Non è mai troppo tardi
per giocare agli indiani

 
Il lato selvatico del maschio, quello più vicino al suo istinto incontaminato, non è stato colpito solo da un interdetto religioso. La società come si è venuta organizzando nel mondo occidentale, quella che il sociologo Norbert Elias ha definito La società delle buone maniere, ha richiesto con molta decisione, soprattutto dalla conclusione della crociata contro gli Albigesi in poi, la repressione della naturalezza maschile, come del resto di quella femminile. In questo caso le ragioni non sono morali ma politiche. Le 'buone maniere' degli stati nazionali sono state un modo per imbrigliare la vitalità di feudatari e cavalieri all'interno dei disegni delle corti e dei sovrani. Per l'uomo d'oggi è difficile affermare la naturalezza contro quello che potremmo chiamare il 'manierismo sociale', il modo di esprimersi proposto dalla collettività, che di solito tende a privilegiare alcuni aspetti dell'esistenza (la salvaguardia delle 'cose come stanno', l'accettazione del potere così come si presenta) rispetto ad altre esigenze, più profonde, dell'individuo.

(da Claudio Risé, "Il maschio selvatico", ed. Red, 1993, p. 56)


Secondo lo psicanalista C.A. Meier, allievo diretto di C.G. Jung e protagonista di molti incontri internazionali a favore della wilderness, la repressione della natura selvaggia 'fuori' da noi, all'esterno, ha in un certo senso gonfiato, inflazionato, quella interna. Sostiene Meier che l'uomo contemporaneo avrebbe aspetti wild, forse neppure 'selvatici' ma veramente 'selvaggi', di cui sarebbe del tutto inconscio. Il cittadino delle buone maniere sarebbe pronto ad azzannare il vicino, o la malcapitata vittima, non appena si producesse quell'abaissement du niveau mental, quell'abbassamento della soglia coscienziale (provocato dallo stress, da un ricordo traumatico, da una particolare eccitazione affettiva) che consentisse ai materiali compressi dell'inconscio di irrompere nella vita quotidiana.

(da Claudio Risé, "Il maschio selvatico", ed. Red, 1993, p.84)

Return