Times 30.4.2001 (*)

 

 

(*) Gli articoli del New York Times sono disponibili registrandosi gratuitamente.

 
torna all' inizio della pagina
per saperne di più