29 gennaio - 4 febbraio 2001

Torna all'archivio 2001

CRONACA - USA
Gordon R. Dickson scomparso a Richfield, nel Minnesota, all’età di 77 anni

Il suo nome rimarrà soprattutto legato agli otto volumi sulla popolazione dei Dorsai,  ormai un classico della letteratura fantascientifica. In oltre quattro decenni di carriera è rimasto sempre ai vertici del genere: ha pubblicato più di 80 libri, ha venduto 10 milioni di copie, ha vinto per ben tre volte il premio Hugo, l’Oscar della science fiction.
Il Messaggero 4.2.2001

CRONACA - USA
New York capitale della filosofia

Sebbene New York non sia ancora una Atene sull'Hudson, negli ultimi dieci anni molti dei maggiori filosofi si sono spostati qui, attratti dalla possibilità di interagire con i colleghi, dai salari relativamente alti offerti dalle università che hanno interesse di dare maggiore lustro alla loro reputazione, dalla vita culturale della città. Infine, la percezione che New York si ritornata ad essere un posto sicuro dove vivere ha avuto un ruolo nell'attrarre i filosofi. Questo ha fatto di New York qualcosa di comparabile a Edimburgo nel 18esimo secolo o Cambridge nel 20esimo. Un ruolo prominente in questo lo sta avendo la New York University.
The New York Times 3.2.2001 (*)

ARTE - ITALIA
Riconversione produttiva a Salerno: da fabbrica di ceramica a galleria d'arte

Se resta ancora alta la produzione della ceramica artistica di qualità in Costiera amalfitana, diverso è il discorso per la città di Salerno. Dopo lo smantellamento delle fabbriche manifatturiere di questo prodotto, ne resiste solo una, la "Ceramica Salernitana" che ha destinato metà dello spazio della fabbrica ad attività artistiche varie e l'altra metà alla produzione. Un modo originale e di successo di far convivere arte e industria: l'iniziativa, che è durata un mese e che è terminata  domenica 4 febbraio, ha creato di fatto una sorta di galleria d'arte dal significativo titolo di "Piazza della Ceramica". L'iniziativa è stata curata dall'artista Ugo Marano.
Il Manifesto 2.2.2001

CINEMA - USA
Il sito web di Quills è stato chiuso: De Sade censurato dalla Fox

Se Internet è stato il luogo dove i cinefili hanno l'opportunità di vedere le scene tagliate nei film distribuiti nelle sale, questa volta è accaduto il contrario. La Fox ha chiuso il sito dedicato a Quills, il film di Philip Kaufman sulla vita di De Sade. Quills racconta gli sforzi del marchese de Sade nel rendere pubblica la sua opera, nonostante l'opposizione degli aristocratici e dei rivoluzionari, persecuzioni, carcere e chiusure in manicomio. Il creatore della pagina on-line, Andrew Chapman ha dichiarato: "L'ironia è che de Sade era pronto a morire nella guerra contro la censura, mentre il sito del film è stato chiuso senza opporre alcuna resistenza."
Il Manifesto 2.2.2001

CRONACA - SPAGNA
Morto il filologo Rafael Lapesa

Rafael Lapesa (Valencia, 1908) è stato il più autorevole filologo e studioso della lingua spagnola. Insegnate di spagnolo ai soldati repubblicani assediati a Madrid, dopo la guerra fu deportato a Salamanca, dove si rifugiò negli studi. A 34 anni, nel 1942, scrisse la prima versione della sua opera maggiore Historia de la lengua española. Egli concepì lo spagnolo come una lingua viva e mutante, del cui futuro aveva una visione ottimista.
El Pais 2.2.2001

Rafael Lapesa: "L'inglese non ce la farà a mettere da parte lo spagnolo"
La Pàgina del Idioma Español

DANZA  - SPAGNA
In sciopero gli artisti del Ballet Nacional de España e della Compañía Nacional de Danza

La protesta motivata dalla equiparazione dei lavoratori dell'Instituto Nacional de las Artes Escénicas y de la Música ai dipendenti pubblici. Annullato uno spettacolo previsto a Oporto.
El Pais 2.2.2001

Stato di agitazione per i danzatori spagnoli

Gli artisti del Ballet Nacional de España e della Compañía Nacional de Danza si sono dichiarati preoccupati per i termini del preaccordo stipulato tra i sindacati e la Comisión de Interpretación, Vigilancia, Estudio y Aplicación che prevede una minore protezione della loro specificità, una equiparazione salariale alle altre categorie di lavoratori dello spettacolo e il loro reimpiego in altre attività una volta terminata la carriera sulla scena. Gli artisti paventano inoltre che questo possa diventare l'anticamera per la privatizzazione delle due compagnie statali.
El Pais 31.1.2001

MUSICA
Secondo Michael Robertson fondatore di MP3.com Napster non ha futuro

Giudizio scontato sul rivale da pare dell'amministratore delegato di MP3.com. Più interessante la sua proposta di un sistema di distribuzione della musica chiamato Music IOS (Music InterOperating System). Esso dovrebbe unire l'intera filiera produttiva e distributiva della musica assicurando agli attori la remunerazione del prodotto.
Liberation 2.2.2001

CINEMA - ITALIA
Nessun blockbuster in vista per l'estate 2001

Sembra che l'esperimento positivo dell'estate 2000 non sarà ripetuto e che in quella 2001 mancheranno pellicole in grado di bissare il successo di Il gladiatore e M:I 2. "Anche nel cinema - spiega Alberto Francesconi, presidente dell'Anec, Associazione degli esercenti cinematografici -  l'Italia non è ancora un paese normale. La nostra attività continua ad avere un andamento stagionale, in contrasto con tutto il resto del mondo. Le strutture adatte al consumo di cinema anche d'estate oggi esistono, è assurdo che per quattro mesi l'anno non vi sia prodotto per rifornirle."
La Repubblica 2.2.2001

EDITORIA - FRANCIA
Il 14 marzo uscirà la 31esima avventura di Asterix

Con una operazione commerciale alla Hanry Potter, il nuovo album sarà presentato contemporaneamente in molte librerie del mondo cercando di creare lo stesso clima di attesa per l'uscita delle avventure del giovane mago.
El Pais 2.2.2001

EDITORIA - ITALIA
L'Unità in edicola entro il 15 marzo

Lo ha annunciato il coordinatore della segreteria dei Ds, Pietro Folena, rendendo noto che ieri sera è stato firmato a Milano un accordo tra il collegio dei liquidatori della vecchia società editrice, presieduto da Victor Uckmar, e la Nuova iniziativa editoriale spa, la cordata degli imprenditori acquirenti guidata dall’editore Alessandro Dalai.
Il Sole 24 Ore 2.2.2001

MEDIA - FRANCIA
Endemol, inventore del Grande fratello, sbarca in Francia

Endemol degli olandesi Joop Van Den Ende e John De Mol ha subito rassicurato i francesi che non intende produrre un Grande fratello gallico, ma un programma intitolato Love story con protagonisti una dozzina di ragazzi e ragazze. Ma non è che l'inizio.
Liberation 2.2.2001

MEDIA - ITALIA
Termine della corsa per la riforma del sistema TV

Come era ormai prevedibile da Natale, la legge di riforma della televisione esala l’ultimo respiro al Senato. Messo nell’angolo dall’ostruzionismo di Polo e Lega, e dalle divisioni interne all’Ulivo, il senatore Claudio Petruccioli (Ds), presidente della commissione Telecomunicazioni, cancella il provvedimento dall’ordine del giorno, dimettendosi poi da relatore.
La Repubblica 2.2.2001

Riforma del sistema TV: Petruccioli (DS) tenta un blitz ma trova oppositori nel suo stesso partito

Andare in Aula con quanto approvato finora del disegno di legge 1138, rinunciando alle norme su affollamenti pubblicitari e incroci tra quotidiani e tv. Lo ha proposto ieri Claudio Petruccioli, presidente della commissione Lavori pubblici e relatore della legge. "Appena si è discusso — sottolinea Andrea Papini DS — un elemento che metteva in discussione il duopolio, come gli incroci tv-editoria, è scattato l’ostruzionismo del Polo. Petruccioli ci propone di cedere a tale ostruzionismo e lasciar perdere ogni cosa che non sia nell’interesse di Rai e Mediaset."
Il Sole 24 Ore 1.2.2001

CINEMA - SPAGNA
Il cinema spagnolo avrà una quota di mercato del 15% nel 2001

L'Instituto de la Cinematografía y de las Artes Audiovisulaes ha valutato positivamente il raggiungimento del 10% nel 2000, e prevede per quest'anno un aumento fino al 15%. Lo lascia supporre l'affermazione del cinema spagnolo all'estero, l'aumento delle produzioni e il rafforzamento del tessuto industriale.
El Pais 1.2.2001

CINEMA - FRANCIA
A Parigi nel 2000 gli spettatori sono cresciuti dell'11%

Nell'anno dell'introduzione delle carte di abbonamento illimitato, gli spettatori nella capitale sono aumentati più della media nazionale, ferma all'8%. Il risultato più vistoso è per le sale UGC che per prima ha offerto l'abbonamento. Queste hanno guadagnato il 22% sull'anno precedente, e da sole rappresentano il 70% dell'incremento totale. La quota di mercato UGC passa del 36% al 40%. In difficoltà i circuiti minori, mentre Gaumont, che ha introdotto l 'abbonamento dopo UGC, ha recuperato sul finire dell'anno.
Liberation 1.2.2001

CINEMA - USA
La classifica dei film in corsa per l'Oscar: scopri chi è oggi pole position

Inside calcola la classifica dei film nominati nelle diverse categorie per scoprire i più favoriti. Sono presi in considerazione questi indicatori: curriculum del candidato, premi ricevuti, recensioni, copertura stampa, campagna promozionale e quanto se ne parla.
Inside 1.2.2001

   Michael Douglas gioca le sue carte

The New York Times 30.1.2001 (*)

EDITORIA - CUBA
Si apre domani la Fiera del libro di L'Avana

Durante la fiera che si chiuderà il 10 febbraio verranno presentati cento nuovi titoli e si spera di vendere 500.000 libri. La Spagna è il paese ospite. Presenti la maggior parte degli editori iberici, direttamente o attraverso le proprie succursali latinoamericane. Grandi assenti gli editori Santillana, Planeta, RBA e Grup 62, tra i maggiori del paese.
El Pais 1.2.2001

POLITICHE CULTURALI - ITALIA
Presentato il rapporto 1996 - 2000 sui beni culturali

Trenta milioni di visitatori nei musei statali, 6 milioni in più rispetto al 1995. 100.000 nuovi posti di lavoro con un incremento del 23,8% , per un fatturato complessivo del settore servizi dei musei di 20 miliardi. Cinquanta i luoghi d'arte totalmente o parzialmente restaurati dal '96 ad oggi. 4.339 miliardi il bilancio di previsione del ministero per il 2001, in crescita rispetto ai 4.070 del 2000 . Inoltre la Finanziaria 2001 ha previsto 1.025 miliardi per il Fondo unico dello spettacolo, che dal 1996 ad oggi ha avuto una crescita superiore al 10% .
Il Sole 24 Ore.com 31.1.2001

Il testo del rapporto

CINEMA - GERMANIA
Dal 7 al 18 febbraio il Festival di Berlino

Il 51mo. Festival di Berlino apre il 7 febbraio con Enemy at the gates, di Jean-Jacques Annaud. Una coproduzione internazionale girata interamente in Germania  perché - come ha spiegato ieri alla stampa il direttore Moritz de Hadeln - l'Europa può sfidare i colossal Usa (anche perché tramite la francese Vivendi già li fa). Dieci giorni di programmazioni (fino al 18 febbraio), la Berlinale 51, scodella 23 film in gara, di cui 16 sono in anteprima internazionale.
Il Manifesto 31.1.2001

CINEMA - USA
Quindici film di Toto a San Francisco

Quando i cinefili americani pensano al cinema italiano, hanno in mente Fellini, Sophia Loren e Marcello Mastroianni, Roberto Benigni, il Postino Cinema paradiso, ma mai a Toto. Per colmare questa lacuna, il Castro Theatre di Berkeley propone una retrospettiva del maestro del cinema italiano.
San Francisco Choronicle 31.1.2001

MUSEI - FRANCIA
Venti anni e molte decine di miliardi di franchi per rinnovare i musei di Francia

Il pensionamento di Françoise Cachin, direttrice dei musei di Francia, è l'occasione per fare un bilancio della azione di rinnovamento dei musei condotta dallo stato. Questi sono riassunti in due punti. Primo: 51 milioni di visitatori nell'ultimo anno è il risultato del lavoro iniziato negli anni '80 con il Louvre fino ad arrivare all'inaugurazione nei giorni scorsi del museo delle arti orientali Guimet. Secondo: decentramento amministrativo e finanziario iniziato nel 2000 con i dipartimenti pilota Isère, Lozère, Seine-Saint-Denis. A Madame Cachin succede Francine Mariani-Ducray, classe 1954, diplomata all'Ecole nationale d'administration nel 1979.
Le Monde 31.1.2001

MUSICA - SCOZIA
Un milione di sterline (3 miliardi di lire) per salvare la Scottish Opera

Dopo l'iniezione di 2.1 milioni di sterline del 1999 per evitare la bancarotta, questo nuovo milione servirà per ridarr fiato alla Scottish Opera e consentirle di organizzare, a partire da agosto, un stagione di rappresentazioni ragionevolmente corposa.
The Electronic Herald 31.1.2001

MUSICA - UK
Musicians' Union nei guai trascinata in giudizio dai suoi associati

L'associazione deputata a rappresentare gli interessi dei musicisti (31.000 artisti, dalle bande alle star dell'opera) è stata citata per una supposta divisione ineguale dei proventi dei diritti.
Electronic Telegraph 31.1.2001

CINEMA - FRANCIA
A Strasburgo primo bilancio del multiplex UCG: 22 sale, 5 400 posti

Strasburgo aveva una disponibilità di 18,2 sale per 1000 abitanti, contro 27,1 della media francese. Per questo il comune ha pensato di favorire la nascita di un multiplex nel centro cittadino, dettandone la condizioni. Oltre a una architettura irreprensibile, il complesso avrebbe dovuto garantire una programmazione in lingua originale, film europei e francesi, almeno 30 film indipendenti all'anno, una sala per lo spettacolo dal vivo, biglietti gratuiti per i bambini delle periferie. È ora possibile un primo bilancio di come questi buoni propositi sono stati rispettati dalla UGC. Se l'architettura dell'edificio è accettabile, è nella programmazione che la UGC detta legge. In dicembre gli spettatori sono stati 103.000, più dei 100.000previsti, ma le altre sale del centro cittadino sono calate del 40%, mentre i cinema d'essai hanno perso il 15% in un mese. In compenso al multiplex gli spettatori delle pellicole in versione originale si contano sulla dita di una mano.
Liberation 31.1.2001

Il sito di UGC

CINEMA - USA
Tratto da una produzione off-Broadway Hedwig and the angry inch il film vincitore del Sundance film festival

Tratto dall'omonimo musical (un successo di lunga data dell'Off-Broadway newyorkese) e forte di quel look provocante e molto "hip", che caratterizza le produzioni di Christine Vachon (Happiness, Safe...), Hedwig è la storia di Hansel, ragazzino di Berlino Est che si fa operare ai genitali per amore di un soldato che gli promette un futuro roseo negli States. L'operazione non va benissimo ("il pollice arrabbiato" del titolo è ciò che gli rimane del pene) e il militare lo pianta in asso; ma Hedwig, sotto una fantastica parrucca bionda da Farrah Fawcett, è destinato alle glorie del rock'n roll. Rocky horror picture show per le nuove generazioni (con Mitchell che ha una presenza più femminea, seducente, e spiazzante di Tim Curry) Hedwig and the angry inch ha una bella colonna sonora di Stephen Trask.
Il Manifesto 30.1.2001

POLITICHE CULTURALI - ROMANIA
Così muore il cinema Rumeno, tra burocrazia statale e libero mercato

Spiega Mircea Danieluc, nome di punta del cinema rumeno, ad Alpe Adria Cinema che si è tenuto a Trieste: "C'è una legge in Romania fatta apposta per far scomparire il cinema: il 49% della sovvenzione viene dallo stato e il 51% si deve trovare nel settore privato, ma la distribuzione fa in modo di non avere questi anticipi sugli incassi perché i nostri film non sono mai distribuiti in quanto ogni film rumeno proiettato in sala significa un film americano in meno. Quindi non ci sono incassi e non ci sono investitori esteri perché mancano prospettive di guadagno. Quindi non troviamo distributori. Non solo i film rumeni, ma anche i film europei scompaiono di fronte ai film americani di classe B e C. Non vedo film italiani da un'eternità."
Il Manifesto 30.1.2001

Vent'anni d film rumeni a Trieste

Il festival Alpe Adria Cinema (Trieste 19 - 27 gennaio) ha dato la possibilità di vedere venti anni di film poetici, satirici, interpretati da grandi attori, fatti letteralmente con il sangue (la censura ha colpito durissimo) film che non sono più visti neanche in Romania perché le copie non potendosi conservare nel modo giusto si stanno dissolvendo in un rosso sangue, appunto, né tantomeno negli altri paesi dell'est o dell'ovest.
Il Manifesto 30.1.2001

POLITICHE CULTURALI - USA
Alla caccia di 3 miliardi di dollari (6.000 miliardi di lire) in 10 anni per finanziare le nuove strutture per la cultura newyorchesi

La somma è presto fatta: Lincoln Center 1,5 miliardi, Guggenhein 700 milioni, Museum of Modern Art 650, Carnegie Hall 70, Brooklyn Museum of Art 50, milioni di dollari ovviamente. Poi somme diciamo minori per una mezza dozzina di altre iniziative. Da dove verranno tutti questi soldi? I fund raiser sono scatenati da tempo in campagne verso i possibili sostenitori:. il 90% delle donazioni viene dal 10% dei donatori. Su questi si concentrano le attenzioni attraverso lunghi corteggiamenti. Un buon donatore si misura non solo per il denaro che egli può dare, ma anche per quello che può aiutare a raccogliere.
The New York Times 30.1.2001 (*)

ARTE - UK
Macché Turner. Per migliorare il profilo di Margate è meglio Tracey Emin

Il Kent County Council ha deciso di spendere 7 milioni di sterline (21 miliardi di lire) per costruire a Margate un museo dedicato a JMW Turner. Questa iniziativa ha lo scopo di contribuire alla rigenerazione e allo sviluppo economico dell'area. Turner soggiornò a Margate intorno al 1830, e dipinse grandi quadri di tema marinaro. Questo motiva la sua scelta. Ian Martin la trova sbagliata per tre motivi: la sua figura non è controversa; tutti i musei d'Inghilterra sono pieni dei suo lavori; Tracey Emin - esponente di punta della Brit Art - è di Margate. Come non ricordare la sua ricostruzione di una cabina della spiaggia dentro la quale l'artista si è seduta senza mutande? Perché non immaginare di allargare il progetto a, diciamo, 365 cabine sul lungomare? Se desiderate potete esprimere il vostro parere con un voto.
The Guardian 30.1.2001

Per esprime il voto con cognizione di causa: The Hut di Tracey Emin e Peace burial and sea (1842) di JMW Turner

ARTE - UK
Notizie dall'Africa: trans-cultural avant-garde in mostra a Londra

News From the Front: A look at the Transvangarde in 2001 è il titolo di una mostra in corso a Londra dove sono presentati gli inquietanti lavori di 20 artisti di Benin, Papua, New Guinea and Ghana.
London Evening Standard 30.1.2001

DANZA - FRANCIA
Danza hip-hop al Théâtre Jean-Vilar di Suresnes

Cités Danse Variations è una manifestazione dedicata alla danza urbana che propone ai coreografi di produrre performance per danzatori hip-hop. È giunta alla nona edizione.
Liberation 30.1.2001

MUSICA - USA
Lorin Maazel scelto prossimo direttore musicale della New York Philharmnic Orchestra

Per un ingaggio sicuramente superiore ai 1,5 milioni di dollari (3 miliardi di lire) del suo predecessore Kurt Masur, Lorin Maazel si è impegnato a 10 settimane di concerti per la prima stagione, e a 14 settimane per le tre stagioni successive. Egli dirigerà anche l'orchestra in tournée.
The New York Times 30.1.2001 (*)

Una nota crito-biografica sul maestro, violinista e compositore, che non disdegna di interpretare contemporaneamente i tre ruoli, dirigendo una propria composizione della quale suona anche la parte del violino solista.
The New York Times 30.1.2001 (*)

MUSICA - ITALIA
La Federazione delle industrie musicali italiane non c'entra con il prezzi dei CD

"L'argomento prezzi dei cd è estraneo alla Federazione delle industrie musicali: qualsiasi riunione con contenuti commerciali violerebbe le norme sulla concorrenza. Inoltre, le etichette indipendenti sono ampiamente rappresentate (7 su 12), e hanno un voto a testa come le aziende multinazionali." Questa, in sintesi, la risposta che la Fimi ha dato a Claudia Mori.
La Repubblica 30.1.2001

La Clan Celentano lascia la FIMI, Confindustria del disco

Dopo due anni di adesione, la casa discografica fondata da Adriano Celentano lascia la Federazione delle industrie musicali italiane FIMI, constatato lo scarso peso delle etichette indipendenti all'interno dell'associazione e lo strapotere delle major del disco multinazionali. Claudia Mori, amministratore delegato del Clan, si è detta particolarmente delusa per il rifiuto di prendere in considerazione una revisione al ribasso del prezzo dei dischi.
La Repubblica 29.1.2001

CINEMA - MEDIO ORIENTE
Tempi duri per il cinema israeliano e palestinese

Può il cinema aiutare il processo di pace tra Palestinesi e Israeliani? A giudicare dalle discussioni durante il Festival del cinema israeliano in corso a Parigi sembrerebbe di no. I film presentati, siano essi di produzione israeliana o palestinese, non hanno avuto alcun audience nel loro paese di origine.
Le Monde 30.1.2001

MUSEI - MILANO
Apre a Milano presso il Museo della scienza la Città dei mestieri

Quindicimila visitatori nel 2001. È l'obiettivo della Città dei mestieri e delle professioni di Milano che aprirà il primo febbraio al Museo della scienza e della tecnica. Il modello è la rete di centri di orientamento nata in Francia nel 1994 a partire da Parigi, dove La citè des metiers funziona nel parco della Villette. Promotori dell'iniziativa, presentata ieri a Milano sono l'Assolombarda, la Camera di commercio, Comune e Provincia, la Regione Lombardia, la Fondazione Cariplo, le Università degli Studi e Cattolica, il Provveditorato agli studi con la collaborazione dei ministeri del Lavoro e della Pubblica istruzione. 
Il Sole 24 Ore 30.1.2001

MEDIA - ITALIA
RAI si avvicina a Mediaset con l'informazione

L'informazione garantisce alla Rai buone soddisfazioni. Il Tg 1 della sera mantiene il primato e rimane la più consultata fonte d'informazione della popolazione italiana. Il Raggio verde consente a RAI Due di mantenersi sopra la media anche con trasmissioni dedicate all'informazione. L'ente pubblico dovrebbe probabilmente lanciarsi in una strategia di differenziazione, sottolineare la propria unicità e le sue potenzialità inimitabili. Sciuscià, programma di informazione di Rai Due, è arrivato al 30% d'ascolto.
Il Sole 24 Ore 30.1.2001

MEDIA - ITALIA
Dimmi dove abiti e ti dirò come guardi la TV

Una ricerca Makno stabilisce una relazione tra stili abitativi e consumi televisivi. "Il punto oggi non è tanto sapere quante tecnologie si possiedono - dice Mario Abis, direttore generale della Makno - ma come vengono collocate e usate nella casa. Diverso è, per esempio, il livello di attenzione e di empatia con cui si segue un programma tv. Un conto è seguire il Tg in cucina, un altro conto è seguirlo in soggiorno o in camera da letto. Lo stesso vale per uno spot pubblicitario: pensiamo alle variazioni di efficacia a seconda che un messaggio venga fruito in soggiorno o in cucina, da un traget che appartiene a un certo stile abitativo piuttosto che a un altro."
Il Sole 24 Ore 30.1.2001

EDITORIA
Nicholas Negroponte prevede carta digitale riscrivibile

"Oggi molti mi chiedono quale sarà il futuro dei libri. Da questa domanda capisco che chi me la pone non ha capito nulla del mondo della comunicazione. Il problema non è il futuro del libro, ma quello delle parole. Quello su cui dobbiamo riflettere - dice Negroponte direttore del Media Lab del Mit di Boston - è su come verranno mostrate agli occhi e come verranno diffuse nell'era digitale. Il libro è stato finora il mezzo ottimale, ma probabilmente siamo davanti alla nascita di nuove forme di diffusione delle parole. Avremo una carta non solo riscrivibile, ma addirittura trasformata in active display in grado di ricevere informazioni, così come succede ora per i telefoni cellulari. La carta diventerà un medium elettronico su cui stampare. Stampare rimarrà una parola chiave, quello che cambierà sarà il modo di farlo e i medium, la carta e gli inchiostri. Ci sarà un'integrazione tra diversi tipi di stampa: quella dei documenti e quella dei circuiti elettronici che consentiranno a questi documenti di essere completamente riscrivibili."
Il Sole 24 Ore 30.1.2001

EDITORIA - FRANCIA
Stop ai quotidiani gratuiti a Parigi

Metro, editore svedese, non ha avuto il permesso di occupare il suolo pubblico installando i distridutori di giornali. Tutto rimandato a dopo le lezioni municipali nella capitale l'11 marzo. France-Soir, acquistato dal gruppo italiano Poligrafici editoriale, non sa decidersi se stampare un quotidiano gratuito o farlo pagare 2 -3 franchi.
Liberation 30.1.2001

DANZA - FRANCIA
Meno stato più libertà. La nuova danza francese chiede spazi

Senza nulla togliere ai centri coreografici nazionali (CNN), depositari della tradizione, i coreografi francesi chiedono di poter disporre di luoghi ove produrre spettacoli che uniscano alla danza i contributi degli artisti di altri settori o di discipline come le scienze umane e quelle esatte. Esperimenti sono in corso a Rennes e Poitiers dove sono nate strutture flessibili e mobili, nelle quali il confronto con il pubblico è più coinvolgente rispetto a quelle tradizionali. Gli artisti rivendicano la libertà di creazione e di rispetto dei propri tempi creativi. Cose che male si conciliano con il più rigido approccio dello stato alla cultura.
Le Monde 29.1.2001

CCN: un caso di ordinaria spartizione burocratica

Accentratori e poco aperti alle novità: queste le caratteristiche dei centri coreografici nazionali.
Le Monde 29.1.2001

MUSEI - MILANO
Nel 2005 il nuovo museo di arte moderna a Milano

Il Civico museo di arte contemporanea CIMAC occuperà l'edificio dell'Arengario del Piazza Duomo. 3.000 opere della collezione del Novecento saranno esposte su 5.000mq. La parte museografica è stata preparata da Maria Teresa Fiorio, direttore delle raccolte civiche. Il concorso di progettazione del museo si chiuderà il 28 marzo. L'incarico probabilmente sarà affidato a giugno. Ci vorrà un anno per il progetto esecutivo. L'appalto è previsto nel 2002 e l'apertura nel 2005. Sono invece già in corso i lavori di ristrutturazione dei gasometri nel quartiere Bovisa che ospiteranno il Museo del presente dell'estate del 2002. Essi saranno attrezzati come due grandi Kunsthalle per un totale di circa settemila metri quadrati. E' qui che si svilupperà l'arte contemporanea. La collezione di Bovisa Contemporary verrà creata grazie alla mostra-concorso quinquennale Milano Europa, dotata di un corposo premio di 400 milioni. L'edizione 2000 si terrà alla Triennale con la partecipazione di 133 artisti scelti da sedici curatori europei, dall'Islanda ai Balcani dalla Russia alla Germania all'Italia. Essa è organizzata in collaborazione con i musei di Parigi, Lione, Düsseldorf.
La Repubblica 29.1.2001

Speciale Milano

MUSEI - BERLINO
Sabato notte musei aperti fino alle 2 del mattino

Due volte l'anno, l'ultimo sabato di gennaio e l'ultimo di agosto, i musei berlinesi sono aperti fino all'alba. All'iniziativa hanno aderito 70 musei.
El Pais 29.1.2001

MUSEI - LONDRA
La Royal Academy of Arts si espande acquistando lo stabile che ospita il Museum of Mankind

La sezione di antropologia del British Museum traslocherà nel 2005 nella sede del museo appena rinnovata. L'edificio, di proprietà governativa, è stato acquistato per 7.3 milioni di sterline (23 miliardi di lire) dalla RA per dare spazio ad un programma di espansione del valore di 58 milioni di sterline (180 miliardi di lire).
The New York Times 29.1.2001 (*)

ARTE - LONDRA
La storia City Racing, dove è iniziata la corsa della Brit Art

Tutto cominciò nel 1988, quando gli artisti Keith Coventry and John Burgess occuparono un negozio sfitto vicino a Oval Cricket, a Londra. Da allora, City Racing iniziò a diventare uno spazio espositivo per giovani artisti che negli anni del tacherismo imperante cercarono di reagire con l'iniziativa imprenditoriale al drammatico taglio dei fondi pubblici per le arti. Due mostre ne ricordano la storia.
Electronic Telegraph 29.1.2001

TEATRO - UK
Chi fa da sé fa per tre: per avere successo è meglio mettere su la propria compagnia

Quando i giovani attori e registi escono dalla accademia, o accettano qualsiasi cosa venga loro proposto, o non lavorano affatto. Tuttavia, esiste una terza via: mettere su una propria compagnia, scegliendo i propri attori e collaboratori. Così ha fatto con successo Multistorey Theatre Company, formata dagli attori Megan Whelan, Andrew Ratcliffe, Heather Burton e dal regista Kate Schofield, tutti diplomati negli ultimi due anni.
The Times 29.1.2001

MUSICA
Bertelsmann: da giugno Napster si paga

Thomas Middelhoff, amministratore delegato della Bertelsmann, che è partner di Napster: "Da giugno partirà la sottoscrizione - ha detto Middelhoff in un dibattito del World economic forum di Davos - il consumatore è pronto per pagare".
La Repubblica.it 29.1.2001

MUSICA - SCOZIA
Edinburgh Contemporary Arts Trust: i quattro cavalieri della musica contemporanea

Ecat opera da 20 anni durante i quali ha commissionato 60 nuove composizioni da musicisti contemporanei, allargando la propria attività oltre i confini della musica classica, e spaziando nel jazz, nella musica da camera contemporanea e organizzando festival specialistici. Quattro le persone che la governano: tre direttori artistici - i compositori Peter Nelson e Geoffrey King che lo hanno fondato, e James MacMillan manager culturale - e un responsabile organizzativo, Hazel Sheppard. Ecat riceve un finanziamento anno di 33.000 sterline (100 milioni) dallo Scottish Art Council.
The Electronic Herald 29.1.2001

MUSICA - USA
È la New York Philharminic Orchestra pronta per un direttore americano?

Continua impietoso il tormentone riguardo al nuovo direttore della orchestra newyorchese. Il critico del New York Times Anthony Tommasini ripercorre le vicende della successione a Kurt Masur quale direttore musicale. La sua cura sarà (stata) sufficiente a preparare la compagine per la bacchetta di Lorin Maazel, il più probabile dei candidati?
The New York Times 29.1.2001 (*)

CINEMA - USA
Troma Entertainment resiste grazie a DVD, fumetti, televisione e merchandising

La Troma di Lloyd Kaufman ha iniziato a produrre B movie e film soft core negli anni '70 per i cinema di provincia ma, quando questi hanno chiuso, non è sparita come tutte le case di produzione analoghe. Troma ha continuato la sua attività sfruttando non solo diversi canali di distribuzione nelle sale, ma soprattutto puntando sulle videocassette e ora sui DVD, per i quali ha preparato versioni epurate dei film in modo da non incorrere nel divieto per i minori. Accanto a questi, Kaufman ha anche sviluppato diversi website, e le strutture per la realizzazione del packaging, dei poster, di produzioni televisive. Nell'intervista egli se la prende con le major, responsabili di soffocare con i loro prodotti il mercato. Un esempio: la catena di videonoleggio Blockbuster, naturalmente ostile ai Torma film.
Salon 29.1.2001

Il sito della Troma, e del Tromadance, festival concomitante con il Sundace Film Festival, al quale fa il verso. I più coraggiosi possono fare un Tromatour.

MEDIA - USA
Temptation island non tenta gli inserzionisti

Il reality show Temptation Island prodotto dalla Fox mette in scena alcune coppie rodate, ma non sposate, alle prese con le tentazioni di alcuni single seduttivi e tentatori. Nonostante il successo tra il pubblico giovane, gli spazi pubblicitari durante il programma sono rimasti invenduti, o sono stati piazzati a prezzo di realizzo. Potrebbe essere che i reality show sono un format televisivo meno appetibile per gli inserzionisti rispetto a trasmissioni più tradizionali?
The New York Times 29.1.2001 (*)

 

 

N.B.: Gli articoli del New York Times sono disponibili registrandosi gratuitamente.

 
torna all' inizio della pagina
per saperne di più