Gli eclissati del '99
Galleria fotografica sull'eclissi di agosto (1)



La fase centrale dell'eclissi fotografata da Marco Moncalvo in Romania



Ecco le immagini della nostra galleria degli Eclissati.
Alcune sono corredate da didascalie altre solo dai nomi degli autori.
In qualche caso ci è sembrato di dover aggiungere anche qualche nostro brevissimo commento [in corsivo e preceduto da: NdR].

 
Saverio Saggese - Milano

[NdR: dopo gli occhialini appositi, le radiografie sembrano essere strumenti molto gettonati. In questo caso parrebbe trattarsi di un cranio. Quel che si dice "osservazione con la testa"]

Paolo Rossini - Bologna

[NdR: ..e scienza ben attrezzata]

Mariella Rasi - Alassio:
"A mio cugino Elio gli è venuto il torcicollo, ma ha ripreso tutto".
Sandro Aghina - Castiglioncello:
"A proposito di genitori interessati alla salute dei figli".

[NdR: probabilmente non hanno nemmeno avuto la possibilità di intervenire perché, se la figlia l'hanno lasciata a guardare l'eclissi "con le mani", loro saranno diventati ciechi già nei primi minuti]

Piero Di Rosa - Golfo di Baratti:
"La maschera da saldatore l'abbiamo trovata a Castagneto Carducci, e la mamma non la mollava più"
Franco Reina - Spotorno

[NdR: Ci sembra di dovere sottolineare, però, la plasticità di questa posa. Indubbiamente scomoda ma di grande eleganza]


Marco Cercignani - Finale Ligure

[NdR: Marco ci segnala la sua professione: fa il medico. L'occhio professionale ha colto che la signora usava una radiografia per osservare l'eclissi, e al suo orecchio è giunta l'informazione che si trattava di una radiografia di un anca, quella del marito]
Da un gruppo di campeggiatori del Camping Doccica di Palizzi, in Calabria, giunge questa immagine della sera precedente l'11 agosto.
Il 10 di agosto è la notte di San Lorenzo e un gruppo di campeggiatori ha rappresentato il martirio del Santo, un rito vissuto anche come scaramantico delle possibili apocalittiche conseguenze dell'eclissi.
Nell'immagine si vede il momento culminante della ricostruzione storica, quando San Lorenzo (in realtà un signore di Bergamo) viene posto sulla graticola, una brandina con ventilatore, nastrini e faretto giallo.

Teresa e Carlo - Sanremo:
"Nostra figlia Alessandra, rapita dall'eclisse"
Lello Pinardi - Gargano:
"signora tonda come la Luna".

[NdR: Non si può che concordare. Merita aggiungere una nota sul signore che appare a destra, seduto, che legge il giornale. Ovvero: cosa diavolo si deve organizzare per suscitare il suo interesse?]


Inizio pag.1 pag.2 pag.3 pag.4 pag.5 pag.6 pag.7 pag.8 pag.9 pag.10
pag.11
pag.12 pag.13 pag.14 pag.15 pag.16 pag.17

Torna al Sommario