La battaglia di Keh Sanh

 

 

Le pagine che i veterani di Keh Sanh riempiono con i loro messaggi sono centinaia. Come in altri casi la rete manifesta la sua capacità di raccogliere memoria dal basso, direttamente dagli attori delle vicende, creando uno scenario tanto disordinato quanto inconfutabilmente reale.
Molto si legge direttamente; molto altro traspare. Traspare soprattutto dai molti messaggi che celebrano l'impresa, l'eroismo, il sacrificio dei marines e che, fra le righe, comunicano vissuti pieni di interrogativi, aggrappati a valori che paiono di fatto respinti dall'inconscio.
E' la stessa miscela delle loro testimonianze che crea, per i reduci, una sceneggiatura che non si può correggere. Ne fa parte Doc Steinberg che invia una breve poesia:

"Keh Sanh è molto lontana per me
C'è chi oggi vi ritorna, a guardare quel luogo
Ma non trova reclute, trincee, o sacchi per morti
E neanche valorosi guerrieri che la difendano
Il tempo passa, diventiamo vecchi, i ricordi iniziano a svanire
Sfortunatamente i fantasmi sono con noi ogni giorno"

E nelle stesse pagine un altro reduce scrive:

"Chiunque ce l'ha messa tutta, laggiù, per combattere il comunismo, non può che essere disgustato quanto lo sono io nell'assistere al regime comunista che, oggi, impera negli Stati Uniti"

Le due opinioni si affiancano; difficilmente uno commenta quella dell'altro.
La sensazione che si ricava, in conclusione, è quella di un sito tragico e un po' folle. E alla follia contribuiscono alcune testimonianze come la seguente:

"Marion Hank Norman... è rimasto schoccato nel vedere il proprio nome scritto su The Wall. Ora lui vorrebbe contattare la sua ex moglie; l'ultimo indirizzo che ha di lei è Houston, Texas. Guarderò la mia casella di posta elettronica ogni giorno per trovare notizie di lei, Signora Norman."

Chi scrive è un amico di Norman, un reduce che ha trovato il suo nome scritto su The Wall, Il Muro, il grande monumento che si trova a Washinghton sul quale sono scritti i nomi di tutte le vittime del Vietnam. L'amico vuole rintracciare la sua ex moglie che, sicuramente, lo crede morto.

Torna al sommario