Il lavoro autonomo di seconda generazione.
Scenari del postfordismo in Italia
a cura di Sergio Bologna e Andrea Fumagalli
Feltrinelli 1997


La presentazione dell'Editore

Negli ultimi quindici anni è emersa in misura sempre più evidente una graduale e per certi versi inarrestabile trasformazione delle forme del lavoro dipendente e salariato in lavoro indipendente e autonomo. E' un processo che riguarda non soltanto l'Italia, e segnatamente le zone a maggiore e rapido sviluppo economico (Nordest, Lombardia, Emilia Romagna) ma più complessivamente i paesi maggiormente industrializzati e i paesi ex socialisti.
Solo ultimamente l'attenzione dei sociologi del lavoro ha cominciato a descrivere il fenomeno, facendo seguito al dibattito che attraversa la giurisprudenza del lavoro che prima ha cercato di definire nuovi strumenti categoriali, utili a dirimere le innumerevoli cause esplose con la messa al lavoro di questi nuovi soggetti sociali.
Tuttavia, questo non è un problema che riguarda soltanto l'epoca presente, come spesso si è detto e scritto. Già negli anni venti la grande sociologia tedesca delle classi aveva svolto delle analisi significative, supportate da inchieste e indagini statistiche.
Di tutto questo e degli aspetti generali del fare oggi impresa, reticolare e globale, locale e generale, questo libro offre una panoramica completa e problematica.

I curatori

Sergio Bologna ha insegnato storia del movimento operaio e della società industriale in varie università. Fa parte del comitato scientifico della Fondazione di Amburgo per la storia sociale del XX secolo e della Fondazione "Luigi Micheletti" di Brescia. E' presidente della Libera Università di Milano e del suo Hinterland "Franco Fortini".
Andrea Fumagalli è ricercatore di economia politica presso l'università di Pavia e docente di economia internazionale presso l'università di Varese.

L'indice

I PARTE: Aspetti teorici del postfordismo

CAPITOLI
  1. Sergio Bologna: Dieci tesi per la definizione di uno statuto del lavoro autonomo
  2. Christian Marazzi: Il lavoro autonomo nella cooperazione comunicativa
  3. Sergio Bologna: Per un'antropologia del lavoratore autonomo
  4. Andrea Fumagalli: Aspetti dell'accumulazione flessibile in Italia

II PARTE: La realtà statistica, industriale e giuridica del lavoro autonomo in Italia

CAPITOLI
  1. Fabio Rapiti: Lavoro autonomo, lavoro indipendente e mobilità: un quadro statistico sull'Italia
  2. Loretta Ricci: Il lavoro che cambia
  3. Fiorenza Belussi: Il capitalismo delle reti. Stabilità e instabilità dei corporate network nel settore della subfornitura del tessile-abbigliamento veneto
  4. Bruno Anastasia e Paolo Guerra: L'artigianato: tra imprenditorialità, autonomia e dipendenza
  5. Paolo Perulli, Charles F. Sabel: Rappresentanza del lavoro autonomo e coordinamento economico. Il caso degli enti bilaterali dell'artigianato
  6. Cristina Morini: Lavoro autonomo e settore editoriale: la parabola di una professione
  7. Ivan Ciconi: I paradossi della professione postfordista nel comparto costruzioni
  8. Giuseppe Bronzini: Postfordismo e garanzie: il lavoro autonomo

L'estratto

L'estratto che diamo, per gentile concessione di Feltrinelli, è parte del primo Capitolo e tratta della percezione dello spazio e del tempo da parte del lavoratore autonomo.