la rivista di 

























Libri di fuori Scienze Scienze umane Biografie

The Social Construction of What?
di Ian Hacking

Ian Hacking, che insegna filosofia all'Università di Toronto, propone con questo saggio un utile bilancio sul dibattito in corso a proposito dell'idea di "costruzione sociale". L'argomento è spinoso, e ha portato Alan Sokal, professore di Fisica alla New York University, a parlare perfino di "guerre di scienza" o "guerre culturali" fra filosofi e scienziati. Non essendo di parte, Hacking ha dato voce a entrambe le posizioni, cercando di delinearne le principali convinzioni.
La costruzione sociale - si legge - è un approccio che ha modificato il nostro modo di vedere le cose e ha permesso alcune "liberazioni": per esempio, riconoscere la parte dovuta alla costruzione sociale del cosiddetto "istinto" materno è stato importantissimo per l'emancipazione delle donne. Questo approccio ha però generato anche paure, come quella del revisionismo e ha generato molte metafore, in qualche caso troppo inflazionate.
Si tratta quindi di un saggio a tutto tondo sul costruzionismo (sociale) applicato in vari ambiti, dalla definizione dei quark fino alla pedofilia. Non è di facile lettura, a causa dell'approfondimento filosofico assolutamente necessario per affrontare un tale tema in maniera convincente.

torna indietro