La storia di Joseph Paul Jernigan
di Pino Corrias


(Pino Corrias, Ghiaccio blu, Baldini&Castoldi 1997, pp.9-16)

Si chiamava Joseph Paul Jernigan. Lo hanno giustiziato con l'iniezione letale dopo dodici anni di segregazione nel braccio della morte del carcere di Huntsville, Texas.
Il suo corpo - congelato, tagliato, digitalizzato - è diventato il calco dell'anatomia umana, la sua mappa più completa.
Ma era un corpo senza storia, perché di Jernigan, prima della sua sepoltura nel computer, non si sapeva nulla.
Pino Corrias ha ricostruito la sua storia. E l'ha raccontata in un libro: Ghiaccio blu. L'assassino sepolto nel computer Baldini & Castoldi 1997.
La presentazione editoriale del libro è di Oreste del Buono e si può leggere qui di seguito.
 
Una sera di un paio di anni fa, a New York, in un ristorante indiano su Central Park, un giornalista italiano sente parlare per la prima volta di Joseph Paul Jernigan.
Joseph Paul Jernigan era un assassino assassinato dopo dieci anni di detenzione nel braccio della morte. Non era una notizia straordinaria in America, ma lo straordinario era che Jernigan, dopo la sua morte, era stato congelato, segato, affettato per farne l'atlante computerizzato del corpo umano.
Ma era un corpo senza storia perché di Jernigan, della sua prima vita, non si sapeva nulla.
Da quella sera Pino Corrias è stato ossessionato dall'irrealtà e disumanità di un tale rito compiuto in nome della scienza, e non ha avuto più pace sinché non ha cercato una spiegazione rifacendo a ritroso IL cammino di Joseph Paul Jernigan. Difficile spiegazione, ma viaggio necessario nell'inferno dei bracci della morte, dei pareri ostili di chi permette, di chi vuole, di chi non vorrebbe, di chi non accetta la pena capitale.
A Pino Corrias non è bastato il talento di inviato speciale, è divenuto di pagina in pagina sempre più scrittore nitido e feroce. L'inchiesta giornalistica è diventata un romanzo irresistibile di furore e pietà, soprattutto di pietà, che coinvolge il lettore e lo pone davanti a una scelta.
(Oreste del Buono)