Occhi al cielo: dove e quando

 

11 agosto 1999, Europa centrale (più esattamente il punto a 45° 4.7' di latitudine Nord e 24° 18.4' longitudine Est), ore 11h 3m 3.3s UT: sono i dati essenziali dell'ultima eclissi totale centrale di Sole del millennio.

La fase massima, cioè l'oscuramento totale del Sole, durerà circa 2 minuti e mezzo (2m 22.4s).

Si preannuncia come uno degli spettacoli più imponenti del secolo, soprattutto perché sarà visibile lungo una fascia che attraversa gran parte dell'Europa centrale e attirerà perciò milioni di persone.

La fascia di totalità, vale a dire la zona della Terra da cui si vedrà l'eclissi totale, è larga un centinaio di chilometri e copre il Galles, la Francia, la Germania, fino alla Bulgaria e alla Turchia, passando per città come Plymouth, Strasburgo, Stoccarda, Graz, Bucarest.

Nel resto del continente l'eclissi sarà parziale; la Luna, cioè, oscurerà il Sole in gran parte, fra l'80% e il 90%, ma non completamente.

 

Visibilità in Europa dell'eclissi dell'11 agosto
Mappa di Fred Espenak, NASA/Goddard Space Flight Center
(cliccando sull'immagine potete averne una copia ingrandita, il file è di 345kB)
Una carta che mostra in linea di massima le condizioni di visibilità del fenomeno è quella preparata da Fred Espenak, astronomo della NASA ed esperto di eclissi.

Lo studioso mantiene uno dei siti più completi sull'argomento, ricco di materiali, tabelle, grafici, disegni e documentazioni: la Eclipse Home Page
(http://sunearth.gsfc.nasa.gov/eclipse/eclipse.html)

Zona di visibilità dell'eclissi
dell'11 agosto
Mappa di Fred Espenak,
NASA/Goddard Space Flight Center

(cliccando sull'immagine potete averne una copia ingrandita, il file è di 145kB)
Gran parte dell'emisfero Nord della Terra sarà in un modo o in un altro interessato dal fenomeno.

Le eclissi totali di Sole sono considerate eventi abbastanza rari - l'ultima vista in Europa risale al 1961 - e da sempre sono osservate, temute, ritenute portatrici di disgrazie o comunque di eventi eccezionali.

La rarità poi non è così eccezionale come si crede. In un anno ci sono da un minimo di due a un massimo di cinque eclissi di Sole (di tutti i tipi) visibili da un qualunque punto della Terra e, statisticamente, la maggior parte sono visibili dall'emisfero settentrionale.

Diverso il discorso se si pensa alla frequenza di un'eclissi di Sole visibile da un luogo prefissato.
Nel suo Mathematical Astronomy Morsels (ed. Willmann-Bell, 1997), il belga Jean Meeus calcola che la frequenza di eclissi totali di Sole è di una ogni 375 anni, quella di eclissi anulari è di una ogni 224 anni.
Combinando le due si ha una frequenza totale di un'eclissi ogni 140 anni.
Il calcolo è ovviamente fatto in modo statistico.

Torniamo all'evento dell'11 agosto prossimo, ecco i dati fondamentali:

CIRCOSTANZE GENERALI
Eclissi di Sole, Totale Centrale del 11/08/1999

 

Data

Istante(U.T.)

Long.°

Lat.°

Magnit.

Primo Contatto

11/08/1999

08h 27.00m

044.7041 W

30.4030 N

 

Inizio Fase Centrale al sorgere

11/08/1999

09h 30.97m

065.2830 W

41.1154 N

 

Fase Centrale

11/08/1999

11h 03.41m

024.1035 E

45.1933 N

1.029

Fine Fase Centrale al tramonto

11/08/1999

12h 36.41m

087.1995 E

17.6461 N

 

Ultimo Contatto

11/08/1999

13h 40.56m

068.0046 E

06.6948 N

 

Le circostanze locali (le ore delle varie fasi) per alcune città italiane sono riportate nella Tabella . Insieme ad esse troverete delle immagini che mostrano quello che si vedrà da ognuna di quelle città nel momento del massimo oscuramento del Sole.

Se, visto il periodo, pensate di essere in vacanza in un altro paese europeo o in Africa del Nord, potete avere un'anteprima di quello che accadrà in cielo cliccando su una di queste cartine:

Tutti i calcoli e le immagini sono stati ottenuti con un bel programma: Eclipse dell'astrofilo toscano Marco Menichelli (menichel@dada.it) che ringraziamo per averci permesso di usare le immagini e, soprattutto, per aver prodotto uno dei migliori software di questo genere in circolazione. Se volete saperne di più, consultate questa scheda in cui sono illustrate le caratteristiche del programma e i riferimenti dell'autore.

 

Torna al Sommario