la rivista di 










di Barbara Ainis














 

Mai offendere il lavoro di un artista…
Per l'affronto l'autore sarebbe pronto a tutto, anche ad una secessione!

 

E' successo in Svezia nell'ormai lontano 1996.
L'artista svedese Lars Vilks è autore di due voluminose opere astratte, Nimis e Arx. Le due opere si trovano su quello che era il territorio della riserva naturale a sud della Svezia.
Per più di dieci anni l'artista si è scontrato con le autorità svedesi che volevano far demolire le due opere per liberare la zona "occupata". Il valore artistico delle opere e la notorietà che col tempo avevano acquisito ha permesso a Lars Vilks di spuntarla e di conservare intatto il suo lavoro.

La rabbia dell'artista contro chi voleva eliminare Nimis e Arx era tale che il 2 giugno del 1996, in segno di totale dissenso, ha proclamato l'indipendenza della nazione di Ladonia - 1 Km quadro di estensione - di cui Nimis e Arx sono i capoluoghi!


Chiaramente la "nazione" non ha alcun riconoscimento ufficiale, ma le opere di Vilks e la strana storia di Ladonia attirano moltissimi visitatori. L'artista ha fatto comunque le cose in regola: si è autodefinito Segretario di Stato, ha dato luogo all'elezione della Regina e del Parlamento, con tanto di Ministero del Jazz, di Internet e della Letteratura.
Nel sito Ladonia.net la minuscola quasi-nazione ha il suo spazio e la sua dignità: Ladonia ha una sua bandiera, la sua moneta - l'Örtug, del valore di 10 corone svedesi - e il suo giornale, il Ladonia Herald.

L'idea di Lars Vilks ha avuto talmente tanto successo che in molti - ormai più di seimila - hanno chiesto di diventare cittadini di Ladonia. Sul sito web, infatti, è possibile richiedere la cittadinanza attraverso un modulo. Per ottenere la cittadinanza semplice non bisogna sostenere alcun costo, mentre una piccola tassa è a carico di chi ambisce a qualcosa di più: se l'idea di diventare conte, baronessa o lord di Ladonia vi alletta dovete essere disposti a spendere 12 dollari!

Proprio questo aspetto più giocoso dell'invenzione di Lars Vilks è legato ad un equivoco che lascia l'amaro in bocca. La possibilità di ottenere facilmente la cittadinanza "ladoniese" è stata presa sul serio da oltre tremila pachistani che, da un mese a questa parte, hanno riempito di e-mail il sito dello stato di Ladonia. Le lettere chiedevano informazioni sul paese, su come raggiungerlo e sull'ambasciata di Ladonia in Pakistan.
L'inventore del minuscolo stato si è definito sorpreso e sconvolto da questo equivoco e ha provveduto ad inserire nella pagina web dedicata la segnalazione che la cittadinanza ladoniese non prevede alcuna possibilità di ottenere un lavoro, l'abitazione e il passaporto.



Sul sito della CNN si
può trovare la notizia
diffusa dall'agenzia
Reuter

 





 

Nimis Arx