Storia naturale dei videogiochi
 
Centipede. Un altro gioco spara-e fuggi. Il salto quantico di Centipede rispetto a Space Invaders consisteva nella trackball, nella possibilità di galleggiare su e giù (invece del semplíce scivolare da destra a sinistra) e in una quantità illimitata di potenza di fuoco. Come Space Invaders, Centipede si rifaceva ai mostri dei film dell'Era atomica. Ma questa volta la minaccia non era costituita da squadristi intergalattici, bensì da uno sciame d'insetti terrestri: pulci, ragni, scorpioni e millepiedi, uno dei quali adornava il mobile a gettone, un gigantesco e schifoso mostro dagli occhi rossi e la pancia gialla, che sbavava veleno da un paio di zanne lunghe cinque centimetri. Mentre gli insetti strisciavano lungo lo schermo, gli si sparava da dietro un gruppo di funghi che si addensava man mano che i segmenti del millepiedi colpito si trasformavano in funghi (mangiatori di spazzatura di tutto il mondo unitevi!).

Return