Gina Kolata
Cloni

Raffaello Cortina Editore 1998
 
La nascita di Dolly, il "primo clone" della storia, per alcuni avrebbe consegnato nelle nostre mani il segreto della creazione. Poche altre scoperte hanno sollevato tanti dilemmi scientifici ed etici, aprendo scenari così inquietanti. Come capita non di rado nella scienza e nella tecnologia, anche la vicenda della clonazione è stata disseminata di imbrogli, di scoperte fasulle, di esperimenti truccati, di annunci clamorosi poi smentiti.
Questo libro ricostruisce la lunga marcia verso la clonazione nonostante lo scetticismo di una parte consistente della comunità scientifica. Nella retorica dei media, il primo belato di Dolly si è amplificato fino a rimbombare come il Tuono di Los Alamos. Quanto è breve il passo dalla pecora all'uomo? Come dice uno degli scienziati intervistati da Gina Kolata, prima o poi gli esseri umani verranno clonati intenzionalmente ma "allora non si userà più la parola clonare". Basterà questo pudore linguistico a tranquillizzare le coscienze?

Gina Kolata ha collaborato alla rivista Science prima di passare al New York Times una decina di anni fa. Ha studiato matematica e microbiologia e ha vinto numerosi premi per la sua attività di giornalista scientifica.

Return