16 - 22 aprile 2001

Torna all'archivio 2001

22.4.2001

ARTI

Una azienda chiamata Tracey Emin
Dice Tracey Emin: "Una mostra costa 100.000 sterline (300 milioni di lire) che devono essere trovati da qualche parte. Gli unici soldi pubblici li ho avuto dal British Council quando ho esposto all'estero. Tutto il resto è stato trovato da me e da Jay Jopling (il direttore del White Cube, la galleria che rappresenta Emin). Mi dà fastidio quando la gente mi critica e non capisce che sono come una mini azienda, assumo personale, creo i miei lavori: tutto quello che ho fatto, l'ho fatto da sola." Emin ha venduto la sua opera My Bed (composta dal suo letto sfatto) a Saatchi per 150.000 sterline (450 milioni di lire). A proposito dice: "La bente è stata velenosa nei miei confronti, My Bed per esempio, perché pensa: Avrei potuto farlo anch'io. Io rispondo: Allora fallo. Voglio vederla la gente alzarsi una mattina, guardare il proprio letto e pensare: Lo farò. Questo è l'arte: avere una convinzione." Tracey Emin espone al White Cube2 dal 27 aprile. Inaugurazione giovedì prossimo.
The Independent 22.4.2001

Il sito di White Cube

Gli artisti sono gli ingegneri dell'invenzione: l'abbraccio creativo tra arte ed industria
Come i bambini che nei giochi trasformano gli oggetti dando loro funzioni e vita nuove, gli artisti utilizzano prodotti industriali e tecnologie per scopi estetici. Questa tendenza è diventata particolarmente evidente negli anni '90 con l'avvento delle tecnologie digitali.
The New York Times 22.4.2001 (*)

 

MUSEI

Museo del soul nel luogo degli studi Stax a Menphis
"C'è voluto tanto tempo. Ma il museo rappresenta l'eredità della migliore musica mai registrata in America" ha commentato Steve Cropper, già chitarrista per Booker T and the Mg's. L'etichetta musicale Stax lanciò decine di star della musica soul.
La Repubblica 22.4.2001

 

BENI CULTURALI

Unesco invitata ad includere monasteri e moschee del Kosovo nel patrimonio dell'umanità
Scuola Normale Superiore di Pisa si è fatta promotrice di un'iniziativa per la protezione e il restauro del patrimonio artistico e culturale del Kosovo. "Il Kosovo, crocevia di oriente e occidente, è la sede di un immenso patrimonio delle culture bizantina, serba, ottomana e albanese. Questo patrimonio va salvato. La protezione dei beni religiosi culturali e artistici può dare un contributo importante al processo di pace e all'economia della regione."
La Repubblica 22.4.2001

 

POLITICHE CULTURALI

In Germania l'esenzione dalle imposte favorisce la donazione dei privati senza causare il disimpegno dello stato
La legge approvata in Germania nel 2000 riguardo all'esenzione delle donazioni private per la cultura consente di detrarre dalle tasse fino a 40 milioni di lire all'anno e di detrarre ulteriori 600 milioni di lire per 10 anni se i l privato partecipa al capitale di una fondazione. Un caso interessante di applicazione di questa normativa è la Novalis Foundation, creata a Oberwiederstedt, nella Sassonia-Anhalt, con sede nel castello che fu del filosofo. In questo caso, l'accordo tra lo stato, proprietario dell'immobile, e la fondazione che gestisce un museo ed un centro studi, prevede che il primo conceda gratuitamente l'uso dell'edificio, mantenendone tuttavia il totale carico della sua manutenzione.
Frankfurter Allgemeine Zeitung 22.4.2001

La crisi delle dot-com non libera spazi per gli artisti
La crisi economica che ha colpito le imprese della rete non ha messo a disposizione nuovi spazi per gli artisti. Nonostante molti edifici siano in vendita o sfitti e nonostante gli affitti siano scesi, questi spazi sono inadatti ad ospitare sale di prova o studi di registrazione. Una nuova possibilità per spazi destinati a questi usi viene dalla ristrutturazione del Pier 70, nel quale potrebbe trovare spazio i Downtown Rehearsal Studios, sfrattati l'anno scorso, il cui caso mise in luce la difficile situazione degli artisti a San Francisco.
San Francisco Chronicle 22.4.2001

Save local music
"Più di 700 gruppi musicali - più di 2000 musicisti - sono stati sfrattati dalle sale di prova di San Francisco nell'ultimo anno. I musicisti, così come altre organizzazioni artistiche, stanno rapidamente perdendo gli spazi e i locali che essi necessitano per creare le loro opere." Questo sito espone le ragione degli artisti e racconta le azioni che essi stanno facendo per difendere il loro lavoro.

La San Francisco Late Night Coalition si batte per la difesa della vita notturna di San Francisco.

 

21.4.2001

ARTI

Espresso: arte oggi in Italia. Antologia della crema dell'arte contemporanea italiana
I 28 artisti selezionati da tre critici appartenenti alla stessa generazione, Luca Cerizza, Stefano Chiodi e Gianfranco Maraniello permettono qualche osservazione. Innanzitutto si lavora in coppia, (Botto & Bruno, Bianco-Valente, Perino & Vele) forse perché non si crede più nel Movimento, ma piuttosto nel dialogo, nella conversazione, nell'arte come risultato dell'azione comune.
Il Manifesto 21.4.2001

 

SPETTACOLO

Al Teatro di Roma il bilancio è in pareggio
"
Non risulta dunque a questo punto il paventato deficit che accese tante polemiche nei giorni delle dimissioni di Mario Martone e del consigliere d'amministrazione Carlo Fuortes, lo scorso novembre. Proprio sul bilancio si era bloccata l'attività di gestione del teatro che portò poi alla scelta del regista napoletano di lasciare con anticipo la direzione artistica dello stabile."
La Repubblica 21.4.2001

Dall'archivio di DiArte: lo speciale sul caso Martone

Presentato il programma del Festival di Avignone 2001
Ridimensionato rispetto all'edizione 2000 (3 milioni di franchi in meno - 900 milioni di lire - su un budget totale di 50 milioni di franchi - 15 miliardi di lire) il festival punta tanto sulle star quanto sulle compagnie giovani.
Le Monde 21.4.2001

The Producers di Mel Brooks batte tutti i record al botteghino
Il musical che ha debuttato martedì ha venduto ieri biglietti per 3 milioni di dollari (6 miliardi di lire) in un solo giorno. Un record assoluto.
The New York Times 21.4.2001 (*)

 

EDITORIA

Aperta la Fiera del libro di Buenos Aires
1.300 espositori su una superficie di 25.500 mq espongono alla Fiera del libro di Buenos Aires che si è inaugurata mercoledì scorso. Sono previsti 1.200.000 visitatori. Grazie ad una sovvenzione pubblica di 1 miliardo di lire, l'ingresso sarà gratuito tranne che durante i fine settimana.
El Pais 21.4.2001

 

POLITICHE  CULTURALI

Con Japan 2001 il Giappone si presenta all'Inghilterra
Proprio mentre l'arte italiana fa bella mostra di sé in Giappone, i giapponesi sbarcano in forze nel Regno Unito presentando la propria cultura.
Electronic Telagraph 21.4.2001

Il sito di Japan 2001

Il Politecnico di Milano crea una fondazione per collaborare con le aziende
Le imprese saranno un forte stimolo alla ricerca, ma ci sarà la necessità di garantire un rapporto equilibrato fra i programmi di ricerca dell'ateneo e gli indirizzi delle imprese.
La Repubblica 21.4.2001

 

BENI CULTURALI

Danneggiata da un incendio la chiesa gotica de la Merced a Burgos
Nell'incendio è andato distrutto un altare del 1897.
El Pais 21.4.2001 

 

MUSEI

Il Brooklyn Museum riceve 10 milioni di dollari dalla Luce Foundation
La Henry Luce Foundation ha donato 10 milioni di dollari (20 miliardi di lire) al Brooklyn Museum di New York per creare un centro di studi sull'arte americana che esporrà 3.000 opere del museo attualmente nei magazzini. La medesima fondazione ha donato fondi per la creazione di centri di studio all'interno delle sezioni americane del Metropolitan Museum of Art, della New-York Historical Society e dello Smithsonian American Art Museum.
The New York Times 21.4.2001 (*)

 

ARCHITETTURA

Renzo Piano costruisce la nuova sede del New York Times
Dice Piano: "L'avventura di costruire un grattacielo leggero è quasi una sfida alle leggi di gravità. Il grattacielo, oltre alla funzione di dirigere verso l'alto l'espansione della città, serviva a dare l'immagine di un potere assoluto, quindi se vogliamo arrogante, fallico, gerarchico. Rispecchiava l'ideologia e l'utopia di un potere economico dalla crescita illimitata, governato da vertici lontani, superiori e misteriosi, protetti da torri che riflettono l'esterno ma nascondono tutto dell'interno. Invece il progetto per il New York Times è in sintonia con l'idea del committente, un grattacielo che non fosse simbolo di potere e tantomeno di consumo, ma del rapporto di fiducia, familiarità e trasparenza che lega l'informazione ai cittadini."
La Repubblica 21.4.2001

 

CRONACA

Morto Giuseppe Sinopoli
Il maestro è deceduto per un infarto durante la rappresentazione dell'Aida alla Deutsche Oper di Berlino.
La Repubblica.it 21.4.2001

 

20.4.2001

ARTI

La 2.Berlin Biennale per promuovere la città
La storia della biennale di Berlino si lega fin dal principio all'iniziativa dei privati, al marketing applicato alla città di Berlino, bisognosa di attirare investitori per affermarsi anche come capitale culturale. 49 gli artisti invitati, provenienti da 31 paesi, dal Camerun all'Ungheria alla Tailandia, passando per il Brasile e l'Albania, per arrivare a Berlino stessa. Fra gli artisti scelti per la manifestazione, pochi sono quelli che vivono nel paese di provenienza, mentre la maggior parte ha scelto città come Londra, New York o, appunto, Berlino. Saskia Bos, curatrice della rassegna ha detto: "Molti hanno scelto, come Jonathan Monk, di vivere a Berlino, perché è piuttosto economica rispetto alle altre capitali, e perché è stimolante, piena di energia. Io penso con la biennale di portare artisti di tutto il mondo in questo centro di energia." Dal 20 aprile al 20 giugno.
Il Manifesto 20.4.2001

Il sito della 2.Berlin Biennale.

 

CINEMA

Applauso pieno per Thierry Frémaux nuovo direttore artistico del Festival di Cannes
Il suo debutto era atteso con curiosità: il nuovo direttore responsabile per la programmazione ha veramente sorpreso. Per cinefili,  seria, solida così si potrebbe definire la selezione del festival.
Liberation 20.4.2001

Tutti i film italiani presenti a Cannes 2001
In concorso Ermanno Olmi con Il mestiere delle armi e Nanni Moretti con La stanza del figlio. Nella sezione Un certain regard Francesca Archibugi con Domani e Cristina Comencini con Le parole di mio padre. Alla Quinzaine des realizateurs c'è Daniele Gaglianone con I nostri anni. Alla Settimana della Critica c'è Alex Infascelli con Almost Blue. Nella sezione dedicata ai webfilm compare The svuotcher di Flavio Della Rocca.
La Repubblica 20.4.2001

Pau i el seu germà film in catalano a Cannes 2001
L'opera del regista Marc Recha (Barcelona, 1970) è la prima in lingua catalana ad essere ammessa alla competizione.
El Pais 20.4.2001

 

MEDIA

Le pay-tv all'attacco delle reti generaliste per essere il terzo polo televisivo italiano
Tra voci di fusioni e accordi strategici con Tele + Stream rilancia con un ricco programma di investimenti e non smentisce: la fusione è più che possibile. "La sfida non è tra la due pay tv - ha precisato Tullio Camiglieri, direttore della Comunicazione Stream - la sfida è con la tv generalista troppo forte in Italia e caso unico in Europa. E' con essa che ci dobbiamo scontrare".
Il Manifesto 20.4.2001

 

EDITORIA

Una libreria in ogni città come presidio per difendere la lettura
Giuseppe Laterza lancia la proposta di creare una libreria in ogni città che oggi non ne ha nemmeno una. Secondo una sua indagine, Rieti e Frosinone, Lodi, Sanremo e Andria sono tra le località che non possiedono un punto vendita specializzato. Ma come garantirne la sopravvivenza economica? Stimolando il mercato con iniziative culturali.
La Repubblica 20.4.2001

Bill Clinton al Festival della letteratura di Hay-on-Wye
Hay-on-Wye è un villaggio di 12.765 abitanti sulle colline del Galles. A Hay ci sono 40 librerie specializzate nel libro usato e ogni anno si tiene un festival letterario al quale partecipano 50.000 persone. Quest'anno gli ospiti più in vista saranno Bill Clinton, che per una apparizione di 24 ore riceverà 100.000 sterline (300 milioni di lire), Paul McCartney, Pulp e Van Morrison. I 1.200 biglietti da 2.000 sterline l'uno (6 milioni di lire) per partecipare all'incontro con l'ex presidente USA sono stati tutti venduti.
The Independent 20.4.2001

Per saperne di più sul Hay-on-Wye, le sue librerie e il suo festival, e per conoscere cosa c'entra Bruce Chatwin e un re dell'Inghilterra medievale in tutto questo, leggi l'articolo Linea di confine su Erewhon

Marta Morazzoni vince The Independent Foreign Fiction Prize
Il premio di 10.000 sterline (30 milioni di lire) assegnato alla scrittrice italiana per Il caso Courrier.
The Independent 20.4.2001

 

POLITICHE  CULTURALI

Giulia Mozzoni Crespi, presidente del FAI, chiede al ministro dell'istruzione più storia dell'arte nei programmi della scuola
La presidente del Fondo per l'ambiente italiano ricorda, oltre al valore culturale dello studio della storia dell'arte, l'importanza che il patrimonio artistico ha per l'economia, in primo luogo per il turismo. "La scuola italiana ha l'obbligo economico, prima ancora che morale, di formare giovani che siano capaci di operare in un settore così nevralgico per la nostra economia."
La Repubblica 20.4.2001

Bertrand Delanoë neo sindaco di Parigi presenta la sua politica culturale
"Raddoppio del bilancio della cultura: saranno gratuiti gli ingressi alle collezioni permanenti della città di Parigi, mentre verranno creati speciali abbonamenti a buon prezzo per l'accesso a spettacoli e manifestazioni culturali. Impegno anche per un aumento delle dotazioni alle biblioteche."
Il Manifesto 20.4.2001

 

BENI CULTURALI

"Non sono le tecniche di conservazione artistica a mancarci, quanto la capacità di applicarle"
Lo afferma Angelo Guarino del Cnr. "Il problema - prosegue - è il coordinamento con le soprintendenze, il reperimento dei fondi, l'addestramento del personale . Così gli strumenti nei laboratori vi rimangono ben chiusi."
La Repubblica 20.4.2001

 

MUSEI

In visita a 15 case storiche di New York
Percepire le vibrazioni del passato: questa è la ragione che appassiona e muove la giornalista Mimi Sheraton a visitare 15 dimore di New York dove la storia si è fermata.
The New York Times 20.4.2001 (*)

 

CRONACA

Izquierda Unida chiede al governo spagnolo se Luis Racionero abbia titolo per dirigere la Biblioteca nazionale
Il direttore messo sotto accusa per un caso di plagio.
El Pais 20.4.2001

Il direttore della Biblioteca nazionale spagnola copia ma non lo dice
Luis Racionero, autore di saggi e romanzi, ha pubblicato nel 1993 Atenas de Pericles nel quale ha trascritto senza attribuire la citazione pagine tratte da El legado de Grecia, di Gilbert Murray, pubblicato in spagnolo nel 1944 da Ediciones Pegaso, traduzione di The legacy of Greece, stampato dalla Università di Oxford nel 1921. Racionero è direttore della Biblioteca nazionale a Madrid.
El Pais 18.4.2001

Morto il poeta André du Bouchet
Era nato a Parigi il 7 marzo 1924. La sua prima pubblicazione poetica è Sans couvercle del 1953. J'écris aussi loin que possible de moi: questo verso simboleggia la sua ricerca lirica nel tentativo di allontanarsi dalla banalità delle cose. 
Liberation 20.4.2001

 

19.4.2001

ARTI

SMS art
Gli artisti sono sempre tra i più pronti ad utilizzare in modo non convenzionale le opportunità offerte dalle nuove tecnologie. Questo è quanto sta succedendo con gli SMS: oltre ad essere un sistema che essi hanno utilizzato per comunicare con il pubblico, alcuni artisti utilizzano i messaggini  per creare delle opere d'arte. Ad esempio Fiddian Warman and Siobhan Hapaska stanno costruendo una scultura SMS vicino a Loch Lomond in Scozia: essi, prendendo spunto dall'abitudine degli innamorati ad incidere le proprie iniziali sulla corteccia, hanno incorporato delle interfacce stile telefonino negli alberi per creare message board nella foresta. 
The Guardian 19.4.2001

In mostra a Valencia 120 foto di Che Guevara
"Sono stato fotografo prima che comandante disse in una intervista al New York Times: Ernesto Che Guevara (Rosario, Argentina, 1928-La Higuera, Bolivia, 1967) passò per il mondo con un fucile su una spalla e una macchina fotografica sull'altra."
El Pais 19.4.2001

Artisti scozzesi restate al nord: ad Edimburgo apre la Doggerfisher gallery
La galleria, aperta e diretta da Susanna Beaumont, 37 anni, intende promuovere l'arte contemporanea sul mercato della città. Dice la  Beaumont: "Edimburgo è la città con la crescita più rapida nel Regno Unito. È una città attraente, dove tutti vorrebbero vivere. Una volta era Glasgow a ostentare ricchezza: ora Edimburgo sta imparando a fare lo stesso". E a spendere in arte contemporanea, lei spera.
The Herald 19.4.2001

 

SPETTACOLO

Nel 2000 vendute 3.5 miliardi di registrazioni musicali
Molto differenziato l'andamento del mercato discografico nel 2000 secondo i dati della International Federation of the Phonographic Industry: crollano le vendite di CD singoli e di musicassette, crescono quelle di album su CD. Cala il mercato americano, che conta per il 38% a livello mondiale, cresce quello europeo (21% si scala mondiale). In Europa cresce l'Inghilterra e calano Francia, Germania ed Italia. In aumento le vendite in Asia, in calo in Sud America ed in Australia. La IFPI  individua nella pirateria e nella crisi economica americana le cause della diminuzione del valore delle vendite a livello mondiale a 36.9 miliardi di dollari, con un calo del 1.2% sul 1999.
BBC News 19.4.2001

 

CINEMA

Annunciata la selezione ufficiale del Festival di Cannes 2001
"La selezione ufficiale del Festival di Cannes 2001 riflette le grandi tendenze della produzione cinematografica di qualità nel mondo, come si è manifestata a partire dalla metà degli anni '90. Con l'Asia come zona più prolifica, un panorama americano in costante evoluzione, la Francia è punto di forza di una cinematografia europea che dà il meglio di sé più al sud che al nord."
Le Monde 19.4.2001

I 23 film in concorso
Nanni Moretti con La stanza del figlio e Ermanno Olmi con Il mestiere delle armi i registi italiani in gara
La Repubblica.it 19.4.2001

In concorso anche Shrek cartone animato prodotto da DreamWorks
Finora, Peter Pan nel 1953 era stato l'unico lungometraggio animato ad essere ammesso alla selezione del Festival di Cannes.
The Times 19.4.2001

Ye be - Scappando la notte - di Li-kong Hus e Chi Yin vince al Festival del cinema gay-lesbico di Torino
"Ha vinto Taiwan e ha vinto il melò, il "genere" dell'immaginario contemporaneo che comunque il cinema a tematica omosessuale ha sempre privilegiato per quell'incandescenza narrativa dell'ambiguità. Ma ha vinto anche la forma più avanzata di questo cinema che nel corso del tempo ha trasformato se stesso puntando più al piacere del racconto, a una libertà di scrittura e di esposizioni personali di fronte alla necessità primaria di definire l'identità."
Il Manifesto 19.4.2001

Da Sodoma a Hollywood: 25 mila presenze a cavallo del week-end di Pasqua
Nel clima politico arroventato dalle elezioni amministrative a Torino, il festival è stata l'occasione in cui i candidati sindaco hanno espresso la loro opinione in merito. Il candidato del centrodestra Rosso ha criticato la manifestazione definendola uno spreco di denaro per pochi. Osserva Giovanni Minerba, direttore del Festival: "Se il centrodestra vincerà le elezioni e quindi governerà Torino, spero che all’assessorato alla Cultura possa andarci uno come Leo, perché Leo ha dimostrato di essere al di sopra delle parti, ha capito che la cultura è un’altra cosa." Leo, del centrodestra e attuale assessore alla cultura della Regione, ha approvato un finanziamento al festival. Da notare che nessun politico si è palesato per assistere alle proiezioni
.
La Stampa 19.4.2001

 

EDITORIA

Migliora tra il 1997 e il 2000 il bilancio economico della stampa peiodica italiana
Una indagine di Deloitte & Touche per il periodo 1997 - 2000 su 63 imprese editoriali che pubblicano 73 quotidiani rivela che la stampa quotidiana ha incrementato le entrate pubblicitarie e le copie vendute sono salite sopra i 6 milioni. L'utile di esercizio è passato dai 125 miliardi del ‘97 ai 364 miliardi del '99. Il mercato pubblicitario è tuttavia prosciugato dalle televisioni che incassano da sole più di 7.900 miliardi.
La Repubblica 19.4.2001

La legge sull'editoria non impone alcun vincolo di iscrizione al registro dei comunicatori
"Il sottosegretario alla presidenza del consiglio Vanino Chiti ha specificato che chi produce comunicazione sulla Rete non deve sottostare a nessuna delle norme che regolano l'editoria: quindi nessun direttore responsabile, né registrazione della testata, né tantomeno il pericolo di incorrere nel reato di stampa clandestina, reato che prevede una forte ammenda in denaro o il carcere."
Il Manifesto 19.4.2001

 

POLITICHE  CULTURALI

"La mondializzazione non è in una macchina tritaculture nazionali o regionali"
Lo afferma Jean-Marie Messier, presidente di Vivendi-Universal, gigante multinazionale della comunicazione e dell'intrattenimento. "Là dove certuni paventano l'uniformazione, io vedo, al contrario, vibrare un mondo diverso, più aperto e più tollerante. Vedo delinearsi una società non monocorde, monoculturale, ma pluralistica, colorata, meticciata." Americanizzazione della cultura? "Formidabili occasioni si offrono ormai per promuovere la creatività europea! Per non fare che pochi esempi: gli accordi di produzione con Working Titles (e altri), la messa a disposizione di potenti circuiti di distribuzione (UIP) possono essere altrettante leve per la promozione del cinema europeo." Il conclusione: la mondializzazione offre alla cultura occasioni in più per esprimersi e per trasmettere i propri valori positivi. Essa permette ai popoli di conoscere le espressioni culturali degli altri, facendole proprie e trasformandole.
La Stampa 19.4.2001

Sheffield città della cultura e della creatività
Se avete visto The Full Monty avete una idea di Sheffield lontana dalla realtà. Il governo laburista della città sta cercando di guidarne il rilancio puntando sul mercato più volatile e imprevedibile di tutti: le arti e le industrie creative e il sogno di diventare la capitale culturale dell'Inghilterra. Alla chiusura per mancanza di visitatori del National Centre for Popular Music, aperto nel 1999 - forse il più grosso fallimento della politica culturale inglese degli anni recenti -, fa ora seguito l'inaugurazione delle Millennium Galleries, un progetto da 15 milioni di sterline (45 miliardi di lire) per creare un centro per esposizioni di arte, artigianato e design. Accanto a questi interventi, l'Action for Business and Culture - una organizzazione creata allo scopo di gestire i fondi europei per lo sviluppo economico delle aree depresse - sta promovendo lo sviluppo del Cultural Industries Quarter, dove 17.000 persone - e altre 10.00 ne sono previste in futuro -  lavorano nelle aziende di prodotti innovativi che nascono dalla creatività artistica.
The Independent 19.4.2001

Con France moves la danza francese si promuove a New York
Il festival France moves presenterà dal 23 aprile al 6 maggio quanto di meglio la danza contemporanea francese sa offrire. L'iniziativa è organizzata dall'Association française d'action artistique con un budget di 7 milioni di franchi ( 2 miliardi di lire) .
Le Monde 19.4.2001

Dal 97 al 99 l'86% dei fondi pubblici pubblici alle istituzioni musicali milanesi è stato assorbito dalla Scala
Lo ha affermato Luigi Corbani, manager dell'Orchestra Verdi di Milano. Per fare fronte alla difficile situazione economica e constata la esiguità dei fondi pubblici, l'Orchestra Verdi chiede ai milanesi di aderire all'Albo d'oro, iniziativa legata al decennale della Verdi che si festeggerà nel 2003 che ha già raccolto 800 milioni.
La Repubblica 19.4.2001

Dall'archivio di DiArte: leggi i precedenti nello Speciale Milano

In Sicilia nuovi musei per creare posti di lavoro
Sommatino, a 20 chilometri da Caltanissetta, ha 7.000 abitanti e due musei: uno comunale dedicato alla zolfara e uno provinciale che ricorderà la civiltà contadina. Poco lontano, Marianopoli di abitanti ne ha 3.000 e di musei due: nel 1999 quello archeologico è stato visitato da 243 persone. La loro gestione è affidata a cooperative che garantiscono un posto di lavoro ai soci.
La seconda parte dell'articolo
La Repubblica 19.4.2001

 

MUSEI

Arthur Smith cerca di visitare gli Uffizi il giorno di venerdì santo: ecco il diario del suo Calvario
"La pittura religiosa mi lascia freddo. Non conosco le storie che racconta. Sono un miscredente. Non ho empatia con il dolore. Ma la Pasqua a Firenze sembrava una opportunità ideale per superare questa mia indifferenza. Così mi sono avviato a sguardo basso come un vero penitente. La mia intenzione era di fermarmi almeno mezz'ora davanti alla prima crocifissione che avessi trovato agli Uffizi. Dopo 45 minuti mi sono accorto che ero nella coda sbagliata. Dopo un'ora in quella giusta ero ancora lontano miglia dalla sua testa. Non so nulla delle sofferenze di San Sebastiano, ma certo stavo passando un pomeriggio di dolore. Dopo che il cantante d'opera ambulante in Piazza della Signoria  aveva intonato la medesima aria del Rigoletto per la ventesima volta, ho deciso che ne avevo abbastanza e che sarei andato a cercare la mia crocifissione altrove. Sbagliavo. I musei erano pieni e le chiese stavano chiudendo. Allora ho comperato una guida degli Uffizi, ma la sola riproduzione di una crocifissione era di un'opera della scuola toscana del 12 secolo della quale non era possibile vedere alcun dettaglio."
The Guardian 19.4.2001

Portare i bambini ai musei è una fatica, ma ne vale la pena
Per i genitori vuole dire impegno, affrontare il traffico e qualche spesa in più, ma i risultati sono garantiti: i bambini nei musei e durante i campi settimanali che essi organizzano si divertono e entrano in contatto attivo con gli oggetti esposti e la natura. I musei californiani si preparano alla stagione estiva presentando il loro programma di attività. L'articolo ne  contiene una lista.
Los Angeles Times 19.4.2001

 

ARCHITETTURA

Il Kursaal a San Sebastian giudicato il miglior edificio spagnolo degli ultimi anni
Questo il giudizio dei giurati della VI Bienal de Arquitectura Española 2001 che hanno assegnato all'architetto Rafael Moneo (Tudela, Navarra, 1937) il Premio Manuel de la Dehesa di 2.5 milioni di pesetas (29 milioni di lire) per la progettazione del Kursaal sulla spiaggia di Zurriola, San Sebastian.
El Pais 19.4.2001

 

CRONACA

Morto il regista Michael Ritchie
Nato nel Wisconsin, aveva 62 anni. È stato, tra l'altro, il regista di Gli spericolati con Robert Redford, probabilmente tra i migliori film sullo sport prodotto a Hollywood.
Liberation 19.4.2001

 

18.4.2001

ARTI

La Chinati Foundation di Marfa: un centro per l'arte contemporanea nel mezzo del deserto texano
La Chinati Foundation ha sede in un ex campo militare del Texas. L'idea è nata a Donald Judd, artista minimalista, che nel 1971,  lasciata New York, si fermò a Marfa, forse alla ricerca degli spazi esagerati del deserto, forse più prosaicamente perché la terra costava poco. L'istituzione è stata fondata nel 1979 grazie ad un sostanzioso contributo della Dia Art Foundation. Judd vi rimase per tutti gli anni '80, trasformando il campo militare in una esposizione, organizzando workshop, residenze per artisti, contribuendo in modo decisivo alla rivitalizzazione economica dell'area. Quando egli morì nel 1994 lasciò la fondazione oberata dai debiti. Essa tuttavia continua a operare grazie all'impegno degli sponsor.
The Independent 18.4.2001

Il sito della Chinati Foundation

 

SPETTACOLO

David Branch tassista commediografo
Durante i suoi 25 anni da tassista David Branch ha collezionato incontri, scambi di battute e storie con una galleria formidabile di personaggi. Ha cominciato ha scrivere appunti e dialoghi durante le attese del prossimo cliente, ma un colpo di fortuna ha dato una svolta alla sua carriera di commediografo. Sua moglie è diventata una appassionata ballerina di line dance, il ballo tradizionale country and western: condito con i dialoghi rubati sul taxi, il soggetto della sua prima commedia era a portata di mano. Line Dance Frenzy andrà in scena al Mitchell Theatre, Glasgow, il mese prossimo.
The Herald 18.4.2001

La lunga vita artistica dei danzatori
Mentre negli altri settori dello spettacolo e nel cinema i protagonisti artistici sono sempre più giovani, nel campo della danza gli artisti di mezza età o ancora più anziani stanno godendo di sempre maggiore considerazione non solo per i ruoli in cui è richiesta la presenza scenica di un attore avanti negli anni, ma soprattutto per le loro apprezzate capacità interpretative ed espressive. 
The Guardian 18.4.2001 

Iniziata la caccia al successore di Tevor Nunn alla direzione del Royal National Theatre di Londra
Il compito del consiglio di amministrazione si prospetta tanto difficile che questo ha già messo le mani avanti.  È infatti possibile che il successore di Nunn potrebbe non essere stato ancora nominato quando il suo mandato sarà scaduto in settembre 2002. Al momento i favoriti sono: John Caird, classe 1948, canadese, attualmente alla Royal Shakespeare Company come honoray associate director, dato 4-1; Stephen Daldry, già direttore di successo del Royal Court e regista di Billy Elliot, dato 10-1; Nicholas Hytner, 44 anni, associate director al Manchester Royal Exchange e allo stesso National, che afferma di aver già discusso positivamente della questione con il presidente del consiglio di amministrazione, e in virtù di questo è dato a 2-1; Jude Kelly, 47 anni, direttore del West Yorkshire Playhouse, unica donna nella rosa e unico candidato dalla provincia, data 16-1; Sam Mendes, 35 anni, direttore artistico della Donmar Warehouse, conosciuto per aver convinto Nicole Kidman a spogliarsi in The Blue Room e regista di American Beauty, dato 50-1.
The Independent 18.4.2001

 

CINEMA

Un accordo da 250 milioni di dollari tra DreamWorks e Vivendi-Universal
DreamWorks, la società di  produzione fondata da Steven Spielberg, Jeffrey Katzenberg e David Geffen, ha rinnovato per altri 5 anni l'accordo con Vivendi-Universal per la distribuzione fuori dagli USA delle sue produzioni cinematografiche e per lo sfruttamento mondiale dei personaggi e dei concept dei film nei parchi a  tema Universal. Il valore dell'accordo dovrebbe essere di 250 milioni d dollari (500 miliardi di lire) con i quali la DreamWorks si è assicurata il capitale necessario per i suoi futuri investimenti.
Liberation 18.4.2001

I produttori indipendenti tagliati fuori dalle trattative tra studios e sceneggiatori
I produttori indipendenti di New York non partecipano alle trattative tra produttori da un lato, autori ed attori dall'altro. Essi stanno a guardare i due litiganti, parteggiando per i secondi. Come loro, essi soffrono dello strapotere degli studios.
The Village Voice 18.4.2001

 

EDITORIA

Il ministro messicano Carlos Abascal censura Aura di Carlos Fuentes
Il ministro del lavoro e della previdenza sociale messicano Carlos Abascal ha giudicato il romanzo  Aura di Carlos Fuentes inadatto a sua figlia quindicenne Luz del Carmen. La sua lettura era stata proposta alla ragazza dalla sua insegnate di lingua spagnola all'Instituto Félix de Jesús Rougier. Carlos Fuentes ha ringraziato il ministro per la pubblicità che ha involontariamente fatto al suo libro. L'articolo riporta il bran incriminato.
Reforma 18.4.2001

 

BENI CULTURALI

Salvare i monumenti del Kosovo per favorire il dialogo tra albanesi e serbi
"Il fortissimo valore identitario che i monumenti del Kosovo hanno per le comunità islamico-albanese e serbo-ortodossa comporta che la salvezza dei rispettivi monumenti di culto e d'arte possa avere un altissimo valore simbolico (oltre che politico ed economico) in un efficace e autentico processo di pace. Non vi sarà mai law and order in Kosovo se i suoi monumenti religiosi e d'arte non verranno conservati, protetti e restaurati. Né sarà mai possibile affrontare questo problema se non partendo da un dialogo, difficile ma non impossibile, fra le comunità presenti in Kosovo. Di solito, questo tema viene colpevolmente lasciato in ombra, e ancor più colpevolmente considerato "marginale".
Il Manifesto 18.4.2001

30mila costruzioni abusive in Sicilia mettono a repentaglio in patrimonio e il paesaggio
Lo afferma il rapporto Salvalarte Sicilia di Legambiente. "Si parte dalla Villa Romana di Patti, abbandonata da anni dopo le prime scoperte, per proseguire con Catania, dove i resti dell'Antico Corso sono soffocati dal degrado e dalle speculazione edilizia, e Siracusa dove l'urbanizzazione e le lottizzazioni selvagge stanno assediando l'area archeologica dell'Epipoli. Ma il viaggio prosegue attraverso altre forme di abusivismo: quello delle cave e delle discariche di Melilli, nella Sicilia sud orientale, o di Cozzo Matrice, una collina nel cuore dell'isola con un insediamento preistorico che è stata sventrato durante i lavori per la costruzione di cisterne di supporto a una diga. Eclatante è poi il caso di Triscina, città fantasma sorta su una spiaggia a ridosso di Selinunte. La denuncia dell'associazione punta soprattutto a quella classe politica che ha costruito la propria fortuna sulla difesa del cosiddetto 'mattone selvaggio'."
Il Sole 24 Ore.com 18.4.2001

Il testo integrale del rapporto di Legambiente (in formato pdf).

Corbis seppellisce in miniera le foto della collezione Bettmann
La collezione di Otto Bettmann - 17 milioni di fotografie - era stata acquistata nel 1995 da Corbis, la società di Bill Gates che si occupa della commercializzazione di immagini e che possiede anche gli archivi della United Press International. Corbis ha annunciato che intende trasferire il materiale in una miniera della Pennsylvania per garantirne la conservazione in condizioni climatiche ottimali. Immediate le reazioni di coloro che vedono in questo una nuova prova della volontà monopolista di Gates, dato che solo 225.000 foto, pari al 2% della collezione, sono state digitalizzate.
Liberation 18.4.2001

Il Miho Museum accetta di restituire alla Cina una statua buddista rubata nel 1994
Il Miho Museum, che si trova nei pressi di Kyoto, ha riconosciuto che la statua del sesto secolo è stata rubata dalla provincia di Shandong, Cina, nel 1994 e ha firmato una intesa con le autorità cinesi per la sua restituzione. L'accordo sancisce anche che il museo ha agito in buona fede acquistando la statua, il cui valore è stimato intorno agli 830.000 dollari (1.7 miliardi di lire). La Cina ha concesso la statua in prestito gratuito al museo fino al 2007. Dato che il Giappone non ha firmato gli accordi per la restituzione delle opere d'arte rubate, il Miho Museum non aveva nessun obbligo di restituire la statua.
The New York Times 18.4.2001 (*)

Il Lower East Side di New York considerato sito storico
"Il Lower East Side, conosciuto per le case popolari densamente popolate che ospitarono successive ondate di immigrati irlandesi, italiani, est-europei e cinesi piuttosto che per gli edifici monumentali, è stato inserito nel Registro dei siti storici. Sebbene questo non comporti per i proprietari alcuna restrizione circa l'uso dei loro averi, l'inserimento nel Registro offre sostanziali riduzioni di tasse a coloro che si impegnano nella conservazione degli edifici." L'azione di protezione è stata voluta dal Lower East Side Business Improvement District e dalla Lower East Side Conservancy.
The New York Times 18.4.2001 (*)

Una passeggiata nel Orchard Street Shopping District è più che fare shopping: è una avventura!
Questo è lo slogan di apertura del sito del Lower East Side Business Improvement District, organizzazione nonprofit nata nel 1992 "allo scopo di rivitalizzare l'Orchard Street Shopping District preservando il suo carattere unico e distintivo."

 

MUSEI

Gli architetti Antonio Cruz y Antonio Ortiz rinnoveranno il Rijksmuseum di Amsterdam
La coppia di architetti di Siviglia ha vinto il concorso per la ristrutturazione dell'edificio costruito nel 19esimo secolo dall'olandese Pieter Cuypers. Con un budget di 400 miliardi essi dovranno trasformare il museo in una opera d'arte garantendone l'armonico inserimento nel contesto cittadino.
El Pais 18.4.2001

 

CRONACA

Il 25 aprile artisti in piazza a Milano
A Milano la novità più importante tra le manifestazioni in occasione dell'anniversario della liberazione: una festa di artisti con Moni Ovadia, Marco Paolini, forse anche Beppe Grillo, chiamata Appunti partigiani, che si terrà dopo la manifestazione ufficiale. Dice Ovadia: "Ho aderito subito all'invito perché vedo in questa destra una voglia vergognosa di cancellare il passato, di strumentalizzare qualunque cosa pur di riscrivere la storia. Vogliono togliere il riferimento alla Resistenza dallo Statuto del Comune di Bologna, vogliono censurare i libri scolastici. E quando parlano de crimini del comunismo o delle Foibe, non lo fanno per suscitare pietà verso le vittime, ma per nascondere le colpe della loro parte politica."
La Repubblica 18.4.2001

I servizi collaterali del Teatro greco di Siracusa in mano alla mafia
Dopo la morte di Giusto Monaco nel 1994, la fornitura dei servizi al Teatro greco di Siracusa passe nelle mani della mafia. I prezzi volano alle stelle, il deficit dell'Istituto nazionale del dramma antico segue a ruota. Tutto a vantaggio del clan mafioso Urso-Bottaro.
Le Monde 18.4.2001

Il direttore della Biblioteca nazionale spagnola copia ma non lo dice
Luis Racionero, autore di saggi e romanzi, ha pubblicato nel 1993 Atenas de Pericles nel quale ha trascritto senza attribuire la citazione pagine tratte da El legado de Grecia, di Gilbert Murray, pubblicato in spagnolo nel 1944 da Ediciones Pegaso, traduzione di The legacy of Greece, stampato dalla Università di Oxford nel 1921. Racionero è direttore della Biblioteca nazionale a Madrid.
El Pais 18.4.2001

 

17.4.2001

ARTI

A Roma le mostre di Velasquez e Magritte fanno il pieno a Pasqua
"Più di 11mila visitatori da sabato a lunedì per il surrealista Magritte, quasi 8 mila presenze per Velazquez e più di 20 mila in pellegrinaggio all'altare della Patria."
La Repubblica 17.4.2001

In mostra ad Amburgo le collezioni della borghesia illuminata cittadina di inizio secolo
A partire dalla fine dell'Ottocento e fino al collasso degli ideali progressisti borghesi avvenuto nel 1933 con l'ascesa dei nazisti, la classe agiata di Amburgo si era dimostrata aperta e capace di accogliere le novità delle avanguardie artistiche dell'epoca. La mostra Picasso, Beckmann, Nolde und die Moderne Meisterwerke aus frühen Privatsammlungen in Hamburg alla Kunsthalle testimonia questo periodo d'oro.
Frankfurter Allgemeine Zeitung 17.4.2001

 

SPETTACOLO

Il Mystfest di Cattolica e il festival del teatro di Santarcangelo in difficoltà per mancanza di fondi.
A causa della contrazione degli stanziamenti locali e statali, con un budget ridotto a 300 milioni non potrà essere organizzata la 22esima edizione del Mystfest, il festival del giallo e del mistero di Cattolica, che ha portato in riviera i migliori film, romanzi, registi che si sono occupati di thriller. Ugualmente, il Consiglio di amministrazione del  festival del teatro di Santarcangelo ha annunciato pochi giorni fa che la cifra disponibile per la 31esima edizione è di 220 milioni, meno della metà rispetto ai 550 preventivati. Si annuncia una edizione ridotta.
La Repubblica 17.4.2001

La Royal Shakespeare Company recita per la Michigan University
La RSC in tournée nel Michigan con il ciclo This England che comprende l'Enrico VI ed il Riccardo III in cambio di una sponsorizzazione di 2 milioni di dollari (4 miliardi di lire) da parte dell'università. Con il solo contributo dell'Arts Council of England, la RSC sarebbe stata in grado di realizzare soltanto metà del ciclo di 8 commedie.
The Times 17.4.2001

Printemps de Bourges e Eurockéennes de Belfort: due festival musicali che voltano pagina. O almeno ci tentano
Sebbene i due festival abbiano poco in comune, entrambe hanno scelto di rinnovarsi affidando la direzione artistica ad un gruppo di giovani con l'obiettivo di dare spazo a qualità e ricerca musicale. Constatando che il festival ha bisogno di rinnovarsi, Christian Proust, presidente del consiglio generale del Territoire de Belfort, che ha lanciato Eurockéennes nel 1989 per dare una immagine positiva e dinamica alla sua regione, dice: "Il problema è di mettere in moto in una dinamica di ricerca. Il sostegno dell'ente pubblico non si giustifica se non all'interno di una dimensione culturale e nell'assunzione di rischio." In altre parole: basta con i grandi concerti di sicuro successo, ma spazio all'innovazione artistica. Costi quel che costi.
Liberation 17.4.2001

Il sito di Printemps de Bourges che si tiene dal 17 al 22 aprile e quello di Eurockéennes de Belfort in programma dal 6 all'8 luglio.

La musica contemporanea lotta per uno spazio di sopravvivenza
Dice il compositore Colin Matthews: "Molte delle cose che faccio sono un tentativo di rompere il muro che circonda la musica contemporanea. Questa è la ragione per la quale esiste NMC Recordings. Sono fiducioso che riusciremo a infrangere questo muro, ma qualche volta ho l'impressione di rompermici la testa contro. Non so se sia per colpa nostra o perché la musica è oggi così facilmente disponibile: stiamo combattendo per uno spazio di sopravvivenza come mai prima d'ora. I compositori sono oggi una razza differente rispetto al passato: nel 19esimo secolo erano sempre anche esecutori, e la musica contemporanea era la sola musica suonata."
The Guardian 17.4.2001

Il sito della NMC Recordings e una biografia di Colin Matthews.

 

CINEMA

A Cannes cinema asiatico fa la parte del leone
Dice Gilles Jacob, presidente del Festival di Cannes: "Si parleranno diverse lingue asiatiche sugli schermi di Cannes 2001, in particolare torna il Giappone, da ultimo poco presente. L'Europa sarà ben rappresentata, a parte la Germania, povera di offerte. La qualità di Cannes è legata alla produzione, 5 anni fa ero pessimista, 3 anni fa andò meglio e anche il 2000 ha avuto buone sorprese. Quest'anno ci sarà un po' di tutto, quasi come le Galeries La Fayette. Gli Usa? C'è sempre qualche problema, è difficile avere blockbusters, Cannes arriva tardi per gli Oscar passati e presto per quelli futuri."
La Repubblica 17.4.2001

Il mercato a Cannes
Oltre seimila operatori accreditati al Mercato di Cannes 2000. 510 la compagnie internazionali indipendenti. Nel corso del festival 2000 le proiezioni destinate agli accreditati al mercato - per la maggior parte sono titoli che non compaiono nel programma ufficiale - sono state circa 1200.
La Repubblica 17.4.2001

Cinema giapponese protagonista della Mostra di Pesaro
La Nouvelle Vague che viene dal Sol Levante, i 50 anni dei Cahiers du cinema, il ritorno delle proiezioni in piazza, e infine l'evento speciale dedicato a Mario Monicelli con una retrospettiva formano il programma della Mostra di Pesaro in programma dal 22 al 30 giugno 2001.
Il Messaggero 17.4.2001

Festival del cinema gay-lesbico di Torino: come far sapere a mamma papà parenti e conoscenti di essere lesbica o gay?
"Il festival diretto con passione da Giovanni Minerba si dimostra ancora una volta l'evento di punta italiano attraverso il quale esplorare codici e forme più sensuali della visione. Anche perché nel corso degli anni ha saputo essere parte dei mutamenti nell'immaginario che lavora sull'idea di scelta e di identità, e se 10 anni fa la priorità era stabilire dei segni netti oggi, anche se il quotidiano continua a essere una conquista faticosa, i registi scelgono soprattutto il piacere del cinema dosando storia privata e dimensione collettiva."
Il Manifesto 17.4.2001

 

EDITORIA

Il Pulizer Prize anche a tre articoli sull'immigrazione
Lo staff del New York Times, quello del Miami Herald e un fotografo dell'Associated Press sono stati premiati tra gli altri per aver descritto la complessità dei problemi razziali e quelli conseguenti all'immigrazione. Gli ultimi due premi si riferiscono alla copertura giornalistica della vicenda di Elián González, il bambino conteso tra il padre cubano e i parenti residenti in Florida.
The New York Times 17.4.2001 (*)

L'elenco completo dal sito del Pulizer Pize con i link ai servizi e agli articoli premiati.

 

POLITICHE CULTURALI

Gli storici chiedono al ministro dell'istruzione di ricordarsi della storia. Il ministro non lo fa
Secondo la riforma della scuola varata dal ministro De Mauro, la storia dai greci fino al secolo 15esimo su scala mondiale è studiata solo nel primo ciclo (a 11 anni). Gli storici chiedono che essa venga studiata, come ora, anche nel secondo ciclo.
La Repubblica 17.4.2001

Santa Fe, New Mexico, conquista una nuova reputazione grazie alla cultura
Tradizionale centro dell'artigianato degli indiani d'america, Santa Fe, 70.000 abitanti, sta vivendo una stagione particolarmente felice sotto il profilo culturale grazie a iniziative quali il Santa Fe Chamber Music Festival, il María Benítez Teatro Flamenco, e alla prossima riapertura del Lensic Theater.
The New York Times 17.4.2001 (*)

 

BENI CULTURALI

Saranno ricostruite mattone su mattone le Mura aureliane crollate
Prevedere il crollo delle Mura aureliane? Risponde Eugenio La Rocca, sovrintendente ai Beni culturali del Comune: "Noi abbiamo lavorato molto. Purtroppo, però, i finanziamenti non sono sufficienti. Così come il personale: abbiamo uomini molto capaci, ma sono pochi. Raccoglieremo i mattoni uno per uno e li risistemeremo secondo la loro posizione, in un enorme puzzle. Così gran parte del muro crollato sarà ricomposto."
La Repubblica 17.4.2001

Mentre crollano le mura i musei sono strapieni: le due facce dei beni culturali
"I visitatori degli Uffizi erano 50mila nel 1950. Sono stati un milione e mezzo nel 2000, mezzo secolo dopo. Tra i paradossi del nostro tempo c’è anche questo. Il consenso di massa per il patrimonio storico si manifesta proprio nel momento che vede quel patrimonio più debole e più minacciato. I musei si riempiono di visitatori perché la Primavera di Botticelli e il David di Michelangelo sono il Mito e il Simbolo, sostituiscono i valori assoluti che non ci sono più, rappresentano, per gli uomini e per le donne del mondo, la memoria, l’identità, l’appartenenza."
Il Sole 24 Ore 17.4.2001

 

MUSEI

Il Victoria & Albert Museum di Londra alla ricerca di una nuova identità
Il processo di ricostruzione dell'immagine e del branding del V&A Museum passa attraverso una nuova definizione degli assetti istituzionali - smembrare il museo in istituzioni dedicate a raccolte tematici, ad esempio - e un ripensamento della composizione della collezione, incomprensibilmente eterogenea secondo i criteri moderni, che comporterebbe la cessione di alcuni pezzi, anche prestigiosi, ad altri musei londinesi: ad esempio i cartoni di Raffaello potrebbero essere più vantaggiosamente esposti alla Natinal Gallery. Quello che sembra probabile è che la nuova ala, progettata da Daniel Libeskind alla metà degli anni 90 in pieno boom dell'edilizia museale, non possa risollevare le sorti dell'istituzione.
The Independent 17.4.2001

La Spirale di Libeskind.

L'utenza inglese dei musei tendenzialmente decrescente
Un nuovo rapporto sull'utenza dei musei inglesi mette sull'avviso riguado alla diminuzione della frequentazione: il 28% degli intervistati (4.000 adulti e gli studenti di 256 scuole) aveva visitato un museo negli ultimi 12 mesi, mentre l'anno precedente essi erano il 35%.
The Independent 17.4.2001

Il testo del rapporto prodotto da Mori per Resource: the Council for Museums, Archives and Galleries (in formato pdf).

 

CRONACA

Morto a 82 anni Peter Maag
"Nato in Svizzera, a San Gallo, aveva iniziato la carriera in Germania, come Kapellmeister all'Opera di Düsseldorf e poi di Bonn. In seguito è stato direttore della London Symphony Orchestra e della Volksopera di Vienna."
La Repubblica 17.4.2001

Le ceneri di Gregory Corso saranno tumulate a Roma nel cimitero di Testaccio
Corso aveva manifestato il desiderio di essere sepolto a Roma acanto a Shelley.
La Repubblica 17.4.2001

 

16.4.2001

ARTI

"Il mio computer è lo specchio del mio cervello"
Renato Pasopiani e Tania Copechi, artisti bolognesi, hanno reso pubblico l'accesso al loro computer. Programmi, file, documenti e posta elettronica che essi scambiano con i loro corrispondenti sono resi visibili e scaricabili. L'idea è di estendere a tutto il contenuto del computer la possibilità di scambio che Napster ha offerto per i file musicali, rendendo pubblico, allo stesso tempo, il ritratto di sé che il contenuto del computer (del computer di ciascuno di noi) offre.
The New York Times 16.4.2001 (*)

Il sito di Pasopiani e Copechi www.0100101110101101.org

 

CINEMA

Il DVD sta cambiando il mercato dell'home video
A fronte di un mercato del videonoleggio stagnante, quello del DVD è in crescita: circa il 600% l'anno scorso. In quest'ultimo, le vendite superano il noleggio: per 4 dollari spesi per l'acquisto, uno solo viene speso per il noleggio. Il mercato si sta dunque configurando come un mercato dei venditori e non dei noleggiatori. Gli studios hanno poi visioni differenti del marcato, per cui applicano differenti prezzi vivacizzando le vendite. Alcune catene di distribuzione come Wal-Mart applicano ulteriori ribassi che portano i prezzo dei DVD ad essere allineato a quello proposto per il noleggio da Blockbuster. La battaglia è appena cominciata che già si annuncia un altro fronte: AOL Time Warner progetta il video-on-demand, temibile concorrente del noleggio.
The New York Times 16.4.2001 (*)

 

CRONACA

Joey Ramone muore a 49 anni
Il cantante dei Ramones, il gruppo che ha definito il punk come una musica per tutti, il cui vero nome era Jeffrey Hyman era nato a Forest Hills, nel Queens.
The New York Times 16.4.2001 (*)

 

 

(*) Gli articoli del New York Times sono disponibili registrandosi gratuitamente.

 
torna all' inizio della pagina
per saperne di più