la rivista di 























Ammirevole iniziativa quella promossa dal Comune di Vimercate e dalla Biblioteca Civica e presentata al pubblico sabato 14 dicembre, con l'inaugurazione del sito web Mirabilia Vicomercati.
Da sempre molto attiva nelle proposte culturali rivolte a un pubblico eterogeno, la cittadina lombarda intende con questo progetto raccogliere e mettere a disposizione della collettività un patrimonio storico e culturale altrimenti destinato a giacere negli archivi. La digitalizzazione di tale patrimonio, inoltre, ne assicura la conservazione nel tempo ed evita il deterioramento cui sarebbero sottoposte pubblicazioni rare, fotografie e filmati.
Il materiale raccolto ha diverse provenienze, dagli archivi istituzionali alle fondazioni private e, non ultimi, vengono chiamati a contribuire anche i singoli cittadini che siano in possesso di documenti, fotografie e altre testimonianze del passato.

Delle cinque sezioni in cui si articola il sito web - oltre alla presentazione dettagliata del progetto e ad alcuni dati che collocano il centro dal punto di vista geografico e sociale (Vimercate oggi) - una è dedicata alla Storia di Vimercate, che risale a oltre 2000 anni fa, in epoca romana, e vanta alcune testimonianze artistiche e architettoniche di pregio. Seguono gli Itinerari turistici, che attraversano il centro storico e le principali sagre organizzate nel corso dell'anno; Vita popolare, con le ultime cascine e le dimore rurali rimaste a testimonianza del passato agricolo e, in allestimento, Utensili e attrezzi, strumenti della cultura materiale di uso quotidiano, e le varie forme di Tradizione orale. Aprono la sezione Mostre on-line tre proposte: Vimercate degli anni Trenta, con immagini tratte da un album donato a Benito Mussolini; "Gamba de Legn" e altri Tramway, tratta dal volume omonimo sulla storia dei trasporti dal 1880, e quella dedicata alla Scuola popolare di disegno Giuseppe Stucchi, fondata nel 1884.
Al pregio del materiale iconografico si aggiunge una cura degli aspetti della comunicazione multimediale: una navigazione in grado di guidare anche l'utente meno esperto fra le varie aree, senza mai perdere il punto di riferimento, un'accurata catalogazione e una buona qualità delle immagini, ingrandibili in formato a tutto schermo senza pesi eccessivi.

Naturalmente quello che si trova per ora sul sito è solo un assaggio del vasto patrimonio in fase di catalogazione e digitalizzazione, ma le pagine sono destinate ad aumentare rapidamente e già dal prossimo anno sarà disponibile un database che consentirà la ricerca trasversale in tutte le collezioni.
Il progetto avrà poi un'ulteriore evoluzione con la pubblicazione di collezioni di file audio e video - di cui è stato proposto un assaggio nel corso della presentazione - e una sezione dedicata ai bambini e ai ragazzi. L'intento educativo è uno di quelli che stanno alla base di tutto il progetto e che è espresso anche nell'immagine che costituisce il logo del sito: il Ponte di san Rocco in una foto d'epoca e in una attuale, sta infatti a significare la continuità di un terrirorio nel tempo e il valore di un lavoro di recupero della memoria passata per le generazioni future.