1998

Da vicino nessuno è normale 11 giugno - 30 agosto 1998

Con 70 appuntamenti culturali è riconosciuta come una delle rassegne estive più significative dell'area milanese.
Teatro, vengono ospitati spettacoli di grande prestigio. Una delle compagnie più discusse del panorama italiano, la Societas Raffaello Sanzio, debutta a Milano con Buchettino: una favola per adulti e bambini raccontata a 50 spettatori coricati in 50 lettini. Ci sono Moni Ovadia, Lella Costa, Marion D'Amburgo e Sandro Lombardi. Il Laboratorio Teatro Settimo continua la sua collaborazione con lo spettacolo Passione con Laura Curino.
La musica vede protagonisti due eventi: Modena City Ramblers e letture cubane, a cura di Danilo Manera, e Mau Mau in Mauleria, happening di musica e racconti. La consolidata esperienza del Bloom ci propone: Paolo Bonfanti Blues Band, Vincenzo Zitello in trio, Costance Foster.
Al cinema è dedicato un ampio spazio con 3 rassegne: Equilibriste di fine secolo, Incubi di pace e Cattivi pensieri.
Festival di poesia, Versi di fine estate a cura di Giancarlo Majorino. 12 poeti italiani presentano in persona i loro versi.

Altri eventi arricchiscono la lunga estate: 2 convegni sull'auto-aiuto e sull'impresa sociale. Una settimana di attività sulla pace con la partecipazione di volontari di tutto il mondo. Laboratori permanenti per bambini. L'inaugurazione del maneggio al Pini e infine un torneo di calcio con squadre dei quartieri circostanti.

Hanno sostenuto l'iniziativa: Commissione Europea Direzione Generale V, Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale, Provincia di Milano, Comune di Milano, ASL 1 Città di Milano, Azienda Ospedaliera Niguarda Ca' Granda, Enaip Lombardia, Lavorint Consorzio Imprese Sociali Milano, Caritas Ambrosiana e tanti altri.
Sponsor principali: Banca Popolare di Milano, Winterthur, Smemoranda

Comunicazione: L'iniziativa ha avuto un ottimo eco sulla stampa locale con una presenza quotidiana ed alcune uscite su periodici nazionali. Le TV e le radio locali erano presenti per alcuni eventi principali. Sono stati stampati 30.000 libretti di programma, 3000 locandine e 4000 manifesti. Spot pubblicitari su radio locali. La conferenza stampa si svolgeva a Palazzo Marino in presenza dei rappresentanti delle istituzioni pubbliche.


1997

Da vicino nessuno è normale 20 giugno - 10 agosto 1997

L'estate '97 risponde ad un bisogno di dare continuità alle iniziative culturali e di promuovere le imprese sociali: Bar Jodok e Libreria Sogno di mezza estate.
Si costruiscono collaborazioni con professionisti dei più diversi ambiti dello spettacolo, del cinema e della musica.

Il cinema offre una rassegna dedicata ai Monty Pyton. Si crea un ponte con alcuni tra i più importanti festivals di cinema che propongono al Pini film ancora inediti a Milano.

Il teatro è la vera rivelazione di "Da vicino nessuno è normale". Alcune compagnie tra le più interessanti del panorama italiano decidono di investire e rischiare portando gli spettacoli di maggior successo in una rassegna ancora pressoché sconosciuta e la scommessa è vinta.
Marco Paolini torna al Pini dopo il successo di Vajont con lo spettacolo Adriatico. Laboratorio Teatro Settimo è presente con tre spettacoli: Novecento con Eugenio Allegri regia di Gabriele Vacis, Olivetti con Laura Curino regia di Gabriele Vacis e In risaia con Lucilla Giagnoni.
Il Centro teatrale Bresciano presenta Schifo con Graziano Piazza regia di Cesare Lievi. Zelig Cabaret è presente con i suoi cabarettisti alla serata inaugurale.

La musica apre nuove collaborazioni: Bloom e Container con proposte che vanno dalla world music al funky, dal reggae al blues. Sono nostri ospiti: Vincenzo Zitello, Paolo Bonfanti Blues Band, Malfunk, Elefante Bianco e molti altri.

La libreria Sogno di mezza estate si propone come luogo di incontro, invitando alcune tra le librerie più significative del panorama milanese a raccontare la propria storia.

Sostengono l'iniziativa: la Provincia di Milano, il Comune di Milano, USSL 37 e 39.
Sponsor ufficiali: Banca Popolare di Milano, Centrale del Latte.


1996

Sogno di mezza estate 3 - 9 giugno 1996

Dicembre 1995: nell'ambito del convegno europeo alla Camera di Commercio di Milano su Cooperazione, partnership e impresa sociale si cerca un modo per sperimentare il concetto di partnership in un progetto comune. Nasce l'idea di una festa cittadina.
Sogno di mezza estate è una festa costruita da un gran numero di organizzazioni del privato e del sociale: professionisti, studiosi, creativi, operatori e ospiti dell'ex O.P. Paolo Pini che lavorano volontariamente con l'idea che il percorso di organizzazione è importante quanto il risultato.

Più di 20.000 persone invadono pacificamente l'ex manicomio di Milano. Vengono inaugurati il bar Jodok, la libreria Sogno di mezza estate, il noleggio biciclette Il Biciclo.

Musica: i concerti sono a cura di Arezzo Wave; il più importante festival rock italiano. Su un palcoscenico grande allestito nel campo sportivo per tre giorni, suonano: La Crus, Afterhours, Ottantottotasti, Ritmo Tribale, Mag Mell, Scisma, Nervitesi, Fam. Rossi.
Su un altro palcoscenico, allestito accanto al bar Jodok, si susseguono le band rock giovani di Rockerellando in collaborazione con i Centri Giovani del Comune di Milano.
La rassegna "Suoni e visioni" promossa dalla Provincia di Milano propone i concerti di:Tiziano Tononi and The Woodblocks e Gianluigi Trovesi.

Video: una sezione dedicata ai video comprende una Panoramica sulla produzione video indipendente.

Il teatro ospita: Lella Costa, Claudio Misculin e l'Accademia della Follia, Consorzio Teatranti Indipendenti, Compagnia degli Instabili.

Sostengono l'iniziativa: Provincia di Milano - Comune di Milano - Aziende USSL 37/32.
Sponsor ufficiali: Banca Popolare di Milano, Tuborg Beer,

Return