la rivista di 










Corsica a una svolta
di Lorenza Sanna
















 

A conclusione di un anno drammatico, che ha visto ad agosto l'uccisione di Jean-Michel Rossi, uno dei leader storici del movimento nazionalista da cui aveva preso le distanze, e a settembre le dimissioni del ministro francese degli Interni, Jean-Pierre Chevènement, motivate proprio dalla sua opposizione al progetto di concedere alla Corsica un'autonomia legislativa, la Corsica attende a breve la decisione finale. Entro la fine di novembre il progetto di legge, nato dagli accordi di Matignon e messo a punto dal successore di Chevènement, Daniel Vaillant, dovrebbe concludere il suo iter, ma già si preannuncia una battaglia in Parlamento.

Non è facile dall'Italia capire quello che succede in un'isola così vicina a noi geograficamente e storicamente, ma così particolare e così divisa anche al suo interno. Chi c'è andato in vacanza quest'estate si è forse accorto delle scritte sui muri e dell'intensa militarizzazione, soprattutto nei pressi di Île-Rousse, dove è avvenuto l'attentato a Jean-Michel Rossi e alla sua guardia del corpo Jean-Claude Fratacci e dove, un meso dopo, è stato ucciso anche il gestore del bar che è stato teatro dell'omicidio.

  Non è facile orientarsi tra i vari gruppi nazionalisti e seguirne l'evoluzione, ma sicuramente qualcosa è cambiato anche al loro interno se in un anno alcuni leader si sono clamorosamente distaccati e si è arrivati a un'escalation delle lotte interne.
E uno dei personaggi chiave di questa svolta era proprio Jean-Michel Rossi, che poco prima delle morte aveva pubblicato il libro "Pour solde de tout compte", scritto insieme a François Santoni, capo storico del gruppo Cuncolta-Flnc Canal historique, in cui si denunciano contatti tra i movimenti nazionalisti, cosche mafiose e trafficanti d'armi.
  Per chi voglia farsi un'idea della situazione attuale, proponiamo qui due dossier in rete.
Il primo è di Liberation e si intitola "Quel avenir pour la Corse?". Frequentemente aggiornato, riporta i fatti degli ultimi mesi e una serie di link a siti (per esempio quelli di alcuni gruppi autonomisti), documenti in Pdf (i testi del dibattito in Parlamento) e libri.

Il secondo dossier è di amnistia.net, che in una serie di articoli ripercorre gli avvenimenti recenti a partire dall'ottobre 1998. In quello intitolato "Corse: l'Etat e la vendetta", del 21 agosto, viene citata un'intervista rilasciata da François Santoni a Figaro Magazine e potete leggere una pagina del libro scritto da Santoni e Rossi, "Pour solde de tout compte".

Nel sito della federazione del Parti Radical de Gauche, trovate le proposte del governo sottoposte da Jospen ai rappresentanti corsi il 20 luglio 2000.



Infine, per capire l'attualità non si può prescindere dalla storia passata.
La Corse, Son Histoire la ripercorre dalla preistoria al giorno d'oggi, passando per miti e leggende, i personaggi famosi e le città.