M a i l   A r t
Visita al MAGAM, Mail Art Gallery And Museum di Fermo

 
Nel 1962 un trasgressivo ed estroverso artista americano, Ray Johnson, pens˛ di dare all'arte postale un'indirizzo autonomo, estraendola dal movimento "Fluxus" di cui era uno dei tanti aspetti.
Ray Johnson, dopo aver inviato per posta i suoi lavori in tutto il mondo, fond˛ per parodia, in risposta alla "New York School of Abstract Expressionist Corrispondence", la "New York Corrispondance School of Art" ove raccoglieva gli elaborati dei corrispondenti con i quali comunicava attraverso il media postale. Di conseguenza buste, timbri, francobolli, adesivi ecc. diventarono parte integrante di questo tipo di comunicazione.


Anna Boschi
1962-1992: 30 anni di arte postale
(in omaggio a Ray Johnson)

Ruggero Maggi "S.O.S. Mail Art"
Installazione
Villa Fanna Villorba (TV) - 1989
La risposta a questa originale iniziativa fu immediata e si form˛ una vera e propria rete artistica internazionale di Mail artisti che, utilizzando il mezzo postale, si cimentano in qualsiasi disciplina dell'arte contemporanea.

Per conoscere la Mail Art, vi proponiamo di visitare un museo elettronico italiano, il MAGAM, fondato nello spirito della Mail Art per diffondere il messaggio di estrema libertÓ e di comunicazione che la comunitÓ internazionale dei mail artisti propone da tempo con i suoi progetti di arte postale.

Logo MAGAM

Mail Art Gallery And Museum

Qualche indicazione su come visitare il sito:

Il Glossario dÓ alcune schede sintetiche sulle varie correnti artistiche che hanno contribuito allo sviluppo della Mail Art: "Fluxus" "Happening" "Land Art" "Poesia Visiva".

Nella Libreria potete trovare testi, articoli e riviste pervenuti al MAGAM, dedicati alla Mail Art. Per chi non conosce questo movimento i testi elencati sotto possono dare una indicazione di come si Ŕ formata la Mail Art e dei suoi principali protagonisti.

Anna Boschi
Centenario
dell'invenzione
della radio:
Guglielmo Marconi
  • La Celebrazione Funebre di Ray Johnson di Furio Colombo.
  • Arte senza Frontiere di Anna Boschi.
  • Lista dei partecipanti al progetto "Remembering Giulietta" di Anna Boschi.
  • Un Network di Scintille di Vittore Baroni.
  • Cani Sciolti nella Mail Art di Vittore Baroni.
  • Nuove RealtÓ nell'Arte di Emilio Morandi.
  • Net Informer 77 di Andrea Ovcinnicoff.
  • Net Informer 78 di Andrea Ovcinnicoff.
  • Net Informer 79 di Andrea Ovcinnicoff.
  • Arte Postale! di Vittore Baroni (testo in inglese).
  • Ray Johnson Raymember di Vittore Baroni (testo in inglese).
  • Who's Lt. Murnau? di Vittore Baroni (testo in inglese).
  • Sul Congresso "Arte Senz'Abiti" di Gianni Broi (testo in italiano).
  • SPROL.O.O.Q.UIO di Luther Blissett (testo in italiano).

Guglielmo Achille Cavellini
Opere d'arte di Cavellini da incorniciare ed appendere, 1990, cm38x28

Il Museo e la Galleria raccolgono profili e immagini di mail artisti italiani e stranieri, progetti e avvenimenti, le proposte dei giovani artisti.
In particolare si trovano opere di Guglielmo Achille Cavellini, Ruggero Maggi, Anna Boschi, Giovanni Strada, Vittore Baroni, Marcello Diotallevi, Emilio Morandi, Nicola Frangione, e il progetto Mail Art di Anna Boschi dedicato ai 100 anni della radio.

Per altre informazioni su Ray Johnson e sulla Mail Art, si pu˛ raggiungere questo sito:
http://www.echonyc.com/~panman/
dove si trova una Illustrated Introduction to Ray Johnson, 1927-1995, by Mark Bloch.



Foto di Ray Johnson negli anni sessanta
scattata dal suo intimo amico Toby Spiselman,
tratta da un libro di un altro suo caro amico e collezionista,
William S. Wilson.