Storie e ricerche nella Rete
Un esempio stimolante/2

AGGIORNAMENTO Novembre 2001:
Il sito citato su Mark Twain si è trasferito all'indirizzo:
http://www.boondocksnet.com/twainwww
e quello in About.com non è più disponibile

Jim Zwick
Su About.com abbiamo trovato qualche notizia sull'autore, che viene presentato come uno studioso di Storia sociale e politica americana, specializzato in Mark Twain e applicazioni educative di Internet.
Altre notizie e biografia dettagliata si trovano su Boondocknet.com, insieme ai link alle altre sue pubblicazioni in Rete

Diversa la struttura del sito su Mark Twain. Come molti sapranno, About.com è un motore di ricerca strutturato a directory, come molti altri, ma propone anche una serie di servizi firmati da "guide esperte". Uno di questi è quello di Jim Zwick.

Il materiale che troviamo qui è molto vario e presentato in due sezioni principali: NetLinks e In the Spotlight. Seguono: Community (news letter, feedback, chat e forum) e Shopping (libri e video).
Gli articoli di Zwick e i documenti da lui raccolti si alternano alle segnalazioni di siti esterni, ma sono indicati da un pallino rosso, in modo che possiate sempre sapere se vi trovate ancora all'interno di about.com o in altro sito web.
Nel complesso, la struttura è un po' macchinosa e non si discosta molto da quello che può essere il risultato di una ricerca su qualunque altro motore. Avete, cioè, un titolo linkabile e poche righe di spiegazione. C'è da dire però che la selezione è molto accurata: c'è veramente di tutto e i siti a cui si rimanda sono davvero interessanti.

Tra i siti più originali e spiritosi, fra quelli catalogati, c'è la campagna
Mark Twain for President!


e un gioco a domande sulla vita
di Mark Twain.
Nell'immagine, quello che capita
se date la risposta sbagliata.

Quando invece vi imbattete in uno degli articoli di Zwick, come per esempio questo del 1998, Mark Twain's Anti-Imperialist Writings: A Guide to Online Resources
si nota una differenza di impostazione.
Non c'è più solo un elenco di siti e indirizzi, ma un tentativo di contestualizzare il tutto sotto forma di un ipertesto che fornisce i dati storici più salienti e rimanda alla lettura di lunghi brani di Mark Twain o articoli dai giornali dell'epoca, a volte corredati da note.
E', insomma, un percorso già strutturato, molto più gradevole alla lettura, che invoglia ad ampliare la ricerca consultando gli altri siti correlati.

Siamo convinti che questa sia una direzione da seguire ed è un po' quello che, pur in dimensioni più limitate, abbiamo sempre cercato di fare su erewhon.
La Rete è uno strumento di comunicazione ancora nuovo e in parte da scoprire: con il moltiplicarsi del materiale a disposizione, sarà sempre più difficile per i nuovi arrivati orientarsi e trovare in tempi brevi quello che cercano.
Per questo è utile che si moltiplichino gli strumenti di ricerca e catalogazione che fanno risparmiare tempo ai navigatori, ma anche che si sperimentino nuove formule di comunicazione - potremmo definirle più "giornalistiche" - non solo in campo strettamente educativo, ma anche nella divulgazione sia scientifica che umanistica.

Quello di Jim Zwick ci sembra un esempio stimolante.

Tra i siti "seri" segnalati:

Gli archivi della American Foundation for the Blind con la corrispondenza fra M.T. ed Helen Keller
o la ricerca di Adriana Rissetto sull'atteggiamento di Twain nei confronti dei nativi d'America
per non parlare delle raccolte di testi originali e delle biografie presenti in rete.
Ma è inutile proseguire: il lavoro di selezione e di ordine tra l'esistente è immane, ma è già stato fatto e viene aggiornato di frequente. Vi assicuriamo che potrete passarci un bel po' di tempo.


 

 

 

 

Torna all'indice