Storia naturale dei videogiochi
 
Pac-Man. Il gioco da sala giochi. Il labirinto blu di Pac-Man è ciò che appare nella mente della generazione da sala quando si pronuncia la parola "videogioco". Pac-Man simboleggia la neonata estetica delle sale giochi inizio anni ottanta: una sola leva di controllo, colori sgargíanti, intervalli animati tra i vari livelli e personaggi senza estremità dotati di soprannomi carini; i terribili inseguitori di Pac-Man, Shadow (rosso), Speedy (rosa), Bashful (blu) e Pokey (arancione), erano conosciuti, rispettivamente, come Blinky, Pinky, Inky, e Clyde. Quando ingoiando una pillola energetica si rovesciavano le posizioni, e una volta che venivano raggiunti, se ne tornavano fluttuando nel recinto di partenza per rimettersi in sesto. Una bella differenza rispetto ai giochi mattatoio degli anni novanta.

Return