Parlate al manovratore

di Guido Belli

Urban Manoeuvres è una performance progettata da Robert Rumas, artista polacco nato nel 1966. Rivisitando il desiderio situazionista di rivoluzionare la vita quotidiana con la trasformazione delle relazioni personali e delle prospettive culturali attraverso cambiamenti delle attitudini individuali e dell'ambiente urbano, Rumas tra il serio, l'ironico e il faceto propone una lettura della città impertinente e scanzonata.
L'azione proposta dall'artista consiste nel collocare speciali segnali stradali in luoghi della città scelti dal team dei "manovratori", secondo una procedura stabilita dall'artista. Immaginate segnali stradali uguali per forma, dimensione e grafica a quelli comuni nelle strade, ma sui quali siano stati dipinti pittogrammi ideati per sottolineare o per informare di specificità e contraddizioni caratteristiche dei luoghi urbani, per proibire o indurre comportamenti ad essi correlati. Pensate di marcare la città con questi segnali. Se lo faceste, sareste un "manovratore urbano".

Il tavolo con la riproduzione in miniatura dei segnali e la mappa della città illuminata

Un'attenta analisi della situazione precede la performance. Dato che essa è progettata per essere eseguita in qualsiasi contesto urbano, Rumas richiede inizialmente una precisa descrizione dell'ambiente nel quale è chiamato ad agire. Fatto questo, egli decide quali segnali creare. In seguito, in un luogo che normalmente è una galleria d'arte, viene preparato un tavolo con il piano orizzontale luminoso, sul quale è stesa una mappa della città. Rumas predispone dei modelli in miniatura dei segnali, e mette a disposizione delle bacchette simili a quelle usate dai croupier per raccogliere le giocate al tavolo della roulette.
Il giorno stabilito per la performance, un gruppo di persone è invitato a collocare sulla mappa i piccoli segnali modello, discutendo la disposizione degli stessi fino a raggiungere un accordo soddisfacente. La composizione del gruppo è critica. Le regole dell'azione dettate dall'artista richiedono che siano invitati anche i politici, ai quali sono riservate speciali bacchette personali, contrassegnate con il loro nome. Ciascun manovratore dovrà mostrare coraggio e determinazione nel difendere le proprie scelte. La trattativa è dunque delicata, e la tensione è palpabile.

L' esposizione quale è nella galleria con il tavolo delle manovre. I segnali vengono presi dalla galleria e collocati nell'ambiente urbano.
Alcuni esempi di segnali: attenzione barboni, panchine vietate, tifo vietato, molestia ai bambini.

Segue