Rassegna della stampa
che cosa si dice un autore, di un libro, a partire da un libro

      

a proposito di
FERNANDO PESSOA
Il marinaio. Dramma statico in un quadro
traduzione di Antonio Tabucchi
Einaudi, pagine 65, lire 10.000


Avvertenza: nel sito del Corriere gli articoli pubblicati negli ultimi sette giorni sono consultabili liberamente. Volendo accedere al motore di ricerca, anche per articoli pubblicati in precedenza, si seguano le istruzioni in http://www.corriere.it/corriere-online/globnet2.htm

 

a proposito di
Célébrissime il y a un siècle, le philosophe, sociologue, psychologue, criminologue Gabriel Tarde sort à peine de l'oubli. Il influença Bergson, disputa à Durkheim le titre de fondateur de la sociologie, polémiqua avec Lombroso et mit le désir et la différence au centre de son analyse du lien social.

Con una conversazione - "Contre Durkheim et son école" - sempre a cura di Jean Baptiste-Marongiu con Eric Alliez, responsabile dell'edizione in Francia delle opere di Tarde.

Nella sezione "Chapitre un" c'è un estratto da
"Monadologie et Sociologie", Institut Synthelabo, 150 pp., 84 F.
che comincia così:
"Exister c'est différer, la différence, à vrai dire, est en un sens le côté substantiel des choses, ce qu'elles ont à la fois de plus propre et de plus commun."