la rivista di 










Tra cabala e alambicchi
l'alchimia in rete

di Fabio Paracchini















L'alchimia, l'arte ermetica della trasformazione, ha una storia che va dall'antica Cina agli alessandrini, per arrivare ai giorni nostri. Non è difficile ripercorrerla in rete.

Lo fa per esempio il sito Alchymicum, che - introdotto dal motto "Aurum nostrum non est aurum vulgi" ("Il nostro oro non è l'oro del volgo") - traccia con notevole semplicità espositiva e raffinatezza grafica una panoramica sulla storia, le fasi, l'opera e il simbolismo alchemico, concentrando l'attenzione su alcuni elementi di base dell'"opera al nero": l'aria, l'acqua, lo zolfo, il mercurio, il sale, il fuoco, la terra.

 
Alchimia cinese  

 

Più esotico il tema trattato da un ottimo saggio di Fabrizio Pregadio (docente di filosofia cinese alla facoltà di Filosofia dell'università di Berlino), Aspetti rituali dell'alchimia cinese, ospitato dal sito The Golden Elixir - Resources on Chinese Alchemy, dove si può trovare anche - in inglese - una breve introduzione all'alchimia cinese.
Una bibliografia molto estesa sull'alchimia cinese può essere invece scaricata da questo sito australiano.

 
Le basi dell'alchimia  


Se prima preferite però chiarirvi le idee (magari con dei testi in italiano) sui termini di base utilizzati nelle discussioni alchemiche e sui personaggi che hanno fatto la storia di questa pratica, vi consigliamo due pagine curate da Michela Pereira: il glossario alchemico e le minibiografie fondamentali (da Alberto Magno a Zosimo).

Sempre in italiano potrete leggere online un affascinante saggio dedicato alla vita e all'opera di Giuseppe Francesco Borri, alchimista e profeta messianico milanese vissuto intorno alla metà del Seicento.

È invece in inglese un breve saggio sul rapporto tra Paracelso e l'alchimia scritto da Alex Soojung-Kim Pang.

Ve la cavate meglio con il francese? Eccovi un sito che proprio nella lingua di Voltaire cataloga e propone una considerevole quantità di testi alchemici, quasi sempre corredati da ottime immagini tratte da libri antichi.

Se invece volete provare a fare gli alchimisti in prima persona, quello che vi serve per iniziare è un elenco di piante che contengono metalli planetari.
E' una pagina che fa parte di un intero web dedicato all'alchimia, che raccoglie immagini di manoscritti rari, come lo Splendor Solis del XVI sec., degli strumenti e dei simboli alchemici, e propone anche una versione animata del processo alchemico, tratta dal manoscritto Crowning of Nature, che potete scaricare sul vostro computer.

Segue

 
Nell'immagine a destra, un ritratto di Paracelso