milia 99

Koogle parla del suo Yahoo
 


Tymothy A. Koogle, socio fondatore di Yahoo, ha tenuto la sua comunicazione di un'ora nella mattinata di apertura di Milia 99. Sala grande e quasi tutta occupata nei suoi 700 posti.

Un classico intervento "americano", segnato sia da momenti di grande interesse che da altri sorprendentemente banali. Dovrebbe apparire del tutto superfluo, per esempio, dedicare anche qualche minuto per sottolineare che la caratteristica principale di Internet è l'interattività.

Interessanti, invece, alcune cifre sui bilanci di Yahoo che, nel 1998 ha raggiunto i 203 milioni di dollari di fatturato, costruiti con operazioni di pubblicità e sponsorizzazione sul sito, e di ospitalità (pagata) per altri servizi che, sempre sul web, si sono affacciati.

Nel 1997 il margine utile di Yahoo è stato del 4%, nel primo semestre del '98 si è passati al 9% e nel terzo trimestre del '98 è arrivato al 19%. Dalla fine dello scorso anno a oggi la cifra è diventata 36%.

Qualche cenno di analisi, non su Yahoo ma rivolta alla rete in generale: Koogle ha evidenziato un solo fattore che - come lui stesso ha sottolineato - gli sembra di assoluto rilievo e che dal suo punto di osservazione (quello di un web che interagisce con 50 milioni di utenti in un anno) è percepibile con una evidenza statistica che ad altri può non apparire. In breve: il pubblico vuole da Internet un modo di accedere ai contenuti e ai servizi che sia diverso dalle altre sorgenti presenti nel mondo dei media. Questo, a suo parere, è il dato attuale. Non si è andati oltre nel declinare i possibili significati dell'affermazione, in parte non nuova come dato di analisi ma che avrebbe meritato qualche ulteriore precisazione.

Previsioni, sempre sul quadro generale: anche in questo caso Koogle si è limitato a una sola enuciazione, espressa con una immagine curiosa. Se interpretiamo l'intero sistema distributivo (merci, informazioni, dati) come una "catena alimentare", bene, Internet è destinata a rivoluzionarla in profondità. Forza motrice di tale cambiamento è la possibilità che i produttori, usando la rete, possano comunicare direttamente con i consumatori.

 

Torna al Sommario