ARGENTINA

Il ballo del Portegno
 
Alcuni sostengono che trae origine dai ritmi tamburellati dagli schiavi Africani (tan-go), altri dalla musica popolare delle pampas (la milonga), altri ancora affermano che è una combinazione dei ritmi indiani con la musica spagnola dei primi colonizzatori. Qualcuno lo fa derivare dal latino tangere (toccare). Il triste lamento dell'emigrante europeo, il tango argentino, è probabilmente un po' di tutto questo e di certo si sa che è la "canzone" popolare dei quartieri malfamati della Buenos Aires di fine Ottocento.
Prima di travolgere le sale da ballo parigine negli anni venti, anni in cui le malinconiche melodie suonate al bandoneon (fisarmonica) furono ammesse nei teatri e nei cabaret dell'alta società, il lato oscuro del tango si esprimeva attraverso rituali ritenuti osceni. I titoli dei primi tangos e le "forti" coreografie alludevano infatti molto chiaramente al mondo della prostituzione.
Indissolubilmente legato al popolo, il tango ne divenne presto la voce e ne seguì inevitabilmente le vicissitudini e i destini: l'alternarsi di libertà politica e repressione militare ne ostacolò per periodi anche lunghi lo sviluppo e la diffusione. La legge che estese il voto a tutte le classi sociali (il suffragio universale del 1912) contribuì a legittimare la cultura del popolo (e quindi anche il tango), cultura che venne nuovamente repressa con il colpo di stato del 1930. E se Juan ed Evita Peron negli anni quaranta-cinquanta si dimostrarono grandi sostenitori del ballo nazionale argentino, le dittature degli anni sessanta-ottanta mandarono invece in esilio molti artisti. Il blocco di ogni attività artistica fu così radicale che gran parte del revival contemporaneo riprende lo stile dell'epoca dorata degli anni cinquanta.
In realtà, al pari dei cambiamenti sociali, anche i codici di comportamento nella tecnica di ballo stanno lentamente subendo delle modifiche: il tradizionale maschilismo che prevede il rigido schema dell'uomo che conduce e della donna che viene portata ha infatti lasciato il posto all'improvvisazione e soprattutto all'alternanza dei ruoli.

http://www.webcom.com/shownet/tango/history.html
Storia e lessico del tango; saggi e collegamenti con molti siti di tango. Foto e riviste.
http://www2.csn.net/dtango7/index.html
Libri, cd, video e cinema e saggi sul tango.

http://members.ping.at/kdf-wien/tango/
Libri, riviste, cd, foto, cinema, video; accademie e scuole di tango, artisti. Il tango in tutti i paesi del mondo.

http://piazzolla.org/
Sito interamente dedicato ad Astor Piazzolla. Riviste e dischi.
http://www.informatik.uni-frankfurt.de/~garrit/english/tango_engl/tango_engl.html
Letture e giornali. Lista di tutte le persone che possono dare informazioni sul tango (Tangopolis). Insegnanti e ballerini nel mondo.

Segue

Torna al Sommario - Argentina

Return