La natura illusoria/2

 


Informazioni, immagini e altro sono ben mimetizzate anche in rete, ma dopo un'attenta ricerca, si riesce a trovare materiale interessante.
Per una prima introduzione all'argomento, consigliamo Insect Mimicry, una breve e schematica pagina a cura del professor Gary J. Brewer dell'UniversitÓ del North Dakota State. Per un approccio pi¨ approfondito, anche se sempre divulgativo, c'Ŕ poi Mimicry, una pagina teorica molto completa, con la classificazione dei vari tipi di mimetismo esistenti in natura (da quello "Batesiano" a quello "Mulleriano", da quello aggressivo, a quello " Wasmanniano"). Gli studi e le definizioni del mimetismo abbondano nella rete (provate infatti a leggere la pagina seguente di M.Tevfik Dorak), come ormai accade per qualunque argomento, dal metabolismo fino alle macchie solari...

Per quanto riguarda le immagini, che al di lÓ degli studi teorici, sono l'aspetto che pi¨ affascina all'inizio, abbiamo scovato un caso di mimetismo fra vermi d'acqua che si assomigliano tutti fra loro, nonostante non siano parenti...
Si tratta dello stesso tipo di mimetismo presentatato dalle farfalle e dai serpenti delle immagini qui accanto.

Dopo vermi e insetti, forse vi conviene fare un salto alla Home Page Adaptation: Mimicry and Protective Coloration del Center for Global Environmental Education, Hamline University Graduate School of Education, di St. Paul (Minnesota) che contiene bellissime immagini di animali mimetici (farfalle, uccelli ecc.) come la rana blu di questa pagina e alcune delle immagini della pagina precedente.

Finora abbiamo parlato solo di animali, ma esistono forme mimetiche anche fra le piante e addirittura tra molecole, che spacciandosi le une per le altre, creano pericolose illusioni elettrostatiche. Si veda Molecular mimicry in halothane hepatitis che nonostante sia un articolo scientifico specialistico, contiene belle immagini e animazioni in realtÓ virtuale. Difficile, ma molto interessante Ŕ inoltre l'articolo HIV and Molecular Mimicry che indaga l'importanza del mimetismo molecolare nelle patogenesi virali, come l'Aids.

Segue

Torna indietro