la rivista di 










Dylan.net















 

Nella caffetteria della libreria Powell, tre ragazzini con i capelli a punta e gli skateboard sottobraccio stanno leggendo Interview e discutono della scena musicale. La conversazione si ferma su Robert Zimmerman, ovvero Bob Dylan. Uno dice: "Non capisco perché ha abbandonato il cognome Zimmerman. Tutti i tipi più fighi che conosco si chiamano Zimmerman." E il suo amico: "Sì, da grande voglio cambiare cognome e chiamarmi Zimmerman."

 

Questo Ŕ solo uno dei moltissimi tranche de vie raccolti in un saggio - peraltro molto interessante anche a prescindere dall'aspetto aneddotico - sul rapporto tra Bob Dylan e l'ebraismo, intitolato Tangled Up In Jews, pubblicato nel 1991 dal Washington Jewish Week e ora disponibile in rete all'indirizzo:
http://www.well.com/user/yudel/Dylan.html
(tra le varie curiositÓ che potrete scoprirvi spicca il nome ebraico di Dylan, Shabtai Zisel ben Avraham v'Rachel Riva).

Ma i siti che Internet dedica a Dylan sono davvero migliaia, e il recente tour mondiale del veterano del folk-rock ha contribuito a farne ulteriormente aumentare il numero. In prima fila ci sono i siti di pi¨ utility:

le raccolte degli accordi di tutte - o quasi - le sue canzoni: http://www.uvm.edu/~ksherloc/dylan/
una bibliografia dylaniana di completezza impressionante e maniacale precisione:
http://www.nettaxi.com/dcitizens/scales/
una timeline biografica del cantante ricca di notizie e immagini:
http://www.new-pony.com/timeline.html

Segue