la rivista di 










Seduzioni e miserie del potere

Guareschi












Giovannino Guareschi (Fontanelle di Roccabianca (Pr), 1908 - Cervia, 1968). Guareschi fu scrittore, giornalista e umorista diventando famoso grazie ai suoi personaggi Don Camillo e Peppone (dei quali sceneggiò anche le avventure televisive). Conservatore e filomonarchico, fondò e diresse il "Candido" (1946-61), nel quale trovarono posto, oltre alla satira anticomunista, anche pungenti critiche nei confronti dei politici di tutti i partiti, critiche che gli valsero più volte l'arresto per diffamazione.

L'Italia, sotto le sembianze di donna, si pone davanti a un uomo seduto a tavola impedendogli di vedere la televisione e gli chiede conto della situazione economica del Paese.
La risposta è nella didascalia: "Devo compilare la schedina del totocalcio, devo seguire la polemica Lollo-Sophia, devo occuparmi di 'Lascia o raddoppia?': come puoi pretendere che mi occupi anche di politica?…

On line
http://www.giovanninoguareschi.com/

 

Vignetta apparsa sul
"Candido" il 22 gennaio 1956

 

Artisti e percorsi:

Galantara
Scalarini
Sironi
Guareschi
Altan