Lo Spirito soffia nella Rete
MUSULMANI

Lezioni di buon vicinato


Cugini rivali: così appaiono agli occhi della cristianità occidentale i seguaci di Allah. Relazione in fondo non troppo dissimile a quella fra cristiani ed ebrei (il terzo membro della grande famiglia monoteista). Con una importante differenza: gli ebrei, pochi e dispersi nelle comunità della Diaspora, sono sempre stati vittime e capri espiatori delle tensioni interne ai paesi cristiani, mentre i musulmani si sono presentati, dal medioevo all'inizio della modernità industriale, col volto d'un potente nemico esterno. Una differenza che aveva perso peso dopo che lo strapotere militare ed economico dell'Occidente aveva ridotto i Paesi islamici al rango di colonie o protettorati, ma che si è ripresentata a mano a mano che l'Islam si diffondeva con impressionante rapidità fra le masse del Sud del mondo, assumendo l'aspetto inquietante dell'integralismo, ma soprattutto presentandosi nella veste inedita d'un potenziale nemico "interno", grazie a quella specie di "controcolonizzazione" che sono i grandi movimenti migratori.

E visto che questa "sindrome di accerchiamento" ha prodotto le note reazioni occidentali di rigetto nei confronti del diverso, ci sembra giusto partire da "Arab.it", un sito che ha il merito di offrire agli italiani curiosi e disponibili alcuni strumenti per familiarizzare con la cultura islamica. In particolare, segnaliamo la sezione storica, con articoli sull'Arabia preislamica, sulla biografia di Maometto e sulla presenza islamica nel nostro Sud durante il medioevo.

Per quanto riguarda invece la conoscenza dei principi religiosi fondamentali, è utile consultare la pagina dedicata ai "Cinque Pilastri della Saggezza".
Ma il sito si rivolge naturalmente anche agli islamici che vivono nel nostro Paese, ai quali offre una serie di servizi, come un motorino che calcola gli orari delle preghiere in relazione alla data e alla città di residenza e un elenco dei centri e delle associazioni islamiche in Italia.

Segue

Return

Torna al Sommario