la rivista di 










Arte e genoma
di Fabio Paracchini















L'arte transgenica di Eduardo Kac
http://www.ekac.org/transgenic.html

 

Eduardo Kac è uno dei più noti ricercatori delle nuove direzioni dell'arte contemporanea tra tecnologia, biologia e creazione. Ne è un esempio il suo progetto Genesis, un'opera d'arte transgenica che esplora le relazione tra biologia, sistemi di credenze, tecnologie dell'informazione, interazione, etica e Internet. L'elemento chiave del lavoro è quello che l'autore ha definito gene d'artista, ovvero un gene sintetico inventato da Kac traducendo una frase tratta dalla Genesi in codice Morse e convertendo poi il Morse in coppie base di DNA. A partire da questo DNA verrà in seguito creata una nuova proteina, per poi proseguire lungo la catena della creazione della vita.

Una recensione del progetto Genesis scritta da Gerfried Stocker, direttore artistico dell'Ars Electronica Festival.

Sempre a opera di Eduardo Kac è possibile leggere il saggio Internet e il futuro dell'arte sul sito di parol, la rivista di epistemologia ed estetica dell'Università di Bologna.

"Le nuove tecnologie mutano la nostra percezione culturale del corpo umano, da sistema naturale autoregolato a oggetto controllato artificialmente e trasformato elettronicamente. (…) Gli sviluppi paralleli di tecnologie mediche quali la chirurgia plastica e le neuroprotesi ci hanno consentito di estendere questa plasticità immateriale ai corpi reali. (…) Più che rendere visibile l'invisibile, l'arte deve spostare la nostra attenzione su ciò che resta saldamente nascosto alla vista ma che nondimeno ci influenza direttamente. Due delle più rilevanti tecnologie che operano al di là della visione sono gli impianti digitali e l'ingegneria genetica. (…) L'arte transgenetica è una nuova forma d'arte basata sull'uso di tecniche dell'ingegneria genetica per trasferire geni sintetici in un organismo o per trasferire materiale genetico naturale da una specie all'altra, creando esseri viventi unici. La genetica molecolare consente all'artista di progettare il genoma vegetale e animale e creare nuove forme di vita."

Eduardo Kac

Insomma: l'idea è quella di creare una forma d'arte che il pubblico possa portarsi via con sé, crescere nel giardino di casa o allevare nel proprio salotto. Certo, si tratta di un'operazione artistica dall'impianto assai suscettibile di discussione da un punto di vista etico-morale, ma proprio questo ne è l'elemento propulsore di fondo. Se è vero che ogni giorno nel mondo scompare in modo irreversibile una specie animale, il suggerimento degli artisti transgenetici è quello di contribuire all'aumento della bio-varietà globale inventando nuove forme di vita.

Segue